2.1 C
Rome
lunedì 19 Aprile 2021

ENEA: Rispetto delle regole e delle persone (2)

enea sedeCom’è noto dal 30 giugno 2017 i dipendenti ENEA non hanno più alcun riferimento in merito alle prestazioni sanitarie in quanto l’affidamento del servizio da parte di ASDEP a “le Generali Assicurazioni” è scaduto e con esso il numero verde a disposizione dei dipendenti Enea.
La scrivente organizzazione sindacale ha sollecitato più volte (prima e dopo questa data) l’amministrazione ENEA perché fosse evitato un periodo di mancata copertura e soprattutto di mancata informazione al personale di quanto sta avvenendo… con i loro soldi.

Dal 1 luglio ASDEP ha affidato i servizi a RBM ma sembrerebbe ci siano minacce di ricorsi al TAR da parte di società soccombenti nella gara.

In tutto questo l’amministrazione ENEA non si è sentita in dovere di scrivere due righe d’informazione al personale né di contattare i loro rappresentanti ma soprattutto di garantire allo stesso per il tramite di ASDEP continuità nel servizio (anche nell’assistenza diretta), l’unica nota “preventiva” è quella per il personale in quiescenza invitato ad aderire alla non identificata nuova polizza, con nota del 23 maggio priva di modulo di adesione e di importo del premio da pagare (ad oggi ancora ignoto).

Abbiamo subito 53 giorni di ritardo (rispetto al massimo previsto) nell’applicazione delle progressioni di fascia, aspettiamo da un anno una definitiva chiarezza sulla normativa sugli spostamenti per servizio di cui viene disattesa la stessa circolare applicativa su “mandato verbale” agli uffici del personale, è ormai imbarazzante lo stallo sui benefici sociali ed assistenziali, in particolare nella gestione del pregresso, abbiamo subito penalizzazioni sul frazionamento delle ore concesse per lg. 104/92 per interventi fuori luogo di solerti funzionari(e) nostrani e continuiamo a parlare più in ambienti ministeriali che con l’Enea delle modalità per le future (?) assunzioni, una sorta di accanimento sul personale e un silenzio tombale dell’amministrazione, interrotto solo dalla controinformazione ai comunicati sindacali in occasione dei sempre più sporadici incontri.

Mentre aspettiamo l’ennesima, giornaliera informazione inutile su dichiarazioni spesso riciclate del presidente o sul costo aggiornato del Kw ed il superfluo “Enea informa” ennesimo strumento di selezione dell’ informazione da somministrare al “popolo”, esprimiamo tutto il nostro disappunto per l’oscurantismo regnante anche sulle materie d’interesse diretto del personale e vi invitiamo all’emissione immediata di un comunicato che faccia chiarezza sulla polizza sanitaria.

Nell’ultima riunione con le OO.SS. si è “sfiorato” il tema del benessere organizzativo , mai come in questo periodo esso è annientato, un’amministrazione sempre più somigliante ad un potere arrogante sta completando l’opera di “disumanizzazione” dell’ENEA.

Nostro compito è impedirlo!

UIL RUA
Marcello Iacovelli

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news