14.3 C
Rome
giovedì 15 Aprile 2021

Comunicato stampa – L’Università e l’AFAM scioperano per l’intera giornata lavorativa di lunedì 19 dicembre 2011

Cambiare la manovra per assicurare equità. I lavoratori dell’Università e dell’AFAM insieme agli altri lavoratori del Pubblico Impiego, non sono disposti a pagare, ancora una volta per primi il peso del risanamento e quindi scioperano unitariamente.

FLC CGIL – CISL Università – UIL RUA hanno aderito allo sciopero generale indetto dalle Confederazioni che per il Personale dell’Università e dell’AFAM è proclamato per l’intera giornata lavorativa di lunedì 19 dicembre 2011.

Per Domenico Pantaleo (FLC CGIL), Antonio Marsilia (CISL Università) e Alberto Civica (UIL RUA), la manovra approvata dal Consiglio dei Ministri è infatti fortemente iniqua per lavoratori dipendenti e pensionati e sconta l’inaccettabile assenza di confronto con le parti sociali.

Al centro della mobilitazione unitaria, la richiesta di modificare il testo durante l’iter parlamentare al fine di ottenere: una riforma della previdenza che non sia scaricata sulle spalle di lavoratori e pensionati; misure che colpiscano per la prima volta evasione e grandi patrimoni; una riforma fiscale che alleggerisca la tassazione sui redditi da lavoro dipendente e da pensione; lo sblocco delle assunzioni per le Università ed AFAM anche come risposta ai problemi del precariato, una riqualificazione della spesa pubblica che consenta di trovare le risorse per l’alta formazione e la ricerca quali elementi essenziali per la crescita e lo sviluppo del Paese, per il rinnovo dei contratti di lavoro e per una contrattazione che riconosca la peculiarità del personale Università ed AFAM.

Per questi motivi i lavoratori pubblici scioperano e manifestano lunedì 19 dicembre 2011 in tutta Italia e a Roma di fronte al Parlamento.

FLC CGIL
Domenico Pantaleo

CISL Università
Antonio Marsilia

UIL RUA
Alberto Civica

stampa

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news