sabato 31 Luglio 2021

INRAN: lettera unitaria al Ministro MIPAF : serve impegno diretto e presenza all’incontro del 18 settembre

Come a conoscenza della S.V. il Personale INRAN non ha percepito lo stipendio del mese di agosto e nessuna assicurazione viene fornita per i mesi a venire.

Lo scioglimento dell’ente ha messo i lavoratori in condizione di non sapere più chi sia il datore di lavoro responsabile di atti e procedure del personale. Non è dato sapere, per esempio, chi dovrà firmare i contratti del personale precario a carico dei progetti che stanno per scadere.

Da mesi non vengono pagate neanche le utenze, le polizze di responsabilità civile, il materiale di lavoro.

Le numerose iniziative già poste in atto (occupazione, presìdi, richieste di incontro) non hanno trovato nessuna risposta dal MIPAAF, che a tutt’oggi non ha prodotto atti sufficienti a garantire né il pagamento degli emolumenti, né una formalizzazione del ritardato pagamento, né una gestione chiara della fase transitoria in attesa dei decreti interministeriali non regolamentari previsti dall’art. 12 della Legge 135/2012.

Chiediamo pertanto che sia attivata un confronto con le OO.SS. per una corretta attuazione del dettato normativo.

Rileviamo che la S.V. non ha ancora attivato una interlocuzione efficace e mirata alla soluzione dei problemi, che crescono di giorno in giorno, né ha dato garanzia al personale ex INRAN in merito al pagamento delle spettanze obbligatorie.

E’ necessario infine che la S.V. si faccia responsabilmente carico della situazione, e che dimostri il Suo impegno anche attraverso la Sua presenza all’incontro con le OO.SS. già convocato per il prossimo 18 settembre dal Capo Dipartimento Dr. Serino.

Certi della Sua attenzione si inviano distinti saluti.

FLC CGIL
Angela Imperi
FIR CISL
Antonella Papale
UIL RUA
Sonia Ostrica

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news