martedì 3 Agosto 2021

ENEA: Il decretino

enea sedeCon la solita flemma che ha accumunato i tre ultimi Governi del Belpaese ogni qual volta si è dovuto decidere sull’ENEA, il decreto di proroga del mandato all’ing. Giovanni Lelli, attuale Commissario ENEA datato 27 settembre 2013 è stato trasmesso all’Agenzia in data 7 ottobre u.s. .

Naturalmente la conferma del Commissario non è una sorpresa per un’Agenzia nata dalle ceneri del vecchio ENEA ente di ricerca e che avrebbe dovuto occuparsi prevalentemente di “Energia, con particolare riferimento all’energia nucleare”… prima di Fukushima e del referendum sul nucleare per restare poi figlia di una legge, in gran parte non più attuale (lg. 99/2009) nel quadro del piano energetico nazionale.

Il nuovo mandato al Commissario è di tre mesi ed è accompagnato da garanzie di interesse sull’ENEA (era ora!) e da promesse di decisioni entro l’anno per un “nuovo riordino” che ne definisca ruolo ed organo di Governo .

Naturalmente tutti in ENEA, forse a cominciare dal Commissario stesso , auspicano stabilità dell’organo di governo e la possibilità di programmare sulla base di una mission finalmente ridefinita ma siamo colti dai brividi a pensare che molti di coloro che devono decidere oggi, sono gli stessi che avrebbero potuto e dovuto farlo con il Governo Berlusconi prima con Monti poi e con Letta ultimamente ma tra gli ordini di Bruxelles da eseguire, la prima e la seconda rata dell’IMU , le Commissioni sulla “decadenza” e l’aumento dell’IVA … il tempo per occuparsi seriamente di 3000 ricercatori, tecnici e personale amministrativo dell’ENEA già vessati dal blocco contrattuale, dal continuo taglio delle risorse e dal blocco del turn over, non si è trovato.

Non è mai troppo tardi ma, a nostro avviso, qualsiasi scelta deve passare attraverso il confronto con le rappresentanze dei lavoratori e non può essere assunta sulla scia di qualche mugugno interno (pur legittimo) o di improvvisate tavole rotonde .

Saremo vigili perché le promesse vengano mantenute , non vorremmo ritrovarci sotto Natale a constatare che si è trattato dell’ennesimo annuncio disatteso e dell’ennesimo rinvio di questa stanca politica costretta magari all’ennesima proroga commissariale con un altro decreto , anzi (vista la durata) … con un nuovo decretino.

UIL RUA
Marcello Iacovelli

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news