19 C
Rome
giovedì 17 Giugno 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDEIL “RENZISMO” CONTAGIA ANCHE IL CNR!!!
“PROSCIUGATO” FONDO INDENNITÀ RESPONSABILITÀ LIV. I-III ??!!
IL SINDACATO ESCLUSO DA OGNI INFORMAZIONE!!!
LA UIL-RUA CHIEDE CONTESTUALITÀ TRA AMMINISTRAZIONE CENTRALE E RETE

La UIL-RUA ancora una volta inascoltata si è rivolta al Collegio dei Revisori dei Conti ed al Magistrato per il Controllo. Il contenzioso in atto riguarda l’applicazione dell’Art.9 del CCNL 21-02-02, lo strumento contrattuale ideato per risolvere, in particolare, i problemi della Rete in materia di erogazione della indennità di responsabilità di direzione di strutture tecniche e scientifiche di particolare rilievo a carattere nazionale.
In maniera assurda tale strumento viene dal Direttore Generale applicato, a nostro avviso “ad libitum” e con discriminazione, solo per alcune Strutture dell’Amministrazione Centrale, rinviando ad una fase successiva l’eventuale applicazione (non si sa con quante risorse) alle restanti Strutture dell’Amministrazione Centrale e della RETE.
Il Direttore Generale, infatti, ha emanato un provvedimento con decorrenza 1 agosto u.s. in cui si prevede l’applicazione dell’Art.9 a 10 strutture dell’Amministrazione Centrale inserendole in maniera per nulla trasparente e senza il previsto confronto con il Sindacato, in 3 fasce economiche determinando la seguente situazione:

2014 08 05 comuncato personale CNR all 1

Assurdo e incomprensibile rimane il silenzio del Presidente.
Come preannunciato nel nostro comunicato del 29 luglio 2014 si rinvia a settembre, alla ripresa dalla pausa estiva, ogni iniziativa in merito.
Qui riportiamo di seguito il testo della lettera inviata in data odierna agli organi di vertice e di controllo dell’Ente.

La UIL-RUA deve purtroppo ancora una volta registrare la scarsa attenzione e la mancata considerazione per le osservazioni della scrivente O.S., tant’è che la stessa si vedrà costretta, per il futuro, ad individuare quale proprio interlocutore direttamente gli Organi Istituzionali preposti al controllo: Collegio dei Revisori, Magistrato delegato al Controllo, Corte dei Conti, Ministeri Vigilanti.
In particolare si fa riferimento:
a) ai criteri di attribuzione dell’indennità di direzione di Strutture di particolare rilievo di cui alle note di Codesta Direzione Generale del 22 e del 31 luglio u.s.;
b) all’elasticità dei criteri che mutano unilateralmente e senza motivazione a distanza di meno di 10 giorni (vedi note del 22 e del 31 luglio), che lascerebbe presupporre, erroneamente, l’esistenza di un fondo indefinito e senza limite;
c) ai criteri richiamati dal Direttore Generale deliberati dal Consiglio Direttivo (e non dal Consiglio di Amministrazione) da oltre 12 anni, che sono a nostro avviso ormai obsoleti, in quanto finalizzati a 3 sole Strutture dell’Amministrazione Centrale di particolare rilievo quando la Struttura organizzativa dell’Amministrazione era costituita prevalentemente da Uffici di livello dirigenziale diretti da dirigenti amministrativi.
Inoltre, i criteri della richiamata delibera del C.D. del 2 luglio 2002 erano riservati esclusivamente alle 3 Strutture in possesso dei requisiti e dell’indennità di cui all’Art.22 del DPR 171/91, presupposto indispensabile per la determinazione e l’erogazione anche dell’indennità di cui all’Art.9 del CCNL 21-02-02.
La scrivente O.S. non può inoltre condividere la posizione dell’Ente di rinviare ad una fase successiva la definizione dei criteri e delle procedure per la determinazione dell’indennità di direzione delle Strutture di particolare rilievo quali UOS, Aree di Ricerca, Uffici di livello non dirigenziale ed Uffici dirigenziali di II livello la cui responsabilità è affidata a dipendenti inquadrati nei livelli I-III, ritenendo che, l’intero importo del Fondo debba essere utilizzato contestualmente ed indiscriminatamente per tutte le strutture dell’Ente aventi diritto.
La scrivente O.S. chiede pertanto di conoscere l’entità e le modalità di costituzione del Fondo adottato dall’Ente per finanziare l’indennità di direzione di Strutture di particolare rilievo contrattualmente prevista dall’Art. 9 del CCNL 21-02-02, secondo biennio.
Si chiede inoltre di conoscere le modalità ed i criteri di ripartizione di tale fondo tra le Strutture di particolare rilievo dell’Amministrazione Centrale e quelle degli Istituti e delle Aree di Ricerca. Si rimane in attesa di puntuali e dovute risposte in merito, in quanto trattasi di trattamento economico accessorio.

Quando si pensa ad altro…succede anche questo

Riportiamo la nota inviata al Direttore Generale a seguito della disavventura capitata a due nostri colleghi il 31 luglio u.s..

