lunedì 27 Settembre 2021

ENEA: Pochi ma buoni

Nella tarda serata di ieri l’ ENEA ha firmato con UIL e CISL un accordo per la ripartizione delle risorse di cui al fondo 2011 e per l’anticipo di alcuni trattamenti accessori per il 2012.

Si “parte”come da nostra esplicita richiesta, dalla piena applicazione dei contenuti dell’accordo del luglio scorso che, come si ricorderà, era stato rimesso in discussione dall’Amministrazione in seguito all’ulteriore taglio delle risorse destinate ai trattamenti accessori da parte del Ministero dell’economia.

  • Nel mese di maggio inizieranno le procedure che porteranno all’applicazione delle progressioni nei livelli economici (Artt. 15, 53 e 54) che dovranno terminare improrogabilmente entro l’anno in corso. Le progressioni riguarderanno circa 50 ricercatori e tecnologi (405.000 euro) e circa 150 tra tecnici e amministrativi (200.000 euro).
  • Viene riconosciuta, con effetto immediato, a tutti i dipendenti una “una tantum” calcolata sul valore medio dell’indennità di sede (ex contratto ENEA) relativa al periodo luglio-dicembre 2011 di circa 200 euro.
  • Nel mese di giugno a tutti i dipendenti dei livelli I, II e III verrà erogato un importo a titolo di una tantum sull’IOS relativo all’anno 2011 del valore di 1736 euro.
  • Dal prossimo mese i valori di indennità di responsabilità attualmente in godimento sugli importi ENEA, saranno sostituiti dalle indennità previste dal contratto degli EPR nelle modalità e nei valori. Ricordiamo che l’indennità assegnata a circa 300 colleghi con “incarico” non grava sul fondo e non è oggetto di contrattazione.
  • Sono stati, invece , concordati gli importi dell’indennità “di direzione di grandi strutture…” e dell'”l’indennità di responsabilità professionale”, riducendo significativamente gli importi previsti dall’ENEA (da 20.000 a 12.000 euro/anno) per la prima, ed ampliandone la platea (da 15 a 25 percepienti) ed aumentando lievemente la seconda (da 1400 a 1800 euro /anno medi per una ventina di posizioni).
  • E’ stata introdotta anche l'”indennità di valorizzazione professionale” che riguarda i IV livelli CTER , anch’essa contrattualmente prevista.
  • Nel mese di giugno saranno stabilite le procedure per l’assegnazione puntuale (ai fini giuridici) delle fasce stipendiali dei primi tre livelli maturate nel 2011 e che matureranno nel 2012.

Naturalmente l’accordo non risolve le ferite aperte da questo integrativo brutto ma, a nostro avviso, lenisce qualche male e dispiace che il consenso non sia stato più ampio .

Abbiamo avuto l’impressione, purtroppo, che alcune organizzazioni siano arrivate in riunione con posizioni “politiche” di rifiuto , avanzando proposte, interessanti e condivisibili delle quali avrebbero dovuto farsi carico, però, in sede di contrattazione sul passaggio “storico” al contratto EPR, perché oggi le stesse assumono solo un carattere “populistico” .

A questo si è aggiunta una certa rigidità dell’Amministrazione e del “convitato di pietra” rappresentato dal collegio dei revisori che ha impedito ulteriori miglioramenti al testo.

Anche noi abbiamo motivi di insoddisfazione, tra l’altro, abbiamo presentato una dichiarazione a verbale relativa all’inquadramento degli ex funzionari ENEA nei profili di ricercatore e tecnologo, con riserva di tutela nelle sedi opportune, perché non è stata accettata una nostra “legittima” richiesta… ma torneremo sull’argomento.

Nel complesso l’accordo, contestualizzato al momento attuale del Paese e dell’Agenzia è positivo e siamo certi che gran parte dei nostri colleghi condivideranno il giudizio malgrado le polemiche e le strumentalizzazioni che, fatalmente, saranno alimentate da chi ha ritenuto di abbandonare il tavolo di trattativa.

Il testo completo dell’accordo sarà disponibile quanto prima sul nostro sito www.uilenea.it

Colgo l’occasione per augurare a tutti i colleghi ed ai loro cari una serena Pasqua.

Marcello Iacovelli

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news