venerdì 24 Settembre 2021

CNR: Grande risultato della UIL RUA sulle assenze per visite mediche

CNR SEDEIL TAR LAZIO RICONOSCE LA VALIDITÀ DEL RICORSO UIL-RUA E ANNULLA LE CIRCOLARI DEL CNR E DELLA FUNZIONE PUBBLICA
Con sentenza n. 5711/2015 il TAR Lazio ha accolto il ricorso della UIL-RUA per l’annullamento della Circolare della Funzione Pubblica n. 2 del 17-2-2014 avente ad oggetto la nuova disciplina lesiva in materia di obbligatorietà dell’utilizzazione dei permessi per fruire delle assenze per visite, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici.
Il TAR Lazio ha anche annullato la direttiva del CNR del 3-4-2014 che aveva imposto all’interno dell’Ente la disciplina lesiva sull’obbligatorietà dei permessi per le assenze del personale per motivi sanitari.
In conseguenza, essendo la sentenza del TAR immediatamente esecutiva, sia la circolare della F.P. sia la direttiva del CNR non sono più operative essendo state annullate dal TAR Lazio.

Si tratta di una grande vittoria di principio nonché sostanziale che tutela un diritto fondamentale dei dipendenti dell’intero comparto della Ricerca, nonché in particolare del CNR, quale quello della salute, che illegittimamente era stato gravemente penalizzato con i provvedimenti impugnati dalla UIL RUA ora annullati dal TAR al fine dell’applicazione della disciplina in materia prevista dal CCNL di comparto che rimane quindi tuttora attiva e vigente.
La UIL RUA è felice di avere, quale unica Organizzazione Sindacale ricorrente, determinato l’annullamento della circolare della funzione Pubblica il che determina altresì l’indistinto beneficio per tutti i dipendenti del Comparto della Ricerca.
A tal fine la UIL RUA ha inviato ai vertici del CNR la seguente diffida con allegata la relativa sentenza.
Con sentenza n. 5711/2015 pubblicata il 17 aprile u.s. ed allegata alla presente, il TAR Lazio ha accolto il ricorso della UIL-RUA per l’annullamento della Circolare della Funzione Pubblica n.2 del 17-2-2014 avente ad oggetto la nuova disciplina lesiva in materia di obbligatorietà dell’utilizzazione dei permessi per finire delle assenze per visite, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici.
Il TAR Lazio ha anche annullato la direttiva del CNR del 3-4-2014 che aveva imposto all’interno dell’Ente la disciplina lesiva sull’obbligatorietà dei permessi per le assenze del personale per motivi sanitari.

Essendo la sentenza del TAR immediatamente esecutiva con effetti retroattivi, la scrivente UIL-RUA intima e diffida il CNR:
1) a dare immediatamente applicazione alla suddetta sentenza del TAR Lazio prendendo atto dell’annullamento della direttiva del 3-4-2014 e pertanto applicando correttamente la disciplina vigente in materia prevista dal CCNL Comparto Ricerca;
2) procedere nei confronti del personale che abbia medio tempore dovuto fruire di permessi al fine di potersi assentare dal servizio per motivi di carattere sanitario a ripristinare ed applicare “ora per allora” le disposizioni contenute in sentenza.

21 aprile – Natale della Ricerca

Mentre ci riserviamo di produrre uno specifico comunicato sul pieno successo della manifestazione del 21 aprile, peraltro ripreso con vasta eco dal TG3-LAZIO (immediatamente trasmesso sul TG3 RAI delle 14.00 e probabilmente rivedibile sulle successive odierne edizioni) cogliamo l’occasione per ringraziare per l’ampia adesione manifestata sia con la partecipazione diretta (o in streaming) sia con la sottoscrizione dell’appello che sarà completato e consegnato al Presidente del Consiglio, ai Ministri Vigilanti ed ai Presidenti degli Enti di Ricerca.
L’intera manifestazione si può rivedere al seguente link:
https://www.youtube.com/watch?v=a-CK8unyGD0 oppure sul canale UILRUA.CNR su YOUTUBE.

stampa

Ultime news