martedì 27 Luglio 2021

CREA: Mancata condivisione procedura art.53 – Progressioni economiche personale IV-VIII

Il CREA si appresta a varare la procedura per selezioni ai fini delle progressioni economiche SUPER per i livelli apicali dei profili IV-VIII.

La UIL non ha sottoscritto il relativo accordo, per la mancata discussione sui criteri del bando di concorso, limitando tale discussione solo al numero di posti e alle risorse disponibili.

Avevamo chiesto di semplificare e fare una unica procedura che unisse le decorrenze 2018 e 2020 in un’unica tornata. Il personale vincitore per entrambe le procedure avrà il riconoscimento giuridico ed economico all’1/1/2021. Avevamo inoltre richiesto la possibilità di fare un unico concorso per profilo, in modo da consentire la partecipazione a tutti gli aventi diritto. Tale evenienza, non prevista dal CCNL, poteva essere superata tramite accordo sindacale ad hoc.

Riscontriamo invece che nella procedura è confermato il calcolo di anzianità come da precedente bando, che non valorizza in modo efficace la permanenza nell’ultimo livello. Inoltre, per la partecipazione al concorso, non si capisce il mancato riconoscimento del 20% dell’anzianità pregressa per la posizione 1° super.

Per quanto riguarda la verifica dell’attività professionale si riscontra quanto segue: nel corso del triennio preso in considerazione i valori della valutazione della performance sono variati, questo comporta una normalizzazione decisa unilateralmente dagli uffici dell’Amministrazione Centrale con grande incertezza relativa all’attribuzione del punteggio finale e della relativa classe di merito. Tra i titoli sarà valutato anche il curriculum, introdotto per la prima volta nelle procedure concorsuali CREA. Anche in questo caso si tratta di una decisione unilaterale.

Ai fini della graduatoria finale, tra i criteri di precedenza a parità di punteggio, si fa riferimento ad un Ruolo di anzianità, più volte richiesto e mai pubblicato.

Si spera che tale procedura possa essere terminata entro luglio 2021 in modo che il personale non vincitore possa ripresentare domanda per la seconda procedura che a questo punto non sarà varata prima di settembre. Logicamente, con decorrenze, titoli e valutazioni diversi, riferite al triennio 2018-2020, il punteggio finale sarà differente per il candidato che parteciperà alle due procedure. Speriamo che questo meccanismo farraginoso non produca ulteriore elementi di contenzioso, a cui il CREA è ormai abbonato per ogni procedura.

Federazione UIL SCUOLA RUA
“Ricerca Università Afam”
Il Segretario C R E A
Mario Finoia

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news