21 C
Rome
domenica 11 Aprile 2021

ISFOL: Comunicato al Personale

Il giorno 11 maggio 2011 si è tenuto un incontro tra l’Amministrazione e OO.SS. con diversi punti all’o.d.g.:

1. Risorse destinate alla formazione.

L’Amministrazione ha presentato una serie di dati sulle risorse per la formazione disponibili per le diverse annualità, in attesa di inviare la documentazione completa alle OO.SS. Per il personale a tempo indeterminato di tutti i livelli da I a VIII, in riferimento all’annualità 2010 sono stati impegnati 236.00 euro, cui vanno aggiunti i residui 2009 per un totale di 314.000 euro. Per il personale a tempo determinato sono stati invece impegnati per il 2010 29.000 euro e non vi sono residui (per le differenze con il FSE). L’Amministrazione ha informato inoltre che per gli anni 2007/8/9 sono state perse le risorse per la formazione, non impegnate ma disponibili sul FSE, pari a circa 182.000 euro: proprio per queste ragioni come UIL abbiamo molto insistito affinchè fosse prevista la formazione per i tempi determinati, e che si impegnassero al massimo le risorse.

Per il 2011, per il personale a tempo determinato sono disponibili 158.000 euro da FSE, mentre per il personale a tempo indeterminato, oltre ai residui del 2010, non è ancora dato sapere l’ammontare del finanziamento in considerazione dei tagli previsti dalle norme in materia di stabilità delle finanze pubbliche.

Su questi aspetti, la UILPA RUA ha chiesto ulteriori approfondimenti sull’ammontare delle risorse e dei tagli previsti, sottolinenando la necessità di investire in formazione del personale (attualmente pari all’1% del monte salari, contro il 2% massimo previsto dal CCNL) e di evitare che altre risorse vadano perse. A tal proposito, è stata ipotizzata da parte nostra una differenziazione tra formazione convenzionale (su cui gravano i tagli imposti dal Governo) e non convenzionale, al fine di salvaguardare al massimo le risorse dal taglio e garantire una maggiore formazione al personale, aspetti che verranno trattati tecnicamente nel prossimo incontro.

2. Turn-over e fondino

Considerando le annualità 2007 – 2010, l’Amministrazione ha informato che a seguito del turn-over si sono rese disponibili risorse complessive nell’ordine di circa 1.500.000 euro e un numero di posti pari complessivamente a 17 unità di personale. Al contempo, l’Amministrazione ha tenuto a ricordare le difficoltà di bilancio dell’ISFOL a seguito del taglio di 3,6 milioni di euro e del mancato trasferimento del fondo istituzionale ex IAS, fatti che rendono difficile prevedere un immediato impegno delle risorse liberate dal turn-over.

Sempre sul turn-over insistono, in virtù di recenti leggi, i costi per il personale che raggiunga i 65 anni e chieda di restare in servizio per ulteriori due anni; è stato chiesto al tavolo che l’ISFOL si esprima per coloro che a 65 anni non avessero ancora raggiunto i 40 anni di contribuzione, prendendo decisione formale in sede di Consiglio.

La UILPA RUA ha ricordato che le risorse derivate del turn-over devono essere utilizzate in favore del personale, di ruolo o a termine; le contingenti esigenze di bilancio, derivanti dai negativi interventi di soppressione degli EPR e dagli altrettanto nefasti tagli del Governo, non possono essere neanche parzialmente compensate dai risparmi, in quanto ciò significherebbe semplicemente “scaricarle”sul personale, in attesa da anni di progressioni professionali (art. 15) e di concorsi per il personale precario.

Per un rapido ed ottimale utilizzo delle risorse del turn-over la UIL la chiesto all’ISFOL di fare le proprie valutazioni sulla applicabilità dell’art. 5 del CCNL (“tenure-track”): le procedure avrebbero l’indubbio vantaggio di consentire stabilizzazioni del personale già sottoposto a concorso per tempo determinato, con l’unico impegno (di natura decisamente residuale) di perfezionare le procedure ove ve ne fosse la necessità.

Attendiamo quindi ulteriori approfondimenti, che l’ISFOL si è impegnato a produrre per i prossimi incontri, nei quali si dovrà tener conto anche dell’orientamento della Funzione Pubblica in tema di reclutamento e progressioni professionali. La UILPA RUA intende comunque confrontarsi con il personale sulle diverse ipotesi sull’utilizzo delle risorse del turn-over, al fine di proporre utili indicazioni all’Amministrazione per arrivare a soluzioni il più possibile condivise.

