martedì 3 Agosto 2021

CNR: Comunicato Unitario CGIL CISL UIL al Personale

Si informa il Personale che il MIUR ha trasmesso al CNR le osservazioni di merito sullo schema di Statuto trasmesso al MIUR in data 11 agosto 2010.
Premesso che nell’incontro del 22 settembre u.s. con la delegazione del MIUR le scriventi OOSS hanno avuto dal MIUR la disponibilità all’avvio di una fase di discussione che non ha avuto ad oggi alcun riscontro.

Avuta notizia della formale trasmissione al CNR delle osservazioni sulla schema di Statuto, al fine di dare continuità e concretezza al confronto avviato nella citato incontro, i Segretari generali di CGIL FLC, CISL FIR e UIL RUA hanno inviato al Ministro Gelmini formale richiesta di convocazione in relazione all’emanazione degli Statuti degli Enti di Ricerca prevista dal Decreto Legislativo 213/2009.

Avuta notizia della convocazione in sede tecnica del CdA allargato per una disamina del documento ministeriale, sul contenuto del quale peraltro le scriventi OOSS hanno avuto in via informale frammentarie informazioni divenute nel tempo via via più complete, è stata decisa con procedura d’urgenza la convocazione di un’Assemblea del Personale nei corridoi antistanti la Presidenza del CNR in concomitanza con la riunione del CdA.

Nel corso dell’Assemblea, che nonostante l’estemporaneità della convocazione ha visto una numerosa partecipazione del Personale, è stato chiesto un incontro con il CdA al quale, oltre alla richiesta formale di accesso al documento ministeriale, è stata formalizzata la mobilitazione del Personale, nelle forme che si riterranno più opportune, se la formulazione finale dello Statuto dovesse ledere l’autonomia dell’Ente peraltro più volte invocata dal decreto di riordino.

In particolare ci preme evidenziare che:

  1. le richieste delle OOSS di riportare a dichiarazioni di principio la limitazione tendenziale delle spese di Personale al 75% del FFO e l’introduzione del limite di 10 anni complessivi per i periodi a Tempo Determinato e di formazione, nonché delle modalità di consolidamento dei contratti a tempo determinato (tenure track), demandandone la declinazione ai Regolamenti, sono state completamente disattese;
  2. è stato osservato che con la istituzione del Direttore Generale i poteri di spesa e di acquisizione delle entrate non possono che fare capo al Direttore Generale ovvero a Dirigenti da lui delegati. Ciò decreterebbe la fine dell’autonomia finanziaria e contabile degli Istituti con tutto ciò che tale scelta politica comporta;
  3. in prima applicazione dello Statuto è previsto che la nomina del Direttore Generale sia riservata al Ministro;
  4. è stato richiesto di abbassare il rango delle proposte tre direzioni centrali, la definizione del numero massimo di Dipartimenti, posto pari a sette, e di precisare il numero massimo degli Istituti;

Resta invece aperta la questione relativa alla costituzione di un CdA a 5 o 7 membri.

Preso atto che le osservazioni del Ministero prefigurano un CNR ancora più verticistico di quanto previsto dallo schema di Statuto, condizionandone pesantemente l’autonomia organizzativa e gestionale, FLC CGIL, FIR CISL e UIL URA si riservano di continuare la mobilitazione del Personale nei modi più opportuni che verranno successivamente comunicati.

Roma, 13 ottobre 2010

FLC CGIL
FIR CISL
UIL URA
f.to Rosa Ruscitti
f.to Marcello Leoni
f.to Americo Maresci

Collegamenti Rapidi

Enti Pubblici di Ricerca

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news