mercoledì 28 Luglio 2021

ENEA: Richiesta incontro urgente su tematiche “giacenti”

A margine dell’incontro dell’8 gennaio u.s. culminato con il peggiore accordo di tutti gli EPR sulla proroga dei contratti a T.D. sottoscritto dall’ENEA con alcune sigle, la scrivente Organizzazione Sindacale ha pubblicamente chiesto all’Amministrazione di fornire risposte e riscontri su argomenti più volte sollecitati sia per le vie brevi che a mezzo lettera, sui quali purtroppo , non si hanno ancora né le risposte né il minimo riscontro.

Allo scopo di “rinverdire” il ricordo, precisiamo che:

  • Con lettera del 12 dicembre u.s. sollecitavamo un incontro che fissasse i termini per il dovuto riconoscimento dell’anzianità maturata prima dell’assunzione a tempo indeterminato nel rispetto del recente pronunciamento della Corte di Giustizia europea, con ricostruzione di carriera agli interessati, in maniera da evitare disparità di trattamento tra dipendenti ed all’ENEA di soccombere in giudizio con accertamento anche di eventuali responsabilità individuali .
  • Non si ha traccia della lettera ai dipendenti collocati nei primi tre livelli, attestante “l’anzianità giuridica di fascia” pur annunciata dall’ENEA nel novembre 2012.
  • Non ci risulta neanche “in cantiere” la circolare operativa che avvia le procedure i cui agli artt. 52 e 65 CCNL degli EPR 1998-01 che prevedono il cambio di profilo in invarianza di livello a richiesta del dipendente anche se, ai sensi della normativa vigente e degli accordi sottoscritti tale opportunità dovrebbe essere concessa entro il 31 dicembre di ogni anno.
  • Le progressioni verticali (per le quali risultano “congelati” 1.215.000 euro relativi agli anni 2010, 2011 e 2012) sono sparite da tutti gli ordini del giorno delle riunioni, mentre sarebbe necessario e obbligatorio avviare le procedure applicative, visto che l’impegno è stato assunto anche con accordo sindacale.
  • Dopo quattro mesi di tira e molla (settembre-dicembre 2012) i dipendenti dell’Agenzia non hanno alcuna certezza circa la copertura delle spese sanitarie per loro e per i propri nuclei familiari e ci sembrava doveroso che l’Amministrazione “sprecasse” un po’ d’inchiostro per spiegare a tutti la situazione attuale.
  • La circolare relativa alle borse di studio ai figli dei dipendenti per l’anno scolastico 2011-2012 e per l’anno accademico 2010-2011 non vede la luce del giorno, nonostante l’accordo per la ripartizione delle risorse di cui ai benefici sociali ed assistenziali abbia lasciato sostanzialmente immutato lo stanziamento sul beneficio.
  • Abbiamo più volte segnalato la necessità di una riunione per la razionalizzazione dei servizi che costituisca un vero piano industriale che superi i “tagli” ciclici ed impedisca la sospensione “tout court” degli stessi su iniziativa di qualche direttore di centro .

Dovremmo aggiungere i temi della mobilità “random”, la mancata informazione sulle assunzioni e sulle illegittime esclusioni di vincitori di concorso ed altro ancora ma per volontà di sintesi non continuiamo l’elenco, pur non ritenendolo esaustivo di tutte le problematiche aperte.

Non sappiamo se i temi da noi sollecitati, interessino l’altro tavolo di trattativa, verso il quale ci sembra di cogliere un’accresciuta e reciproca disponibilità tra amministrazione e sigle rappresentate, ma non vorremmo che la “spaccatura” sindacale, della quale la UIL non ha alcuna responsabilità, costituisca l’alibi per non affrontare i problemi.

Per questo motivo reiteriamo la richiesta di uno o più incontri sui temi specifici sopra elencati.

I migliori saluti.

Marcello Iacovelli

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news