Il fondino residuo per il personale tecnico ed amministrativo per il 2010 è nell’ordine i 380.000 euro. Nell’incontro si è aperto il confronto sulle modalità di utilizzo di queste risorse (avvio di progressioni ex art. 54 e distribuzione delle risorse al personale): su questo punto la UILPA ritiene che devono essere attentamente e congiuntamente valutate sia l’aspettativa del personale tecnico amministrativo per i passaggi di livello ex art. 54, sia la necessità di mantenere una capienza adeguata del fondo (che si riduce in caso di passaggi, come negativamente prevede la riforma Brunetta); una ipotesi percorribile è la distribuzione delle risorse a tutto il personale in base al livello di professionalità, al fine di mantenere il più alto possibile il percepito individuale al 31.12.2010. Su questi aspetti la trattativa prosegue ed il personale sarà informato sui prossimi sviluppi.

3. Arretrati

L’Amministrazione ha confermato che gli arretrati saranno erogati a fine maggio, come precedentemente comunicato nello scorso incontro.

4. Orario autisti

Su questo punto le parti hanno concordato sulla necessità di arrivare ad un “accordo stralcio” per il 2011 al fine di garantire le esigenze dei vertici.

5. Posizioni di responsabilità (personale tecnico amministrativo)

L’Amministrazione sta effettuando ancora il monitoraggio finalizzato all’individuazione delle posizioni di responsabilità, in considerazione delle indicazioni e proposte da parte delle diverse strutture dell’ISFOL (amministrazione, dipartimenti ed aree di attività). A tal fine, l’Amministrazione intende creare un apposito nucleo per l’individuazione delle posizioni, la cui istituzione e composizione sarà comunicata alle OO.SS.

6. Passaggi di fascia orizzontale ricercatori/tecnologi

L’ISFOL ha confermato l’impegno ad avviare le procedure entro il corrente mese di maggio.

La UILPA RUA ha ribadito ancora una volta la necessità che le procedure per l’attribuzione delle fasce stipendiali dei ricercatori/tecnologi sia avviata e conclusa al più presto, per garantire agli interessati la certificazione dell’avvenuta procedura, in attesa di effettuare approfondimenti sugli effetti del decreto 78/10; su questa ipotesi si è trovato l’accordo con l’Amministrazione.

7. Procedure selettive art. 53

L’Amministrazione ha evidenziato alcune difficoltà sulla chiusura entro l’estate delle procedure per le procedure S1, mentre per le procedure S2 ed S3 non vi dovrebbero essere cambiamenti rispetto le tempistiche indicate nel precedente incontro. La UILPA RUA ha tenuto comunque a sollecitare una rapida chiusura delle procedure. Sarà comunicato alle OO.SS: la composizione del comitato chiamato a dirimere eventuali richieste di revisione dei giudizi dei responsabili – ove se ne verificasse la necessità.

Tra le varie ed eventuali, la UILPA RUA ha rappresentato all’Amministrazione l’estrema preoccupazione per l’attuale situazione dell’Istituto, complicatasi ulteriormente a seguito della determina del Direttore Generale n. 103 del 28/4/2010. Oltre ad intervenire preventivamente ed in modo unilaterale in tema di regolamenti attuativi dello Statuto (su cui nel precedente incontro le OO.SS. avevano richiesto almeno un confronto…), la determina sta nei fatti producendo un’ulteriore serie di effetti negativi nella gestione amministrativa e nelle stesse attività di ricerca, in un quadro di sostanziale assenza di condivisione, con una paralisi riconducibile a nostri avviso ad un conflitto tra Direzione e Dipartimenti. Senza entrare nel merito (se non per ribadire i rilievi già effettuati al nuovo Statuto e richiamare ad un maggior senso di responsabilità), in questa situazione la UILPA RUA ha rappresentato il rischio che venga intaccata la stessa credibilità dell’ISFOL, e che il prezzo più alto lo paghi il personale, messo nelle “condizioni” di operare male sulla base di indicazioni non correttamente trasferite.

Per queste ragioni e in considerazione peraltro di alcune incongruenze della Delibera rispetto ai contenuti del nuovo Statuto, la UILPA RUA ha chiesto l’immediata sospensione della determina, in attesa che le diverse attribuzioni siano meglio definite e soprattutto condivise dai diversi uffici dell’ISFOL.

Nel sostenere che le attuali disfunzioni sono di limitato impatto e che comunque saranno risolte in tempi brevi, l’Amministrazione ha argomentato le ragioni a monte della determina, in considerazione dell’urgenza di implementare quanto previsto dall’art. 11 dello Statuto “Attività di gestione”, dando comunque disponibilità a diramare una nota in merito alla “interpretazione autentica” della determina stessa.

In attesa dei futuri sviluppi, la UILPA RUA riafferma il suo impegno a seguire con estrema attenzione l’attuale situazione dell’Istituto, ritenendo prioritario adoperarsi in ogni sede per evitare ogni rischio e/o danno al personale, tanto più se derivante da atto interno limitativo o stativo delle attività istituzionali.

Al contempo, come avvenuto nelle fasi critiche (troppe!) dell’ISFOL, la UILPA RUA rinnova la sua disponibilità ad affrontare congiuntamente le problematiche ed a trovare soluzioni utili, nell’interesse dell’Istituto e del personale.

UILPA RUA
Sonia Ostrica

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news