7.6 C
Rome
giovedì 15 Aprile 2021

INRAN: Resoconto tavolo tecnico su Benefici Assistenziali e Sociali

A seguito della determina del Direttore Generale che definiva i disciplinari “borse di studio”, “sussidi” e “prestiti” senza alcun confronto con le parti sociali, le oo.ss. hanno ottenuto di concordarne i contenuti.

Ieri si è pertanto tenuto il primo incontro tecnico sull’argomento al fine di apportare le necessarie modifiche ed integrazioni, nonché di omogeneizzare le caratteristiche dei singoli disciplinari.

Su nostra sollecitazione l’amministrazione ha confermato che entro la settimana prossima comunicherà formalmente ai dipendenti che le scadenze per la presentazione delle domande fissata dai disciplinari al 31 dicembre 2011, sarà posticipata a metà febbraio 2012. Questo slittamento temporale (il termine per la presentazione delle domande sarà mantenuto anche a regime) consentirà di esaminare in modo approfondito i testi e completare il lavoro di revisione senza eccessiva fretta.

Il primo aspetto evidenziato è stato quello della quantificazione economica del fondo. L’amministrazione ha confermato di aver sommato le risorse dei fondi per i benefici assistenziali e sociali degli enti per un importo complessivo di circa 115.000,00 euro. Le oo.ss. hanno richiesto di specificare le voci che concorrono alla costituzione del fondo (fino all’1% delle spese per il personale), rilevando l’assenza delle voci per trattamento economico accessorio e altre spese per il personale.

Al riguardo le oo.ss., stante la ristrettezza dei tempi per concordare con l’amministrazione una posizione sulle controverse “altre spese per il personale” (a metà mese il bilancio in CdA), hanno chiesto di inserire la voce relativa al “trattamento accessorio”.

Nel prossimo incontro l’amministrazione dovrà fornire in dettaglio i dati sulla costituzione del fondo, peraltro propedeutici alla ripartizione delle risorse da destinare ai diversi benefici.

Si è proceduto quindi all’analisi del testo del disciplinare per l’erogazione dei sussidi al personale INRAN rispetto al quale l’amministrazione ha confermato che la procedura sarà avviata con l’emanazione di specifico bando.

Di seguito le modifiche richieste:

Art. 1) Le oo.ss. hanno ritenuto non opportuna l’esclusione a priori introdotta dal secondo capoverso (10% del reddito IRPEF…) e ne hanno chiesto la cancellazione. La richiesta è stata quindi di eliminare il testo da “La gravità” a “il nucleo familiare.”

Art. 2) Tutte le oo.ss. hanno rilevato l’illogicità di assimilare nei “gravi eventi” alcune delle voci elencate nel disciplinare ad esempio “funerali di congiunti” con “centri estivi”. Su questo punto si è rimandato a successiva discussione la possibilità di riorganizzare le voci in modo omogeneo.

Riguardo le voci elencate:

· si è discusso sull’opportunità di conservare i “premi per polizze assicurative” e sul tetto dell’eventuale rimborso, verificando la presenza di tale voce nei vecchi disciplinari degli enti;

· si è chiesto di differenziare per importanza la voce “operazioni chirurgiche, protesi” da “analisi e altre diagnosi, terapie continuative”;

· si è chiesto di verificare nei vecchi disciplinari anche la presenza della voce “danni per incidenti non rimborsati da terzi” che ha destato perplessità riguardo la sua eccessiva genericità;

· si è confermato il tetto minimo e massimo di rimborso individuato rispettivamente in 300,00 e 1.500,00 euro.

Art. 4) Come detto in precedenza la scadenza per la presentazione delle domande sarà posticipata e sostituita probabilmente con il “15 febbraio”. Particolare attenzione è stata posta alle modalità di trasmissione della documentazione rispetto alle quali le oo.ss. hanno chiesto:

· di permettere al personale delle sedi decentrate l’invio attraverso protocollo interno (ove possibile);

· di esplicitare le modalità di invio utilizzabili (raccomandata r/r, corrieri, ecc.) e le ricevute di invio considerate valide ai fini dell’ammissione della domanda.

