4.6 C
Rome
venerdì 16 Aprile 2021

ISTAT: Assunzioni personale di livello dirigenziale – Richiesta chiarimenti

Con nota del 26 ottobre 2012 la scrivente o.s. ha chiesto alcuni chiarimenti all’ISTAT in merito alla sovrapposizione tra i dirigenti attualmente incaricati su posizioni di livello dirigenziale e gli 8 dirigenti assunti – sulle medesime posizioni di livello dirigenziale – a seguito del concorso espletato.

Solo informalmente l’Amministrazione ha risposto alla nostra obiezione, dichiarando che i dirigenti neoassunti sarebbero temporaneamente impegnati in corsi di formazione propedeutici allo svolgimento delle loro funzioni.

Tale argomentazione, che a nostro avviso non è sufficiente a giustificare, almeno per la retribuzione fissa, l’incremento di spesa, solleva anzi nuove perplessità sulle quali andrebbe fatta chiarezza.

Andrebbe precisato, infatti, quali corsi di formazione sono propedeutici allo svolgimento di attività per le quali i dirigenti assunti hanno superato un concorso, a maggior ragione nei casi in cui gli stessi dirigenti vincitori già ricoprivano incarichi dirigenziali presso altre amministrazioni pubbliche come, ad esempio, l’IGOP e che, astenendosi da qualsiasi altra considerazione di natura etica, in alcuni casi svolgevano addirittura funzioni di controllo sull’operato dell’ISTAT.

A questo si aggiunge l’informazione – non ancora ufficiale – secondo la quale due dei dirigenti vincitori del concorso ISTAT, avrebbero chiesto il trasferimento per mobilità verso le amministrazioni nelle quali prestavano servizio prima dell’assunzione in ISTAT.

L’eventuale conferma della richiesta di mobilità dei dirigenti, solleverebbe, a nostro avviso, due questioni che necessariamente andrebbero affrontate.

La prima riguarda l’anomalia di un percorso configurabile come un aggiramento del vincolo alle assunzioni, laddove il ministero interessato alla mobilità non avesse avuto la possibilità di assumere dirigenti con proprie procedure a causa del limite imposto dalla disponibilità di risorse del turn-over.

La seconda riguarda l’incoerenza di un’eventuale decisione dell’ISTAT di privarsi dei dirigenti, dopo che l’Istituto stesso, rispondendo alla nostra richiesta di continuare ad avvalersi del personale dei livv. I-III, ha ripetutamente reclamato la necessità delle figure dirigenziali ai sensi della 165/01 e la precisa volontà di scegliere il meglio della dirigenza altamente qualificata.

La UIL RUA rinnova pertanto la richiesta di chiarimenti, interessando anche gli altri soggetti ritenuti competenti in materia.

In assenza di esauriente risposta, la UIL RUA si riserva di porre il quesito sulla legittimità dell’operato agli altri organi di controllo.

Distinti saluti
UIL RUA

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news