24 C
Rome
venerdì 18 Giugno 2021

ASI: Applicazione Leggi e Sentenze

Gentilissimi Presidente, Componenti CdA ASI e Direttore Generale,
in occasione dell’ultimo incontro intervenuto tra le parti sociali e l’Ente, abbiamo commentato la tempestività con la quale il Direttore Generale ha comunicato alle OO.SS., via posta elettronica, l’intensione dell’Amministrazione di adeguarsi, nelle specifiche procedure esperite in ASI, a quanto recentemente statuito dal Consiglio di Stato nella sentenza del 3 febbraio 2020 n. 872 in relazione all’interpretazione e all’ambito di applicazione del Decreto Legislativo n. 75 del 25/05/2017, meglio noto come “Legge Madia”.

Rileviamo però come Codesta Amministrazione debba adottare corrispondente coerenza gestionale nel riconoscere la validità delle sentenze intervenute nel tempo e nei vari gradi di giudizio.

Chiediamo pertanto alle SS.LL. Ill.me, come già congiuntamente richiesto dalle OO.SS. nel corso dell’ultimo incontro, che nel PTA 2020-2022, peraltro d’imminente approvazione nel prossima CdA ASI, sia sostanziata la propositiva volontà dell’Ente di applicare l’art. 15 del CCNL relativo al personale dell’Agenzia Spaziale Italiana, che disciplina le opportunità di sviluppo professionale per i Ricercatori e i Tecnologi, in linea con la sentenza della Cassazione Civile a Sezioni Unite n. 8985 del 11/04/2018.

Auspichiamo infine, per ultimo ma non certo per importanza, che l’Amministrazione con altrettanta attenzione provveda ad aggiornare, prima di ogni altra iniziativa in merito, l’applicazione del comma 1 dell’art. 20 del soprarichiamato Decreto Legislativo 75/2017, integrato e modificato dal Decreto Legge 29/10/2019 n. 126 e convertito in legge n. 159 in data 20/12/2019.

Tale Legge è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 28/12/2019 ed è fatto obbligo ad ogni Dirigente della P.A di farla osservare come legge dello Stato, adeguando le procedure già applicate e quelle in essere, alla citata novella normativa. Si sottolinea come, in ordine a quanto segnalato in quest’ultimo paragrafo e alle procedure in essere, ogni eventuale reticenza da parte di Codesta Amministrazione potrebbe originare oneri aggiuntivi a carico del bilancio dell’Ente oltre a inutile ulteriore contezioso.

GAU UIL
Walter A. Pelagrilli

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news