Relativamente alla possibilità di invio di “copia autenticata ai sensi dell’art. 18 del dpr 445/2000” l’amministrazione dovrà indicare il responsabile del procedimento o altro dipendente competente all’interno delle sedi dell’Istituto.

Sempre al quarto punto, dopo le parole “(fatture o ricevute fiscali” sarà aggiunta la parola “denuncia)”.

Art. 5) Le oo.ss. hanno chiesto il ripristino della commissione sui benefici sociali che dovrà comprendere almeno due dipendenti in rappresentanza del personale.

Si è quindi discusso il disciplinare per l’erogazione di borse di studio ai figli dei dipendenti.

Di seguito le richieste di modifica:

Art. 3) Le oo.ss. hanno chiesto precisazioni riguardo la previsione di cui al quarto capoverso, la cui esigenza e modalità di applicazione non appare chiara. Possibile una sua eliminazione.

Art. 4) Le oo.ss. hanno valutato la possibilità di differenziare il valore della borsa in base al voto conseguito dall’allievo:

· in due fasce per la scuola secondaria di primo grado (es. fino alla media del 7 e oltre la media del 7);

· in tre fasce per la scuola secondaria di secondo grado (es. fino alla media del 7, tra il 7,1 e l’8 e oltre l’8);

· in tre fasce per l’università (es. fino alla media del 25, tra il 25 e il 27, oltre il 27).

Il principio è stato condiviso, ma la decisione è stata rinviata a quando si avrà contezza delle risorse disponibili.

Art. 5) Riguardo la presentazione delle domande (e del relativo termine), si è discusso su come considerare l’anno scolastico e l’anno accademico ai fini delle borse di studio. Sia l’amministrazione che lo oo.ss. si sono riservate di fare verifiche di dettaglio anche rispetto alla migliore gestione operativa. Tuttavia la posizione che sembra prevalere è quella di gestire tutte le fattispecie (medie, superiori, università) considerando l’anno scolastico/accademico a cavallo tra l’anno precedente e l’anno di riferimento dei benefici.

(esempio: le borse di studio relative all’anno scolastico/accademico 2010/2011 sono imputate per competenza sui benefici anno 2011, con presentazione della domanda entro il 31 dicembre 2011 ed erogazione delle borse a febbraio 2012:

Anno Scolastico/Accademico Anno Competenza Benefici Presentazione domanda Erogazione Borsa
2010/2011 2011 entro il 31/12/2011 Febbraio 2012
2011/2012 2012 intro il 31/12/2012 Febbraio 2013

Sull’argomento ci siamo aggiornati alla prossima riunione.

Il disciplinare relativo alla erogazione dei prestiti non è stato affrontato nel dettaglio. Abbiamo fatto presente che l’erogazione dei prestiti ai dipendenti non deve gravare sul fondo dei benefici assistenziali e sociali ma sul bilancio dell’ente. Vista la situazione economica dell’INRAN ed in carenza dei dati sulla consistenza del fondo, abbiamo deciso di discutere successivamente questo disciplinare.

A seguito delle modifiche richieste dalle oo.ss. l’amministrazione predisporrà una nuova bozza dei disciplinari e riconvocherà il tavolo tecnico. Vi terremo aggiornati.

Allegati:
Determina per l’erogazione dei benefici assistenziali e sociali
Disciplinare per l’erogazione di borse di studio ai figli dei dipendenti
Disciplinare per l’erogazione di prestiti ai dipendenti
Disciplinare per l’erogazione dei sussidi al personale
Regolamento per l’erogazione di sussidi del 28.04.1992
Regolamento per l’erogazione di sussidi del 01.07.1998

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news