3.4 C
Rome
venerdì 16 Aprile 2021

CNR: Comunicato al personale

Le recenti pressanti iniziative della UIL-RUA, esposte e sviluppate con l’assemblea del 18 settembre u.s. hanno portato alla convocazione, da parte del CNR, del primo incontro che si è svolto il 2 ottobre u.s.

Le dichiarazioni, molto apprezzate, del Direttore Generale di disponibilità e di particolare sensibilizzazione alle problematiche del Personale saranno, come sempre, oggetto di attenta verifica da parte nostra affinchè si traducano, al più presto, in atti concreti.

Anche se a tutt’oggi dobbiamo registrare che non sono stati calendarizzati ed individuati gli argomenti dei prossimi incontri, ed ancora non sono state autorizzate tutte le procedure da attivare per i rinnovi dei contratti a tempo determinato alla scadenza del quinquennio.

La UIL-RUA, come di consueto, continuerà a pressare l’Amministrazione al fine di ottenere il rispetto degli impegni assunti per superare le numerose inadempienze con la piena applicazione delle norme contrattuali.

Riportiamo di seguito le questioni trattate nel corso dell’incontro e gli impegni assunti dall’Ente.

ART.54 DEC. 1-1-2010

Dalla verifica effettuata dalla UIL-RUA, riguardante l’applicazione dell’Art. 54 con decorrenza 1-1-2010, è emerso che:

a) non sono state interamente utilizzate le risorse economiche a disposizione per finanziare l’intera applicazione;

b) non sono state applicate al personale della Vasca Navale le stesse percentuali applicate al personale CNR.

INDENNITÀ DI RESPONSABILITÀ LIV. IV – VIII

L’Amministrazione si è riservata di verificare quanto evidenziato.

Il CNR si è impegnato a chiudere le varie pendenze riguardanti le indennità di responsabilità del personale tecnico e amministrativo dei livelli IV –VIII relative al triennio 2008-2009-2010 ed a mettere a regime le indennità fisse mensili a partire dal 2011.

PROPOSTE ’08-’09-’10 SOSPESE

Il CNR metterà in pagamento, con la busta paga del prossimo mese di novembre, le circa 150 proposte di indennità di responsabilità attualmente sospese dall’Amministrazione in quanto ritenute dal Gruppo di Lavoro “non formalmente corrette” nonostante verbalizzate e concordate nelle sedi locali tra CNR e RSU/OO.SS. e di fatto confermate successivamente, anche con il “silenzio assenso”, dai Direttori/Dirigenti.

Si chiude così, positivamente, una vertenza che si trascina da oltre un anno, il che, come sempre sostenuto dalle OO.SS. , valorizza e legittima la contrattazione decentrata locale.

Pertanto nel prossimo mese di novembre verranno liquidate tutte le proposte “sospese” relative al triennio 2008-2010, erogando i seguenti importi indicativi lordi (come già corrisposto nel mese di dicembre 2011 agli altri dipendenti aventi diritto) sulla base delle categorie e coefficienti risultanti dai verbali sottoscritti a suo tempo dai Direttori e RSU/OO.SS.

2012 10 16 comunicato CNR img1

Contestualmente, nel mese di novembre p.v. verranno anche rettificati e conguagliati eventuali errori tecnici, individualmente segnalati all’Ufficio competente, rispetto ai pagamenti dell’indennità già effettuati nel dicembre dello scorso anno.

INDENNITÀ MENSILI A REGIME

Come già avviene per l’indennità di economo (40 euro al mese), il CNR, accogliendo finalmente la richiesta del Sindacato, si è impegnato:

a) ad erogare mensilmente a regime, a partire dal prossimo mese di novembre, le indennità con importo fisso (vedi tabella sottostante)

b) a corrispondere, agli aventi diritto, nel mese di novembre p.v. il conguaglio delle predette indennità per il periodo dal 1-1-2011 al 31-10-2012.

A tal fine l’Ufficio competente ha inviato ai Dirigenti/Direttori una circolare ricognitiva per confermare ed eventualmente aggiornare i nominativi dei dipendenti che hanno ricoperto e che ricoprono attualmente le rispettive posizioni di responsabilità (cat. 1a-1b-1c).

Pertanto a partire dal prossimo mese di novembre verranno corrisposte mensilmente le seguenti indennità:

2012 10 16 comunicato CNR img2

Nel mese di novembre p.v. verrà inoltre erogato, agli aventi diritto, il seguente conguaglio delle indennità con valore fisso mensile, elencate nella tabella precedente, relativo al periodo dal 1-1-2011 al 31-10-2012.

