2.1 C
Rome
lunedì 19 Aprile 2021

ENEA: Riunioni del 5 Giugno 2013

Nella giornata di ieri è proseguita senza particolari sussulti la trattativa sul telelavoro e sul conto terzi, mentre come è noto (vedi comunicato uil del 3 giugno u.s), la trattativa sui servizi aziendali è stata rinviata, su richiesta usb e cgil, sempre a tavoli separati a martedì 11 p.v.

Relativamente all’ordine del giorno, l’Amministrazione ha preso buona nota delle nostre numerose osservazioni, crediamo abbia fatto altrettanto all’altro tavolo e, nella prossima riunione dovrebbe proporre testi di sintesi su entrambi gli argomenti.

Naturalmente per quanto riguarda il “conto terzi”, strumento che distribuirebbe qualche soldo su tutto il personale ed in particolare su chi “porta a casa finanziamenti”, ci sembra di cogliere una certa resistenza da parte dell’uomo dal “braccino d’oro” , che gestendo attualmente tutto il bilancio ed avendo potere di decidere persino se si può acquistare una beuta, dovrà mettere a disposizione del personale una percentuale degli “gli utili dei progetti”, per circa due milioni di euro/anno, rinunciando ad un pezzetto del suo grande potere recentemente “dirigenziale”.

Non molliamo… anche in ENEA avremo la giusta applicazione di una norma contrattuale, ad oggi disattesa!

Nel pomeriggio si è tenuta invece una riunione (convocata a tavolo unito) sulle prossime progressioni e sull’eventuale utilizzo di risorse destinate per gli anni 2011 e 2012.

Al tavolo hanno partecipato Uil, Cisl e Anpri che hanno condiviso un’impostazione di massima che sarà per le vie brevi sottoposta al parere di funzione Pubblica ed Economia.

Appena arriverà, come ci attendiamo, il parere favorevole , si potrà procedere, previo formalizzazione di un accordo, alle applicazioni contrattuali in oggetto.

Naturalmente tutti potranno decidere se partecipare o continuare a fare da spettatori disertando l’unico tavolo di trattativa che ha la disponibilità delle risorse e la possibilità di modificare gli accordi già sottoscritti (il nostro!).

Una parola infine, sulla questione servizi aziendali.

Ci è stato riferito che il sindacato autonomo presente all’altro tavolo, ha rivendicato i “moti” del 29 maggio in Casaccia e del 30 maggio in sede, ed ha chiesto un tavolo di trattativa solo per Casaccia.

L’Amministrazione ha affermato di ritenere “zingarate” , quanto avvenuto ma di non essere più disposta a tollerare azioni analoghe ribadendo, inoltre che il tavolo di trattativa , pur con risorse limitate, riguarderà tutti i Centri, almeno quelli in cui la situazione non è definita.

Su questo la nostra posizione e le nostre proposte sui Centri interessati sono note, riteniamo inoltre che, pur non essendo oggetto di trattativa, non si possa assistere allo stillicidio sui lavoratori dell’indotto che si vedono ridotte prima le poche ore di lavoro assegnate e poi rischiano “il licenziamento”. La questione va affrontata al tavolo, certamente ribadendo la necessità di un piano strutturale sui Centri (lo diciamo da un anno), ma anche dimostrando di conoscere ancora il significato della parola “solidarietà”.

Per evitare che si desse l’impressione di premiare chi decide di manifestare e di punire chi mostra senso di responsabilità firmando difficili accordi, abbiamo chiesto ed ottenuto, nelle more della trattativa, il ripristino del trasporto aziendale a Frascati anche il venerdì, da subito, con modalità che saranno concordate in giornata dalla RSU del Centro con il Direttore dello stesso.

Prossimo appuntamento martedì 11 Giugno 2013…..vi terremo informati come sempre!

UIL RUA
Marcello Iacovelli

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news