sabato 31 Luglio 2021

INRAN: Diffida su rilevazione presenze

Le scriventi OO.SS. hanno appreso che il nuovo sistema di rilevazione delle presenze non è adeguato alla realtà INRAN, essendo modulato su esigenze contrattuali diverse, ovvero quelle del CCNL Ministeri anziché sul CCNL ricerca, che prevede più ampie autonomie e flessibilità.

La gestione del software richiede l’inserimento manuale di ogni variazione rispetto ad un orario rigidamente individuato, attraverso procedure così farraginose ed impegnative da aver richiesto addirittura corsi di formazione ad hoc!

Il dichiarato risparmio derivante dalla dismissione del vecchio sistema è insufficiente a giustificare i forti disagi fin qui già verificatisi, e che presumibilmente si ripeteranno fino a che non si riuscirà ad apportare le opportune modifiche, come evidenziato in assemblea dei lavoratori tenutasi in data 29 marzo u.s.

Il conguaglio fiscale ha già comportato il concentramento su un unico mese (marzo) del saldo passivo, con le decurtazioni in alcuni casi di diverse centinaia di euro; stesso problema rischia di verificarsi nuovamente in quanto ancora non risultano contabilizzate le malattie o le assenze a diverso titolo effettuate con incidenza sul salario: è evidente il danno apportato ai lavoratori, ragione per cui si chiede sin da ora di intervenire a rateizzare le somme eventualmente da restituire.

Poichè:
* il sistema scelto NON E’ ADEGUATO;
* ancora gli utenti che utilizzano il sistema MAC fanno impallare la rete nonostante le dichiarazioni che anche i loro computer possono finalmente operare nel sistema senza entrare in conflitto;
* non è ipotizzabile quella che si configurerebbe come una manomissione dei dati inseriti dagli utenti e ciò in sola conseguenza del fatto che il sistema non è in grado di gestirli,

si suggerisce di provvedere a garantirsi che il sistema di rilevazione delle presenze venga adeguato – anche cambiandolo – alle esigenze dell’attività istituzionale ed al CCNL Ricerca, cosa che il SISTAN non consente.

Le scriventi OO.SS. con la presente DIFFIDANO codesta amministrazione ad intervenire in ogni e qualsiasi modo sulle presenze registate, ad esempio azzerando il pregresso del mese di gennaio ove il personale non provveda ad perfezionare personalmente e manualmente la registrazione – come comunicato in nota non firmata inviata via mail il 24 marzo u.s. alle ore 15.05 “per conto del servizio del personale”: infatti tale attività non spetta ai dipendenti, ma dovrebbe essere oggetto di compensazione effettuata direttamente dal sistema.

Siamo disponibili ad incontrare l’INRAN per definire le opportune procedure di recupero del pregresso, e ancora un volta rinnoviamo la richiesta di incontro ripetutamente inviata all’ente.

  FLC CGIL                         UILPA RUA
Angela Imperi                    Sonia Ostrica

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news