14.3 C
Rome
martedì 20 Aprile 2021

AFAM: cessazioni e trattenimento in servizio del personale, a.a. 2012/13

Nota MIUR-AFAM n. 1888/MGM del 16/03/2012.
Requisiti per l’accesso alla pensione.

 
E’ stata pubblicata la Nota del Direttore Generale MIUR-AFAM n. 1888/MGM del 16/03/2012 dove indica la data del 30 marzo come scadenza per le domande di cessazione dal servizio con accesso al trattamento pensionistico. La stessa data vale anche per ritirare le dimissioni o chiedere la permanenza in servizio a part-time con contestuale trattamento pensionistico.

La manovra Monti, presente nel D.L. n° 201 del 06.12.2011, così come convertito nella Legge 22.12.2011 n° 214, per l’accesso alla pensione, ha fatto salvi i diritti acquisiti alla data del 31.12.2011 (requisiti anagrafici e contributivi della vecchia normativa).

Requisiti maturati al 31/12/2011:

Pensione di anzianità

  • 60 anni di età anagrafica e 36 di contribuzione;
  • oppure 61 anni e 35 (quota 96, che può essere raggiunta anche con le frazioni di anno sia per l’età che per la contribuzione. Es. anni 60 e mesi 8 e anni 35 e mesi 4 di contribuzione);
  • 40 anni di contribuzione al 31.12.2011, a prescindere dall’età anagrafica (sono sufficienti 39 anni 11 mesi e 16 giorni;

Pensione di vecchiaia

  • 65 anni di età anagrafica per gli uomini con minimo 20 anni di contribuzione;
  • 61 anni per le donne con minimo 20 anni di contribuzione;

Sono sufficienti 15 anni solo in presenza di contributi versati entro il 31.12.1992.

Speciale regime donne

(opzione per il calcolo contributivo)

Per tutte le donne, e fino al 31.12.2015, resta in vigore la norma prevista dall’art. 1 comma 9 della Legge 243/2004 (Legge Maroni), la quale consente l’accesso alla pensione con 57 anni di età anagrafica e 35 di anzianità contributiva, requisiti posseduti entro il 31.12.2011, optando per il calcolo contributivo.

Qualora tali requisiti si dovessero raggiungere entro il 2012, l’accesso a pensione avverrà dal 1° novembre 2013.

Gli effetti della Legge 214/2011 per coloro che matureranno i requisiti nel 2012:

Pensione di vecchiaia

  • Pensione di vecchiaia con 66 anni di età anagrafica e minimo 20 anni di contribuzione per uomini e donne;
  • Pensione anticipata:
  1. per le donne, 41 anni e 1 mese di contribuzione;
  2. per gli uomini, 42 anni e 1 mese di contribuzione.

Note operative:

Domande

Dovranno essere presentate all’istituzione di titolarità entro e non oltre il 30 marzo 2012 le domande di:

  • cessazione dal servizio a qualsiasi titolo;
  • quelle di trattenimento in servizio oltre il limite di età;
  • quelle di trasformazione del rapporto di lavoro in tempo parziale con contestuale riconoscimento del trattamento di pensione, ai sensi del decreto 29 luglio 1997 n. 331 del Ministro per la Funzione Pubblica.

Si precisa che tutte le domande presentate valgono, per gli effetti, dal 1° novembre 2012.

La revoca delle istanze sopra citate è consentita esclusivamente entro la medesima data del 30 marzo 2012.

Contestualmente

Si rammenta che le domande di cessazione dal servizio, nonché l’eventuale revoca delle stesse, dovranno essere presentate direttamente dagli interessati, anche alla competente sede dell’INPS gestione ex INPDAP (nota Miur-Afam del 14.3.2005, prot. n. 1550).

Obbligo delle Istituzioni

Entro il 20 aprile 2012 le istituzioni dovranno accertare la sussistenza del diritto al trattamento pensionistico del proprio personale e comunicare l’eventuale mancata maturazione di tale diritto ai dimissionari interessati, indicando loro la possibilità di ritirare la domanda entro cinque giorni dal ricevimento della comunicazione stessa.

 UIL RUA
(Segreteria Nazionale)
Allegato: Nota MIUR-AFAM.

 stampa

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news