15.9 C
Rome
mercoledì 14 Aprile 2021

ENEA: Comunicato al personale

enea sedeSi è tenuta nella giornata di ieri la riunione programmata tra ENEA ed OO.SS. sul piano di fabbisogno triennale che sarà presto (speriamo n.d.r.) trasmesso agli organi di vigilanza e controllo per l’approvazione. Nella riunione sono state illustrate le tabelle che l’ENEA rispettando il protocollo d’intesa sulle relazioni sindacali aveva già portato a conoscenza delle Organizzazioni sindacali.

Il piano riguarda gli anni 2017-2019 e tiene conto della ricognizione effettuata con i responsabili di struttura , ma si incrocia solo parzialmente con il recente decreto delegato che indica la strada per “il superamento del precariato” nel triennio 2018-2020, esso potrà tuttavia essere soggetto a revisione annuale.

Punti salienti sono comunque la dichiarata intenzione di voler procedere nel triennio in questione a ben 575 assunzioni (vigilanti permettendo n.d.r.) , delle quali 171 nel 2017 (107 + 64) a fronte di 323 cessazioni stimate… è su questi numeri che si è convenuto di aprire un tavolo tecnico che condivida un “piano di assunzioni” stabilendo priorità e modalità da rispettare.
Siamo stati informati che le richieste di riammissioni in servizio (4) e di mobilità da altri Enti sono state sottoposte ai responsabili di primo livello che hanno rigettato le prime ed accettato tre delle seconde sulla base dei curricula dei richiedenti .

In particolare la UIL RUA ha chiesto :

– Procedere alla proroga “finalizzata” all’assunzione per i 19 colleghi in possesso dei requisiti di cui alla lg. 125/2013 appena inviato il piano di fabbisogno (come da accordo di novembre u.s.) e all’indomani della trasformazione in legge del decreto , per coloro che con contratto a tempo determinato o con assegno di ricerca siano in possesso dei requisiti previsti per la stabilizzazione o per la partecipazione a concorsi in quota riservata.

– Assegnare priorità (entro il 2017) alle assunzioni degli attuali “funzionari di amministrazione” con modalità che garantiscano anche il superamento dell’attuale “sotto-inquadramento”.

– Utilizzare le graduatorie ancora valide (con particolare riferimento alle posizioni del c.d. concorsone) nelle quali sia presente personale “precario” ai primi posti d’idoneità.

– Garantire attraverso il piano triennale anche lo sviluppo di carriera interno per tutti i livelli e destinare una riserva di posti nei concorsi allo sviluppo professionale di chi è in possesso di titolo di studio diverso da quello richiesto dal bando di assunzione.

– Applicare al più presto la normativa contrattuale che consente, a richiesta degli interessati, il cambio in orizzontale del profilo professionale (artt. 52 e 65 CCNL).

La delegazione dell’ENEA ha preso nota delle nostre proposte ed ha rimandato tutto al prossimo tavolo tecnico che si aprirà il 12 aprile p.v. presumibilmente alla vigila della trasformazione in legge dei decreti delegati.

Allego le tabelle di riferimento ed invio un pensiero particolare a tutte le colleghe nel giorno della Festa della donna.

UIL RUA
Marcello Iacovelli

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news