domenica 25 Luglio 2021

Ricerca No Spending ! – Comunicato unitario CGIL CISL UIL

Una giornata riuscita di partecipazione e confronto: è questo il giudizio di FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA sulla manifestazione unitaria “Ricerca No Spending” indetta presso l’Aula Magna del CNR del 24 luglio 2012.

In una sala gremita da lavoratrici e lavoratori, l’intervento dei Presidenti e dei Rappresentanti di CNR, INFN, INAF, ISPRA, CRA, ISS e INDAM ha dato voce a tutte le preoccupazioni sullo stato della ricerca italiana e sugli effetti dei tagli lineari previsti dal decreto in tema di “spending review”. Nel ribadire le crescenti difficoltà dei singoli Enti nel programmare le attività di fronte a prospettive di ulteriore contrazione dei finanziamenti e del personale, i vertici degli EPR hanno sottolineato la necessità di trovare un coordinamento istituzionale tra Enti, capace di valorizzarne le funzioni e di difenderne l’autonomia.

Estremamente significativa è stata la presenza dei rappresentanti delle forze politiche che hanno inteso aderire all’iniziativa e manifestare la loro vicinanza ai temi della ricerca pubblica. Nei loro diversi interventi, il Sen. Vita (Pd), l’On. Binetti (UDC), il Segretario Ferrero (PRC), l’On. Granata (FLI), Guidoni (SEL) e Modano (IDV) hanno convenuto sulla necessità di reali politiche rafforzamento della ricerca pubblica italiana e del riconoscimento del suo ruolo. In tal senso, è necessaria una diversa assunzione di responsabilità da parte della politica in discontinuità con il recente passato e con i tagli ai finanziamenti ed al personale previsti nella spending review.

Con questa impostazione comune, è emerso la volontà di aprire un reale confronto tra vertici degli EPR, forze politiche e sindacati sulla tema della ricerca pubblica, con l’obiettivo di definire politiche ed interventi capaci di programmare le attività e di valorizzare il suo contributo per lo sviluppo sociale ed economico del Paese.

Stando a quanto riportato dalle agenzie di stampa e dalle stesse personalità presenti alla manifestazione, la mobilitazione unitaria in corso nel comparto e gli interventi delle forze politiche hanno già portato al risultato dell’eliminazione dei tagli ai finanziamenti per l’anno 2012. A nostro parere, si tratta di un parziale ma significativo successo. In queste ore vanno intraprese tutte le necessarie azioni per eliminare in particolare le ipotesi di tagli ai finanziamenti per i prossimi anni, lo smembramento degli EPR, i tagli alle piante organiche e il blocco del turn over: interventi questi che mettono a rischio la sopravvivenza del comparto e nei fatti, riducendo i posti lavoro, mettono in discussione l’occupazione del personale precario

Convinti della necessità di difendere la ricerca nell’interesse del Paese e delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto, FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA intendono mantenere la mobilitazione mettendo in atto nuove iniziative.

FLC Cgil
Domenico Pantaleo

CISL FIR
Giuseppe De Biase

UIL RUA
Alberto Civica

stampa

Collegamenti Rapidi

Enti Pubblici di Ricerca

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news