2012 10 16 comunicato CNR img3

INDENNITA’ GENERALIZZATE 2011-2012

Per quanto riguarda la corresponsione delle indennità di responsabilità, riferite alle altre casistiche, i cui importi sono variabili in funzione dei vari coefficienti corrispondenti alle posizioni di responsabilità ricoperte, relative al biennio 2011 e 2012, sarà necessario raggiungere un accordo specifico con il CNR, per altro già sollecitato dal Sindacato.

BENEFICI ASSISTENZIALI

Il Sindacato ha reso partecipe il Direttore Generale delle aspettative che si sono venute a creare tra il personale, a seguito degli impegni precedentemente assunti dall’Ente, in merito all’incremento dei fondi dei SUSSIDI e delle BORSE DI STUDIO per consentirne l’erogazione a tutto il personale avente diritto, recuperando così anche le numerose domande inevase; incremento, questo, ottenibile con le risorse 2012 destinate alla polizza sanitaria, pari a 1,3 milioni di euro, non utilizzate.

Tale operazione contribuirebbe a risolvere l’accoglimento anche delle domande del personale INSEAN e di quello giunto in mobilità che non ha usufruito degli stessi benefici nell’Ente di provenienza.

CONTO TERZI

Sembra ormai assumere i contorni di una “leggenda metropolitana” il pagamento dei compensi per le attività svolte in “conto terzi”.

Nell’incontro del 2 ottobre u.s., l’Ente ha ancora una volta confermato che sta completando il software e che sarà in grado di erogare le spettanze dovute “auspicabilmente” nel prossimo mese di novembre .

È auspicabile che il CNR riesca ad onorare questo ultimo impegno e possa mettere a regime ed on-line il nuovo sistema.

Risultano infatti accantonati e da erogare circa 700.000 euro relativi all’anno 2010 mentre ancora devono iniziare le procedure per l’anno 2011.

RIDUZIONE PIANTA ORGANICA

Come è noto l’Art. 2 del D.L. 95/12 (più noto come “spending review”) obbliga gli Enti a:

a) ridurre del 20% gli Uffici di livello dirigenziale di I fascia e di II fascia e le relative dotazioni organiche;

b) ridurre in misura non inferiore al 10% la spesa complessiva della pianta organica del personale non dirigenziale, esclusi ricercatori e tecnologi, cioè tecnici e amministrativi.

La norma, ribadita dalla circolare esplicativa della Funzione Pubblica, prevede che le nuove piante organiche, a valle delle riduzioni sopra richiamate, saranno approvate con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri entro il 31 Ottobre 2012.

In mancanza di tale approvazione, a decorrere dal 1 Novembre 2012, gli Enti non potranno procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo e con qualsiasi contratto (tempo indeterminato, tempo determinato, co.co.co., ecc.).

Il CNR, quindi, nel rispetto dei tempi stabiliti dalla Funzione Pubblica, recependo anche se solo in parte i contributi del Sindacato, nel C.d.A. del 10 Ottobre u.s. ha deliberato la “Nuova dotazione Organica” con la riduzione complessiva di 287 posti così ripartiti:

2012 10 16 comunicato CNR img4

Pertanto la nuova pianta organica del CNR, al netto dei tagli derivanti dalla spending review, che lascia inalterata la dotazione organica dei ricercatori e tecnologi, risulta essere:

2012 10 16 comunicato CNR img5

NUOVA PROGRAMMAZIONE DI FABBISOGNO DI PERSONALE

La sopra riportata riduzione della pianta organica come si potrà notare, alla data di riferimento fissata dalla norma (1-1-2015) non determina, per il CNR, alcun ESUBERO.

Tale riduzione ha imposto però la necessità di una nuova programmazione di fabbisogno triennale di personale, riducendo, pur in presenza delle risorse del turn over, il numero di assunzioni con problemi che potranno riflettersi sui precari e sulle progressioni di carriera.

Questa la nuova programmazione assunzionale:

2012 10 16 comunicato CNR img6

Poiché i posti (tecnici e amm.vi) della precedente programmazione erano stati già tutti distribuiti, bisognerà ora definire i criteri per individuare le Strutture dell’Ente che dovranno rinunciare all’assunzione di complessive 55 unità di personale tecnico e amministrativo (37 CTER e 18 coll. Amm.ne).

In definitiva, la manovra di cui alla “spending review”, pur non comportando esuberi per il personale dell’Ente, pone il grave problema – per il quale non a caso abbiamo nei giorni scorsi scelto la strada dello sciopero – della riduzione delle opportunità per l’assorbimento del precariato.

Ci saranno, infine, da valutare, al momento opportuno, gli effetti sulle vacanze dei posti del CNR (come risulta dalle tabelle precedenti) che si potrebbero determinare sia con le eventuali compensazioni e clausole di flessibilità di Comparto sia , ancor più, con l’ipotesi degli ultimi giorni di accorpamento degli EPR (vedi attuale Art.11 del Disegno di Legge di Stabilità 2013).

UIL-RUA
Americo Maresci

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news