giovedì 29 Luglio 2021

IISG: Contratto integrativo 2012 – Le pregiudiziali della UIL RUA

Nel corso della riunione tenutasi presso la sede dell’IISG il 23 ottobre c.m. tra le OO.SS ed i vertici dell’Istituto rappresentati dal D.G: dott.ssa Crea sono state affrontate le problematiche relative al contratto integrativo 2012.

La UIL RUA pur ribadendo la urgenza della sottoscrizione di detta intesa ha preliminarmente rappresentato la sua posizione esprimendo alcune “pregiudiziali” che il nostro sindacato considera punti irrinunciabili per la sottoscrizione dello stesso accordo.

Dopo la esposizione della UIL RUA (di cui di seguito diamo una sintetica illustrazione) le parti si sono a loro volta espresse: la dott.ssa Crea per l’IISG ha dichiarato il proprio impegno per una verifica con i vertici dell’Ente sulla praticabilità per l’IISG stesso delle proposte della UIL RUA; i rappresentanti di FLC-CGIL e CISL- FIR , pur confermando l’obiettivo di una pronta sottoscrizione dell’intesa che faccia salve le risorse disponibili, hanno mostrato una sostanziale solidarietà con la nostra proposta.

Le parti si rivedranno il giorno 8 novembre p.v.

(la proposta della UIL RUA)

La UIL RUA, insieme a FLC-Cigl e Fir-Cisl, ha dato dal 2008 un contributo importante al processo di inserimento dell’Istituto Italiano di Studi Germanici nel Comparto degli Enti Pubblici di Ricerca.

L’accordo sulle “tabelle di equiparazione” ha costituito un risultato importante teso alla valorizzazione del personale dell’Ente ed alla sua integrazione con le figure ed i “profili” professionali propri del contratto della Ricerca.

La UIL RUA ha considerato, e considera, l’inserimento dell’IISG nel “comparto ricerca” un riconoscimento importante per i settori umanistici fin troppo trascurati dalla legislazione e dalle riforme ed ha continuato a difendere le ragioni dell’Ente da ogni tentativo esterno di minarne, autonomia ed identità, anche attraverso la logica di economie conseguenti ad accorpamenti (vedi spending review).

La UIL RUA, insieme alle altre OO.SS. considera, con favore gli sforzi operati dai nuovi organi dell’Istituto (Presidente, CdA, Direttore Generale) non solo di difendere l’esistenza dell’IISG ma anche di favorirne lo sviluppo ed una maggiore efficienza, capacità di produzione culturale e scientifica, miglioramento dei servizi.

La sottoscrizione del nuovo Contratto Integrativo deve, ora, corrispondere alle succitate esigenze secondo un criterio che la UIL-RUA ha sempre considerato prioritario ” vincano i migliori, migliorino tutti”;

La UIL RUA dichiara, pertanto, la sua disponibilità a sottoscrivere detta intesa a patto che la stessa si inquadri in un sistema complessivo che sappia rispondere, con i giusti equilibri, alle aspettative di tutto il personale attualmente di ruolo, sapendo cogliere, nel rispetto della normativa vigente, tutte le opportunità che si offrono alla valorizzazione ed alla crescita del personale dell’Istituto.

A questo fine la UIL-RUA propone all’Ente ed alle altre OO.SS. la sottoscrizione di un’intesa della quale siano punti irrinunciabili:

· il riconoscimento, automatico, del passaggio alla III fascia del profilo di tecnologo del personale ora inquadrato alla II fascia stipendiale, secondo le cadenze stabilite dal CCNL vigente;

· l’attribuzione, tramite procedure selettive, delle progressioni economiche per il personale attualmente inquadrato a livello IV funz. Amm.vo (art. 53 ccnl 98-01);

· l’inquadramento dell’attuale personale inquadrato al V° livello del profilo di coll. amm.vo al profilo di tecnologo di III con il riconoscimento della relativa anzianità, (con eventuale riconoscimento, laddove necessario, dell’ad personam, di cui all’ultimo comma dell’art.23 del CCNL 06-09 1° Biennio,tuttora vigente) “commisurato all’eventuale maggior importo percepito nel profilo di provenienza relativamente ai trattamenti economici fissi e continuativi e con carattere di generalità” previa decisione degli organi direttivi dell’IISG in ossequio alla esecutività della relativa sentenza della Sezione IV del Tribunale Civile di Roma che ha accolto il ricorso del personale interessato avverso alla applicazione a suo tempo data dai vecchi organi dell’Istituto dell’accordo sulle tabelle di equiparazione riconosciuto i diritti del personale interessato.

· l’attribuzione, tramite apposita selezione, dell’inquadramento al livello V del profilo di collaboratore di amministrazione (posto che si rende vacante in organico in seguito all’applicazione del disposto di cui al punto precedente per il personale attualmente inquadrato a livello VI del medesimo profilo (applicazione art. 54 del CCNL 98-01).

LA UIL-RUA sottolinea la praticabilità economica, giuridica e contrattuale della propria proposta.

Iperide Ippoliti

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news