giovedì 5 Agosto 2021

CNR: Comunicato al Personale – Fondo di incentivazione

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E RESPONSABILITA’ :
IMPORTANTI DETERMINAZIONI NELLA INTESA TRA CNR E OO.SS.

Il giorno 30 dicembre 2019 è stato sottoscritto il verbale di intesa tra l’Amministrazione del CNR e le OO.SS sull’utilizzo del Fondo di Incentivazione.

Tale fondo derivante da una quota disponibile dei proventi delle attività conto terzi, sarà utilizzato per retribuire con specifici indennizzi posizioni di responsabilità di particolare rilievo, cosi come previsto dall’art. 10 del CCNL 07/04/2006, proprie del profilo di CTER di IV livello, Funzionario di Amministrazione, Ricercatori e Tecnologi.

Con una prima stima, non definitiva, l’Amministrazione ha determinato una disponibilità finanziaria per il triennio 01/10/2019 – 30/09/2022, pari a 2.780.000,00 euro.

In attesa della costituzione definitiva del fondo, nell’intesa sottoscritta sono state definite:
• le figure di responsabilità a cui riconoscere una indennità;
• i criteri per l’attribuzione dell’indennità.

In prima applicazione le parti hanno considerato come attribuibili le seguenti indennità:
a. Indennità ai responsabili delle unità dell’amministrazione centrale, come individuate dalle delibere del Consiglio di Amministrazione n. 98/2019, 144/2019 e 241/2019;
b. Indennità ai responsabili delle aree territoriali di ricerca di cui all’art. 16 del ROF;
c. Indennità ai delegati al controllo degli Istituti, dei Dipartimenti e delle Aree territoriali di ricerca di cui all’art. 15 del ROF;
d. Indennità ai responsabili del servizio prevenzione e protezione (RSPP);
e. Indennità per il responsabile della protezione dei dati di cui all’art. 37 del regolamento 2016/679UE;
f. Indennità per il responsabile della transizione digitale previsto dal D.Lgs. 179/2016;
g. Mobility Manager;
h. Responsabile della conservazione documentale (DPCM del 03/12/2013).

La UILRUA ha chiesto che nelle more dell’attivazione del nuovo Regolamento di Contabilità e Finanza, sia esteso anche ai Segretari Amministrativi attualmente in carica l’indennizzo previsto per i Delegati al Controllo.

Con un successivo accordo aggiuntivo, tra le OO.SS e le Amministrazione, potranno essere individuate e pertanto indennizzate, ulteriori posizioni di responsabilità.

RESPONSABILI DELLE UNITÀ DELL’AMMINISTRAZIONE CENTRALE
Per le 16 unità dell’Amministrazione Centrale previste dalle delibere del CdA n. 98, 144 e 241 del 2019 è stato previsto un fondo pari a 206.582,8.
Al fine di definire l’importo mensile per relativi responsabili le stesse unità sono state classificate in 3 fasce.
L’importo corrispondente alla fascia sarà attribuito per 12 mensilità. Potrà essere previsto un massimo del 25% di tale importo correlato al raggiungimento degli obiettivi annuali assegnati alle singole unità.

RESPONSABILI DELLE AREE DI RICERCA
Sono stati individuati dei criteri di distribuzione correlati alla classificazione delle Aree di Ricerca in 5 fasce.
L’importo attribuito, con provvedimento del Direttore Generale, terrà conto pertanto della fascia assegnata a ciascun Area della Ricerca.
L’ articolazione delle fasce terrà conto dei seguenti parametri:
• il numero di personale CNR afferente all’area,
• la media delle risorse gestite nel triennio 2016-2018,
• la complessità gestionale.
In particolare per definire la “complessità gestionale” si terrà conto di:
• numero Istituti afferenti all’Area (un comitato di Area con molti componenti è ovviamente meno gestibile)
• complessità edilizia (gestire un singolo edificio o porzioni di un edificio è meno complesso della gestione di un comprensorio)
• presenza di soggetti terzi (tipo di rapporti e di servizi erogati, numero di persone, numero di soggetti terzi, ecc.)
• tipo di gestione dei servizi (diretta, ossia affidando l’incarico e gestendo in prima persona i rapporti con le ditte; indiretta, ossia pagando un canone ad un terzo che gestisce tutto, tipo global service oppure tipicamente il canone che si paga ad una proprietà)
• servizi erogati all’esterno (aule, biblioteche, presenza di grandi infrastrutture con accesso utenza esterna, ecc.).
Gli importi delle indennità corrispondenti alle 5 fasce saranno i seguenti:

Fascia
Area
Indennità
Mensile
Indennità
Annua
5 290,00 3.480,00
4 240,00 2.880,00
3 220,00 2.640,00
2 200,00 2.400,00
1 180,00 2.160,00

DELEGATI AL CONTROLLO/ SEGRETARI AMMINISTRATIVI
L’importo per 12 mensilità con decorrenza 01/01/2020 sarà direttamente correlato alla fascia di valutazione degli Istituti, Dipartimenti o Aree della Ricerca e prevederà i seguenti importi:

Fascia Indennità
Mensile
Indennità
Annua
A 220,00 2.640,00
B 180,00 2.160,00
C 150,00 1.800,00

Per i Delegati al Controllo/Segretari Amministrativi l’attribuzione dell’indennità terrà conto della
collocazione dell’esercizio della relativa funzione. In particolare:
Istituti – Corrispondono alla fascia di Valutazione dell’Istituto;
Dipartimenti – Corrispondono alla Fascia A;
Aree – Corrispondono alle classificazioni delle Aree, ed in particolare la fascia A per le Aree che avranno una valutazione 5 o 4, per la fascia B le Aree posizionate nelle fasce 3 e 2, mentre per la fascia C le Aree valutate in fascia 1.

RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI
Per il Responsabile della Protezione dei Dati, istituito ai sensi del dell’art. 37 del Regolamento 2016/679UE, è previsto un importo annuo di 14.000,00 euro.
L’ indennità avrà decorrenza dal 01/01/2020 ed è incompatibile con altri incarichi dirigenziali o di responsabilità di unità.

Indennità
Mensile
Indennità
Annua
1.166,67 14.000

RESPONSABILI DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP)
Per la retribuzione di tale indennità si dovranno possedere i seguenti titoli e requisiti:
1. Modulo A, B, C superati o titolo di studio (laurea) o altri titoli equivalenti come da legge (art.32 comma 2 D.Lgs 81/08);
2. Mantenimento dei requisiti di base (aggiornamento obbligatorio – 40 ore nel quinquennio come da art. 32 comma 6 D.Lgs 81/08 e accordo stato regioni del 7/7/2016);
3. Incarico formale da parte del Datore di lavoro (lettera di incarico protocollata).

Il Fondo previsto per remunerare tale indennità è di 54.000,00 euro. L’indennità stessa sarà attribuita ai dipendenti in possesso dei suddetti requisiti, in 12 mensilità con decorrenza 01/01/2020 e sarà differenziata in 3 fasce, collegate alla funzione ed ai carichi di lavoro.
I criteri per l’attribuzione terranno conto:

Numero strutture
o numerosità dipendenti seguiti
Tipologia dei rischi presenti
in almeno una sede
Peso
attribuito
Incarico in meno di 3 strutture o in sedi che complessivamente hanno
un numero di dipendenti (TD e TI) < 60
Attività Teoriche 0
Incarico in meno di 3 strutture o in sedi che complessivamente hanno
un numero di dipendenti (TD e TI) < 30
Attività sperimentali
a media complessità
0
Incarico in almeno 3 strutture o in sedi che complessivamente hanno
un numero di dipendenti (TD e TI) > 60
Attività Teoriche 1
Incarico in >3 e <7 strutture o in sedi che complessivamente hanno
un numero di dipendenti (TD e TI) > 30 e <120
Attività sperimentali
a media complessità
1
Incarico in >7 e < 10 strutture o a sedi che complessivamente hanno
un numero di dipendenti (TD e TI) > 120 e <210
Attività sperimentali
a media complessità
3
Incarico in meno di 7 strutture o in sedi che complessivamente hanno
un numero di dipendenti (TD e TI) > 30 e <120
Attività sperimentali
a media complessità
3
Incarico in > 10 strutture o a sedi che complessivamente hanno
un numero di dipendenti (TD e TI) > 210
Attività sperimentali
a media complessità
6
Incarico > 7 strutture o a sedi che complessivamente hanno
un numero di dipendenti (TD e TI) > 120
Attività sperimentali
a media complessità
6

Se maggiore di zero il valore così stabilito determinerà l’entità della corresponsione della indennità secondo il seguente schema:

Fascia Peso Indennità
Mensile
Indennità
Annua
A & 220,00 2.640,00
B £ 180,00 2.160,00
C 1 100,00 1.200,00

RESPONSABILE DELLA TRANSIZIONE DIGITALE
Per il Responsabile della Transizione Digitale, istituito ai sensi del Dlgs. 179/2016, è previsto un importo annuo di 5.000,00 euro.
L’indennità avrà decorrenza dal 01/01/2020 ed è incompatibile con altri incarichi dirigenziali o di responsabilità di unità.

Indennità
Mensile
Indennità
Annua
416,67 5.000,00

MOBILITY MANAGER
Il decreto interministeriale Mobilità Sostenibile nelle Aree Urbane, del 27 marzo 1998, ha introdotto la figura professionale del Responsabile della Mobilità.
Gli enti pubblici con più di 300 dipendenti, per unità locale, debbono individuare un Responsabile della Mobilità del personale, con l’obbiettivo di ridurre l’uso dell’auto privata adottando strumenti come il Piano spostamenti casa-lavoro (PSCL), con cui si favoriscono soluzioni di trasporto alternativo a ridotto
impatto ambientale (car pooling, car sharing, bike sharing, trasporto a chiamata, navette, ecc.). Per il Mobility Manager è previsto un importo annuo di 2.500,00 euro.
L’indennità avrà decorrenza dal 01/01/2020 ed è incompatibile con altri incarichi dirigenziali o di responsabilità di unità.

Indennità
Mensile
Indennità
Annua
208,34 2.500,00

RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE DOCUMENTALE
Il Responsabile della Conservazione Documentale è la figura responsabile del processo di conservazione ed ha il compito di monitorare e mettere in pratica le politiche complessive del sistema di Conservazione Documentale.
Per il responsabile della Conservazione Documentale, istituito ai sensi del DPCM del 3 dicembre 2013, è previsto un importo anno di 5.000,00 euro.
L’indennità avrà decorrenza dal 01/01/2020 ed è incompatibile con altri incarichi dirigenziali o di responsabilità di unità.

Indennità
Mensile
Indennità
Annua
416,67 5.000,00

Federazione UIL SCUOLA RUA
“Ricerca Università Afam”
Coordinamento Nazionale CNR
Mario Ammendola

stampa

Collegamenti Rapidi

Enti Pubblici di Ricerca

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news