9.9 C
Rome
sabato 15 Maggio 2021

Incontro con la Ministra Messa: Comunicato stampa

Nuove assunzioni e vaccini per tutti

La UilRua incontra il ministro Messa e riceve rassicurazioni. “Buona la prima”, commenta il segretario generale, Attilio Bombardieri.

Un sistema di relazioni sindacali più incisivo, un attento investimento delle risorse messe a disposizione dal Recovery fund, un piano di stabilizzazione dei precari e nuove assunzioni, un’ulteriore accelerazione delle vaccinazioni per chi lavora nelle Università, negli Enti pubblici di ricerca e nelle Istituzioni Afam.

Il ministro Messa incontra la UilRua e condivide i punti principali sui quali operare in un settore strategico come quello dell’Università e della Ricerca. “Buona la prima -ha commentato il segretario generale della UilRua, Attilio Bombardieri. Il ministro ci ha dato piena disponibilità per un confronto serrato e costante volto ad avviare una strategia di medio-lungo termine per il superamento delle maggiori criticità dei nostri settori. Confronto che diventa ancor di più fondamentale per l’attuazione dei progetti previsti dal Recovery plan”.

“Siamo convinti -ha continuato Bombardieri- che le risorse messe a disposizione dall’Europa dovranno essere investite per un rafforzamento strutturale delle nostre Istituzioni scientifiche pubbliche, in termini di risorse umane e finanziarie. A questo proposito abbiamo chiesto l’istituzione di un Osservatorio, che coinvolga le organizzazioni sindacali, Confindustria, le Regioni e il Miur, evidenziando come un simile strumento possa di certo favorire la partecipazione attiva delle parti sociali, oggi escluse dalla stesura e dall’attuazione del Programma Nazionale della Ricerca 2021 -2026 che del Recory Plan dovrà costituire una parte molto importante”.

“Abbiamo inoltre chiesto -ha concluso Bombardieri- di dare un’accelerazione al rinnovo del Contratto Nazionale, alla stabilizzazione dei precari e all’assunzione di nuovo personale. La Ministra Messa ha condiviso questi punti e ha recepito la necessità di dare un’ulteriore svolta al piano vaccinale, estendendolo a tutte le persone che a vario titolo lavorano nelle sedi pur non essendo residenti nella stessa regione e a tutte le tipologie di lavoratori presenti nei nostri Atenei (dottorandi, assegnisti ed interinali), negli Enti pubblici di ricerca e nell’Afam. Abbiamo infine chiesto una rapida soluzione per il Cnr, il Centro nazionale ricerche, per l’urgente e non più differibile individuazione del nuovo Presidente”.

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news