lunedì 26 Luglio 2021

CNR: Polizza sanitaria – Sussidi

POLIZZA SANITARIA

A seguito della richiesta dell’Amministrazione del CNR di presentare eventuali osservazioni e contributi entro il 20 aprile p.v. alla bozza di capitolato di gara per la polizza sanitaria, consegnata nell’incontro del 3 aprile u.s. ed allegata al presente comunicato , la UIL-RUA ha inviato le seguenti osservazioni:

Con riferimento alla bozza di documento di sintesi delle condizioni di capitolato per l’affidamento del servizio assicurativo di assistenza sanitaria in favore del personale dipendente consegnata alle OO.SS. nel corso dell’incontro del 3 aprile u.s., la UIL-RUA propone le seguenti proposte di modifiche e integrazioni:

SEZIONE B

Punto 1 – RICOVERO

A) Elevare il massimale da 250.000,00 a 500.000,00 euro e prevedere anticipo fino al 90% delle spese preventivate per ricovero in Strutture non convenzionate;

B) Punto 1.1:

lettera d) Rette di degenza: elevare il limite delle spese rimborsate da 300,00 euro a 350,00 euro al giorno;

lettera e) Accompagnatore: elevare i limiti rispettivamente da 60,00 euro al giorno per un massimo di 30 giorni a 150,00 euro al giorno per un massimo di 100 giorni per ricovero:

lettera f) Post ricovero: elevare da 30 giorni a 150 giorni successivi alla cessazione dal ricovero;

C) Punto 1.3: eliminare secondo periodo;

D) Punto 1.6: unificare i tipi di parto e di aborto e differenziare tra Struttura sanitaria convenzionata (tutta gratuita) e Struttura non convenzionata;

E) Punto 1.7: eliminare lo scoperto pari a 700,00 euro (350,00 in ambulatorio) nelle strutture convenzionate;

F) Punto 1.8: elevare l’indennità giornaliera di ricovero da 50,00 a 150,00 euro a partire dal primo giorno anziché dal 3° giorno;

Punto 2 – ESAMI DIAGNOSTICI

A) Prevedere il riferimento del massimale di 4.000,00 euro per anno al singolo componente del nucleo familiare anziché al nucleo familiare;

B) Aggiungere alla voce “ACCERTAMENTI” le seguenti tipologie:

· DISCOGRAFIA

· PNEUMOENCEFALOGRAFIA

· TOMOGRAFIA LOGGE RENALI, TOMOXEROGRAFIA

· TOMOGRAFIA TORACE, TOMOGRAFIA IN GENERE

C) Ridurre il minimo non indennizzabile a 60,00 euro, anziché 80,00 euro per ogni accertamento diagnostico o ciclo di terapia in caso di strutture non convenzionate con la Società.

Punto 3 – VISITE SPECIALISTICHE E TICKET PER ACCERTAMENTI DIAGNOSTICI

A) Prevedere il riferimento del massimale di 1.500,00 euro per anno assicurativo al singolo componente del nucleo familiare anziché al nucleo familiare.

A.1) inserire la seguente precisazione : “Si considerano unica prestazione anche la visita specialistica e l’accertamento diagnostico connessi ad una medesima patologia, contestualmente prescritti dal medico e presentati alla Società in un’unica richiesta di rimborso”.

B) Punto 3.1: ridurre la franchigia da 50,00 euro a 40,00 euro per le prestazioni in strutture sanitarie convenzionate e da 80,00 euro a 60,00 in strutture non convenzionate;

C) Punto 3.2: prevedere il limite illimitato.

Punto 4 – TRATTAMENTI FISIOTERAPICI RIABILITATIVI A SEGUITO DI INFORTUNIO

A) Prevedere il riferimento del massimale di 350,00 euro per anno assicurativo al singolo componente del nucleo familiare anziché al nucleo familiare.

Punto 6 BIS – Prevedere : PROTESI ORTOPEDICHE E ACUSTICHE

Punto 6 TER – Prevedere : CURE PER MALATTIE ONCOLOGICHE

SEZIONE C

A) Punto 2:

lettera c) Sostituire quanto previsto con: ” per un numero di componenti fiscalmente a carico pari o superiore a tre nella misura dell’80% del premio annuo riferito al personale dipendente;

lettera e), f): sostituire “la misura del 200%” con “la misura del 100%”

B) Punto 3: aggiungere alla fine del primo comma: “o per effetto della scadenza di un’altra polizza sanitaria”.

SEZIONE E

A) Punto 1: includere tra le prestazioni anche le “malattie croniche” e “le patologie pregresse”.

Per quanto riguarda infine il valore del premio annuo a base d’asta (285,00 euro) sembra essere sottostimato rispetto ai dipendenti in servizio (8.000) ed alle risorse complessive a disposizione (2,5 MIL. €).

SUSSIDI

Finché non entrerà in vigore la polizza sanitaria (presumibilmente dal prossimo anno), resterà in vigore l’attuale regolamento dei sussidi che solo successivamente dovrà essere modificato in funzione degli interventi non coperti dalla polizza sanitaria.

Nel frattempo il CNR sta completando l’istruttoria delle domande di sussidio 2011 ed è prevedibile che anche quest’anno le risorse a disposizione non saranno sufficienti a finanziare tutte le domande regolarmente presentate.

Per quanto riguarda il recupero delle domande escluse relative alle spese sostenute nel 2010, non potendo utilizzare il fondo stanziato per la polizza sanitaria e non utilizzato (1 milione e 300 mila euro), siamo in attesa dell’approvazione della richiesta di variazione di bilancio (circa 700 mila euro) per dare copertura oltre che ai suddetti sussidi anche alle borse di studio non ancora bandite.

UIL-RUA
Americo Maresci

stampa

Collegamenti Rapidi

Enti Pubblici di Ricerca

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news