3 C
Rome
venerdì 14 Maggio 2021

AFAM: Firmato il DM che disciplina il passaggio dei Docenti I FASCIA

Con la firma del Decreto Ministeriale che disciplina il passaggio dei docenti dalla seconda alla prima fascia si pone fine a un’ingiustizia che per lunghissimi anni ha causato un clima di disagio nelle istituzioni dell’Alta Formazione Artistica e Musicale.

Con la firma del decreto si dà avvio all’attuazione degli importanti provvedimenti che sono stati introdotti nella legge di bilancio, provvedimenti per i quali la Fed. Uil Scuola RUA si batte da anni con la ferma intenzione di rilanciare il settore.

Riconosciamo al MUR il positivo cambio di atteggiamento nelle relazioni sindacali che sta portando risultati concreti ed efficaci, tale confronto fattivo e prolungato rappresenta un momento di crescita e arricchimento per tutto il settore nel rispetto delle reciproche posizioni.

Dopo l’illustrazione della bozza del decreto, come Uil è stata contestata la mancanza dei criteri, delle tempistiche e della composizione delle commissioni nel decreto; solo dopo aver chiarito che la mancanza di questi elementi avrebbe potuto vanificare la finalità stessa del decreto, il MUR ha accolto le proposte nei limiti consentiti introducendo le modifiche.

I contenuti:

  • Viene confermato che il DM trasformerà tutti i posti di II fascia in I fascia.
  • Le istituzioni bandiranno una procedura di idoneità da concludersi entro 90 giorni dalla registrazione presso la Corte dei Conti.
  • Le commissioni saranno composte dal Direttore e da due componenti scelti dal Consiglio Accademico tra i docenti del medesimo settore disciplinare, in caso di indisponibilità dai docenti di un settore affine.
  • L’idoneità sarà riconosciuta con decisione motivata in base alla valutazione dei titoli artistici, culturali e professionali che consentirebbero l’inserimento  in graduatoria d’istituto per il settore di I fascia.
  • I docenti firmeranno un nuovo contatto con il Ministero nel profilo di docenti di I fascia per il settore disciplinare di appartenenza, conservando comunque l’anzianità di servizio precedentemente maturata.

La Segreteria Nazionale

stampa

 

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news