domenica 16 Giugno 2024

UIL RUA: Università, ricerca e cultura sono priorità solo a parole. Con accorpamento con Scuola diventeranno settori marginali

logoaranCOMUNICATO STAMPA

UIL-RUA: UNIVERSITA’ RICERCA E CULTURA SONO PRIORITA’ SOLO A PAROLE
ACCORPAMENTO CON SCUOLA E’ SEMPLIFICAZIONE CHE MARGINALIZZA SETTORI SU CUI BISOGNA PUNTARE PER IL RILANCIO DEL PAESE

“Evidentemente in Italia Universita’, ricerca e cultura sono priorità solo a parole: non si spiegherebbe altrimenti l’intenzione che sta emergendo di accorpare settori specifici come quelli delle Università, degli Enti di Ricerca e dell’Alta formazione al comparto della scuola nel quale sparisce la specificità di settori fondamentali per il futuro dell’Italia”. Lo dichiara Sonia Ostrica, segretaria della Uil-Rua (Uil-Ricerca Università e Afam) commentando quanto emerso dall’incontro di ieri, mercoledì 3 febbraio, presso l’ARAN (Agenzia per la Rappresentanza Negoziale della Pubbliche Amministrazioni).

“La confluenza dei nostri settori con la Scuola è una scelta miope e profondamente sbagliata che, invece, sia la CGIL che la CISL, seppur con toni diversi fra loro, hanno accettato – continua la segretaria della Uil-Rua -. Tale accorpamento coinvolgerebbe realtà ed istituzioni completamente diverse, con ordinamenti, funzioni, professionalità e competenze non assimilabili”.

“Una semplificazione di questo tipo marginalizza di fatto la Ricerca, l’Università e l’AFAM e compromette qualsiasi possibilità di un vero rilancio di questi settori, con riflessi palesemente negativi sul versante dell’Alta formazione, della Ricerca, dell’Innovazione e dello stesso sviluppo e progresso del Paese – conclude Sonia Ostrica -. Forti del sostegno della confederazione UIL contrasteremo fino all’ultimo l’ottusa confluenza dei settori RUA nella Scuola”.

Collegamenti rapidi

Il Punto del Segretario Generale

La notte europea dei ricercatori 2023

Come ogni anno si celebra la “Notte europea dei ricercatori”, ci chiediamo in che modo questo Paese investa nei...