domenica 19 Settembre 2021

ASI: Bandi di concorso

asiLe scriventi OO.SS. sono venute, peraltro informalmente, a conoscenza della pubblicazione dei bandi in oggetto e, nonostante l’avvenuta informativa sui profili di attività che sarebbero stati banditi, nulla è stato preventivamente comunicato sui criteri di valutazione della professionalità prevista contrattualmente.
La distribuzione dei punteggi: 60 al colloquio e 30 ai titoli di cui 20 destinati alla valorizzazione professionale e 10 ai titoli professionali ci sembra assolutamente non condivisibile. Infatti i 20 punti assegnati alla valorizzazione professionale saranno facilmente saturati da tutto Il Personale ASI sia a tempo indeterminato che determinato. Questi sono inoltre valutati includendo anche gli anni di anzianità posti quale soglia di ingresso, e non relativamente agli anni aggiuntivi di esperienza specifica nel settore di interesse, elemento questo realmente meritevole di punteggio.

I 10 punti assegnati ai titoli (dei quali addirittura solo 5 assegnabili sulla base di titoli di concreta esperienza tecnico-gestionale, caratteristica fondamentale dei profili in oggetto) sono assolutamente irrisori, soprattutto tenendo conto che si è alla ricerca di profili di elevata competenza, per i quali la documentata esperienza (tecnica e gestionale) non può che essere prevalente rispetto all’esito di un colloquio. 60 punti al colloquio riteniamo creino una eccessiva discrezionalità da parte della commissione (peraltro esterna) infatti il CCNL prevede per il I e II Livello come requisito di accesso la “capacità acquisita di svolgere autonomamente funzioni di progettazione, di elaborazione e di gestione correlate ad attività tecnologiche e/o professionali e/o di coordinamento ….” Che si ritiene debbano essere accertate da atti formali quali incarichi e/o titoli e non prevalentemente tramite colloquio.
Si rileva infine che, essendo stati posti criteri identici per i Bandi di I, II e III livello, si viene a creare una situazione paradossale per cui uno stesso soggetto (e si nota che, ad esempio, TUTTO il personale ASI ad oggi possiede il requisito di almeno 12 anni di esperienza tra borse di studio, assegni e contratto TI/TD) accederebbe con identico punteggio in termini di esperienza/titoli indistintamente ai tre livelli, sottolineando ulteriormente la eccessiva discrezionalità del colloquio. Peraltro si segnala che tale requisito risulta essere non coerente con il dettato normativo per i Dirigenti Tecnologi e comparativamente anche per il livello di Primo Tecnologo.
Si chiede pertanto una sospensione dei bandi emessi e un passaggio al tavolo sindacale per un confronto nell’ interesse dei dipendenti.

FLC CGIL
Gabriele Giannini
FIR CISL
Rita Cetorelli
UIL RUA
Americo Maresci
ANPRI
Lorenzo Chessa

 

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news