La scrivente O.S. è venuta a conoscenza del grave episodio accaduto nel pomeriggio di giovedì 31 luglio u.s. in cui sono rimasti coinvolti due dipendenti a seguito del malfunzionamento di uno dei due ascensori siti all’ingresso principale della Sede Centrale che consentono, tra l’altro, l’accesso al primo piano della Presidenza e Direzione Generale.
In passato più volte si erano verificate disfunzioni degli ascensori con il blocco dell’apertura delle porte risolte poi con l’immediato intervento del personale addetto alla vigilanza.
Nell’ultimo periodo l’elevata frequenza di tali disfunzioni ha indotto l’Ufficio competente a vietarne l’utilizzo; infatti abbiamo notato che circa la metà degli ascensori della Sede Centrale sono tutt’ora “fuori uso”.
È la prima volta, però, da oltre 30 anni e a nostra memoria, che si verifica un malfunzionamento come quello del 31 luglio quando l’ascensore, salendo senza mai fermarsi nonostante la programmazione, ha superato il “fermo corsa” oltre il piano estremo ed è andato ad urtare sul tetto di cabina dell’ascensore, per poi iniziare una discesa libera e bloccarsi automaticamente tra un piano e l’altro.

Il pronto intervento del personale di vigilanza ha consentito dopo circa trenta interminabili minuti, in parte senza luce e senza aria, di portare al piano l’ascensore con la contestuale apertura delle porte.
Riteniamo superfluo descrivere lo stato d’animo di coloro che hanno dovuto subire simile disavventura, ma ribadiamo con forza la necessità, in tempi di ristrettezze economiche, di effettuare una programmazione delle priorità degli interventi rispetto ai quali non vi è alcun dubbio al primo posto va collocata la SICUREZZA in tutti i suoi aspetti.
Risulta in questo senso incomprensibile la mancanza di approfonditi interventi periodici di manutenzione degli ascensori prima di effettuare altri tipi di “manutenzioni” più legati al lifting che alla sicurezza.
Nel sollecitare un immediato intervento per mettere in sicurezza tutti gli impianti dandone contestuali assicurazioni al Sindacato ed al personale, la UIL-RUA chiede:
1) un incontro relativamente allo stato e all’efficienza di tutti i servizi della Sede Centrale;
2) l’ampliamento dei compiti affidati alle squadre di emergenza, da formare preventivamente per poter intervenire anche sugli impianti degli ascensori.

Asili Nido

Nel mese di settembre verranno erogati gli assegni per gli asili nido relativi alle circa 60 domande precedentemente escluse per mancanza di fondi, riguardanti gli anni educativi 2011-2012 e 2012-2013.

Polizza Sanitaria

Riteniamo utile ricordare per gli interessati alla polizza sanitaria che l’11 agosto p.v. scade il termine per :
a) l’iscrizione alla polizza dei familiari dei dipendenti;
b) l’iscrizione alla polizza per il personale cessato dal servizio dopo il 20 settembre 2010;
c) l’invio del modulo con i dati del dipendente, indispensabile per ottenere i rimborsi assicurativi, tramite la procedura presente in SIPER.

Nomina Commissioni

Rispetto alle varie informative recentemente pervenute, con singole note dell’Ente, in merito alla composizione delle varie Commissioni delle selezioni interne in itinere, riportiamo la lettera inviata al Presidente CNR prendendo spunto dall’indennità di valorizzazione professionale:

La scrivente O.S. non può, purtroppo, che essere ripetitiva in tema di composizione delle Commissioni per la valutazione delle domande di partecipazione alle varie selezioni interne presentate dai dipendenti dell’Ente.
Pertanto, in coerenza con quanto formalmente evidenziato nella giornata di ieri in merito all’Art. 65 con lettera prot.125/2014 del 4-8-2014, che si allega alla presente, la UIL-RUA, interessata più ai criteri che ai nominativi, conferma la propria posizione anche per la composizione della Commissione esaminatrice delle domande per l’attribuzione dell’indennità di valorizzazione professionale Art.42 CCNL 7-11-1996 a seguito della comunicazione dell’Ufficio Relazioni Sindacali del 5 agosto c.m..
La UIL-RUA ribadisce quindi la necessità e l’urgenza della convocazione di un incontro riguardante i criteri generali per la composizione di TUTTE le Commissioni a partire da quelle attualmente in itinere quali: Art.52 (Mobilità Orizzontale tecnici e amministrativi)

Art.65 (Mobilità Orizzontale ricercatori e tecnologi)
Art. 42 (indennità di valorizzazione professionale CTER IV livello)
Art.8 (anticipazione fascia stipendiale ricercatori e tecnologi)
CALL (attribuzioni incarichi di Responsabile delle Strutture)
Restando in attesa dell’incontro richiesto, si coglie l’occasione per augurare buone vacanze con l’auspicio di poter verificare, dopo la pausa estiva, un maggior coinvolgimento del Sindacato a partire dalle questioni riguardanti il personale e l’organizzazione del lavoro.

BUONE VACANZE
UIL RUA
Americo Maresci

stampa

Ultime news