sabato 28 Maggio 2022

ENEA: Comunicato al Personale – Fatti, non parole

Come promesso durante l’ultima partecipatissima assemblea, prosegue la nostra azione per porre rimedio all’ingiustizia perpetrata ai danni dell’ENEA e degli altri enti non vigilati dal MUR con l’ultima legge di bilancio.

Nei giorni scorsi, il Segretario Generale della UIL RUA Attilio Bombardieri, ha incontrato alcuni Parlamentari ai quali ha chiesto e ottenuto l’appoggio a sostegno delle azioni intraprese.

Il Segretario di Presidenza della Camera, Onorevole Andrea De Maria (PD) ha presentato, su nostro invito, un’interrogazione parlamentare sulla vicenda, che riportiamo al termine del comunicato.

Nei prossimi giorni, predisporremo una proposta legislativa appoggiata dalla Segreteria Nazionale e dal Segretario Generale UIL Bombardieri che la sosterrà chiedendo l’intervento dei Ministri coinvolti.

Nel frattempo, continueremo ad incalzare l’Enea sui temi di attualità, temi che incidono con forza sulla vita lavorativa e familiare dei lavoratori, come lo smart working (che in tutti gli altri Enti Pubblici di Ricerca non viene recuperato) e la ripresa del lavoro dopo la pandemia nella massima sicurezza.

Come promesso, la UIL c’è e alle sterili polemiche preferiamo rispondere con i fatti, che valgono molto più dei fiumi di parole…

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Premesso che:

  • il Fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca (Foe) viene incrementato di 90 milioni di euro per ognuno degli anni 2022, 2023 e 2024 e di 100 milioni a decorrere dal 2025;
  • una quota dovrà essere sempre destinata alla promozione dello sviluppo professionale e alla stabilizzazione dei ricercatori;
  • in particolare, 40 milioni a decorrere dal 2022 dovranno essere utilizzati per il passaggio al livello superiore dei ricercatori e tecnologi inquadrati al terzo livello (livello base);
  • tale passaggio è riservato solo agli enti di ricerca vigilati dal MUR escludendo altri che pur contribuiscono in modo decisivo alla diffusione e al prestigio della ricerca italiana;
  • molti enti non vigilati dal MUR hanno affrontato questi anni di emergenza pandemica con particolare aggravio di competenze e riduzione di disponibilità finanziarie e di personale.

Quali iniziative, per quanto di competenza, intenda assumere in merito.

Il Coordinamento ENEA
Paolo CEFALI, Nadia MAESTRUCCI, Giuseppe MARGHELLA, Valerio MICELI,
Domenico MELE, Gabriella PIRODDU, Stefania ROSSI, Salvatore TAMBURRINOstampa

Collegamenti Rapidi

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news