14.3 C
Rome
giovedì 15 Aprile 2021

Approvato dalla Commissione Bilancio del Senato l’emendamento che consente agli EPR di prorogare i contratti a tempo determinato sino al 31 luglio 2013

In data 18 Dicembre 2012 la Commissione bilancio del Senato ha licenziato l’emendamento presentato dal Governo che consente anche agli Enti di Ricerca di prorogare i contratti a tempo determinato sino al 31 luglio 2013, indipendentemente dal superamento dei 36 mesi di durata dei contratti come previsto dalla legge o dai 60 mesi come previsto dal CCNL.

Il testo dell’emendamento approvato, che di seguito riportiamo, fa inoltre salvi gli accordi decentrati già sottoscritti nei limiti ordinamentali, finanziari e temporali previsti dalla stessa norma.

Queste oo.ss. ritengono che la lettura di quanto disposto nella norma possa porre dei limiti temporali alla validità dei contratti collettivi decentrati e non agli effetti che questi possono produrre medio tempore altrimenti i contratti collettivi decentrati non sarebbero ” fatti salvi” ma verrebbero stravolti nel contenuto.

Nei prossimi giorni e in attesa del testo definitivo della norma solleciteremo il Ministero della Funzione Pubblica ad esprimersi sulla interpretazione della norma.

Testo dell’emendamento approvato dalla Commissione Bilancio del Senato

Nelle more dell’attuazione dell’articolo 1, comma 8, della legge 28 giugno 2012, n. 92, fermi restando i vincoli finanziari di cui alle disposizioni dell’articolo 9, comma 28, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, e successive modificazioni, nonché dell’articolo 36 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 possono prorogare i contratti di lavoro subordinato a tempo determinato, in essere al 30 novembre 2012, che superano il limite dei trentasei mesi comprensivi di proroghe e rinnovi, previsto dall’articolo 5, comma 4-bis, del decreto legislativo 6 settembre 2001, n. 368, o il diverso limite previsto dai Contratti collettivi nazionali del relativo comparto, fino e non oltre il 31 luglio 2013, previo accordo decentrato con le organizzazioni sindacali rappresentative del settore interessato secondo quanto previsto dal citato articolo 5, comma 4-bis, del decreto legislativo n. 368 del 2001. Sono fatti salvi gli eventuali accordi decentrati eventualmente già sottoscritti nel rispetto dei limiti ordinamentali, finanziari e temporali di cui al presente comma.

 
Il Segretario Generale
FLC CGIL
Domenico Pantaleo
Il Segretario Generale
UIL RUA
Alberto Civica

stampa

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news