lunedì 27 Settembre 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDEA seguito dell’invio da parte del DG ai Direttori di Dipartimento dei testi dello Statuto e del ROF si rende palese lo stile che oramai pare essere diventato di pessima abitudine, quello della assoluta mancanza di informazione.
Riserveremo in altra sede una più specifica disamina di dispositivi (Statuto e soprattutto ROF) che purtroppo deludono ancora le aspettative che si erano create ed in parte vanificano gli sforzi prodotti con tanto impegno e per lungo tempo dal sindacato.
Entrando in alcune sue parti e volendo solo riferirci al nodo della costituzione delle Aree di Ricerca rimane, anche in quest’ultima stesura, l’incredulità di come si ritenga, in particolare, che i costi relativi al mantenimento di queste Strutture possano ricadere sugli Istituti afferenti. Quest’ultimi saranno costretti a “tassare” le loro dotazioni per coprire costi che fino all’anno scorso, secondo un burocratico gioco delle carte, venivano ricoperti da fondi dedicati esclusivamente al mantenimento delle Aree di Ricerca.

“Fino all’anno scorso”…sì!!! Perché già dal 2014 le Aree di Ricerca non hanno ricevuto la Dotazione Ordinaria, né tantomeno gli Istituti afferenti, così da dover contribuire, con calcoli differenti Area per Area, al loro mantenimento, con una evidente decurtazione alle dotazioni esterne procacciate con tanta fatica dai Ricercatori!
E se la programmazione di spesa di quel Progetto prevedeva un Assegno di Ricerca? Un tempo determinato? Diamo allora molto più concretamente un volto a questo “esercizio contabile”!
La verità è che oltre ad oggettivi ed indubbi problemi di rendicontazione questa manovra ha comportato una ridistribuzione ed una diversa programmazione di spesa che finiscono inevitabilmente per ricadere sulle categorie più deboli…i Precari!!!
Ancora una volta, dunque, si vuole attingere da un serbatoio oramai vuoto…dimenticandosi di dare un’informazione puntuale sulle scelte, guardandosi bene dal ricercare regole di contribuzione ben chiare e condivise con la comunità scientifica e soprattutto trascurando totalmente gli obiettivi primari della programmazione, della mission degli Istituti e quello della valorizzazione delle risorse umane che in essi operano!
Si “dimenticano” troppe cose… ma forse si preferisce partorire un topolino piuttosto che “ascoltare”.
BORSE DI STUDIO FIGLI DIPENDENTI
Nel rispetto dell’autoprogrammazione dell’Ente, nel corrente mese di novembre, il CNR erogherà le borse di studio per i figli meritevoli dei dipendenti che hanno frequentato con profitto negli anni scolastici 2011-2012 e 2012-2013 la Scuola Media Superiore.
Come già avvenuto per le Medie Inferiori, l’erogazione sarà pari all’80% delle domande regolarmente presentate, incrementando per il biennio di riferimento di 346 il numero complessivo delle borse.
Pertanto nel corrente mese verranno erogati i seguenti importi:

2014 11 12 comunicato personale CNR all1

Sino ad oggi le domande escluse per mancanza di risorse risultano pari a 580 (234 Medie inferiori e 346 Medie Superiori) per un importo complessivo di 179.600 euro.
Dovremmo attendere il prossimo mese di dicembre per verificare quante domande risulteranno escluse per l’Università in modo da quantificare l’importo complessivo da chiedere al CNR per cercare di evadere tutte le domande presentate.

UIL RUA
Americo Maresci

stampa

Ultime news