domenica 1 Agosto 2021

CGIL, CISL e UIL dell’ENEA: Concorsone

I responsabili nazionali di CGIL, CISL e UIL dell’ENEA si sono recati dal Commissario dell’Agenzia per esporgli le perplessità in merito alle modalità adottate per le selezioni del c.d. “concorsone ENEA”.

L’organizzazione del concorso già nella fase di emissione dei bandi, a giudizio delle OO.SS., aveva mostrato alcune lacune tradottesi con la dimenticanza di alcuni titoli di studio o la confusione su alcuni di essi.

Si è rimarcata l’inadeguatezza dei quiz di pre selezione, l’inopportunità della verifica del possesso dei requisiti successiva alla fase preselettiva ma anche una definizione di una griglia dei titoli che presenta un valore di “sbarramento” troppo elevato relativamente ai punteggi assegnati (28/40).

CGIL, CISL e UIL hanno chiesto di poter riammettere , per scorrimento graduatorie, i candidati giudicati al momento non idonei dalla pre selezione, in sostituzione dei numerosi esclusi per carenza titoli.

 Le OO.SS. hanno inoltre richiesto al Commissario un impegno per l’emissione di bandi di concorso entro l’inizio del prossimo anno in considerazione delle autorizzazioni “a bandire” già ottenute dall’Agenzia.

 Il Commissario ha affermato che la selezione in corso, anche per il contesto nel quale si svolge (necessità di assumere entro l’anno ed elevato numero di candidati), sta procedendo secondo aspettative, con grande trasparenza  e soprattutto nel pieno rispetto della legalità .

“Qualsiasi modifica alle regole già adottate potrebbe essere oggetto di contestazione” per cui non può essere prevista la riammissione all’esame di titoli e colloquio di altri candidati.

Le Commissioni hanno sostanzialmente terminato il proprio lavoro di verifica titoli che ha selezionato un migliaio di candidati (per i 4 bandi) per la prova di esame.

In particolare per i laureati tecnici sono stati selezionati circa 700 candidati con una media di 5-6 per posto, che garantisce la possibilità di un eventuale futuro scorrimento, anche se inferiore al previsto.

Il Commissario ha assunto l’impegno di procedere all’emissione di nuovi bandi entro i primi mesi del 2011, impegnando le strutture.

Ricordiamo che sulle 433 autorizzazioni a bandire nel triennio, soltanto 118 delle 181 posizioni ora a concorso vanno scomputate, per cui resta un margine importante.

Per quanto riguarda le assunzioni, i dati sul turn over Enea, malgrado i vincoli introdotti dalla recente manovra di finanza pubblica, lasciano ben sperare sulle prospettive di assorbimento del precariato.

Le OO.SS. sono  state rassicurate circa l’impegno del Vertice sul “precariato” che nei prossimi anni dovrà essere ridotto con le future assunzioni, contestualmente dovrà essere ripensata la politica di reclutamento con l’impegno ad un cambio di mentalità di tutta la struttura dell’Agenzia.

FLC CGIL F.I.R. CISL UIL R.U.A.
(M. Liberatori) (V. Moschetta) (M. Iacovelli)

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news