mercoledì 4 Agosto 2021

ISFOL: Comunicato al Personale

Nell’incontro di oggi il Presidente dell’ISFOL Prof. Varesi ha informato le OO.SS. che nella convocazione del 2 maggio 2013 il CdA dell’ISFOL si è riunito con la presenza di tutti i suoi componenti e ha assunto operatività piena. Nel dettaglio, il Presidente dato informazioni sui seguenti punti:

  1. Vista la rinuncia all’incarico da parte del Dott. Bocchieri, il CdA ha deciso di procedere ad una nuova selezione pubblica per la nomina del Direttore Generale dell’ISFOL e di individuare una nuova commissione composta da personalità autorevoli del mondo accademico e degli EPR. Secondo le previsioni di massima, la nomina del Direttore Generale dovrebbe avvenire entro il prossimo mese di giugno;
  2. Il CDA ha espresso il suo assenso a procedere alle assunzioni previste dal DPCM del 27 luglio 2012 sul turn over 2009 – 2010. Lo scorso lunedì 29 maggio 2013 l’ISFOL ha inoltre inviato una lettera alla Funzione Pubblica per avere conferme in tema di autorizzazione a bandire e per chiedere una proroga al 31 dicembre 2013 del termine per le assunzioni autorizzate (già fissato al 30 giugno 2013);
    Sempre in tema di assunzioni previste dal DPCM del 27 luglio 2012, l’Amministrazione si è detta disponibile a procedere all’assunzione per la posizione di CTER VI autorizzata dal suddetto DPCM, mentre ha ribadito che si intende dare seguito alla convenzione con la Provincia di Roma per l’assunzione delle due posizioni di OTE VIII in favore di categorie protette;

  3. In tema di proroghe dei contratti del personale a tempo determinato, il Presidente dell’ISFOL ha ribadito che entro il prossimo mese di giugno si dovrebbero avere dati certi sull’entità delle risorse finanziarie residue della programmazione FSE 2007 – 2013. Dai riscontri avvenuti finora in sede tecnica presso il Ministero del Lavoro, secondo il Presidente emergono ad oggi indicazioni confortanti su disponibilità e consistenza delle risorse finanziarie residue. Resta da effettuare una verifica in sede politica, soprattutto in considerazione del recente nomina del nuovo Governo. Su questi aspetti, il Presidente si è impegnato a dare informazioni alle OO.SS. sugli sviluppi delle interlocuzioni avviate con il Ministero del Lavoro.

Nel prendere atto di tali comunicazioni, la UIL RUA ha espresso condivisione sull’intenzione dell’Amministrazione di prorogare il termine per le assunzioni autorizzate al 31 dicembre 2013 e sulla disponibilità a procedere all’assunzione per la posizione di CTER VI, come richiesto a più riprese da parte sindacale. Da parte nostra si è tenuto a sottolineare inoltre piena disponibilità ed impegno fattivo per trovare soluzioni al problema del precariato dell’ISFOL.

Sempre su questo tema, le OO.SS. di Istituto hanno presentato unitariamente all’Amministrazione una bozza di accordo decentrato per la “Deroga ai vincoli di durata dei contratti a tempo determinato stipulati dall’ISFOL”. Analogamente agli accordi sottoscritti in altri EPR negli scorsi mesi (CNR, ISPRA, ISS, INGV, etc.) e in linea con quanto previsto dalla normativa vigente, la bozza di accordo prevede in estrema sintesi la proroga dei contratti a tempo determinato in essere per “l’esecuzione dei programmi e attività comunitarie e comunque non oltre il 31 dicembre 2015” e il loro rinnovo “in relazione a programmi e attività derivanti dalla nuova programmazione comunitaria 2014 – 2020”, fatte ovviamente salve “la compatibilità con le disposizioni legislative e regolamentari vigenti o che interverranno in materia, nonché all’accertamento annuale dell’esistenza della necessaria copertura finanziaria”.

In attesa degli incontri successivi e degli approfondimenti che l’Amministrazione si è riservata di effettuare sulla bozza di accordo proposta da tutte le OO.SS., la UIL RUA ha tenuto a precisare che ad oggi le Parti sono nelle condizioni di firmare tale accordo e che l’accordo decentrato è altresì l’unico strumento previsto dalla legge per derogare ai limiti della durata triennale dei contratti a tempo determinato (art. 5, comma 4 bis del DLGS 368/01) e per consentire quindi la continuità occupazionale del personale precario dell’ISFOL.

La UIL RUA ha inoltre richiesto formalmente all’Amministrazione che sia dato seguito alla procedure per il riconoscimento delle fasce stipendiali per ricercatori e tecnologi per l’annualità 2012 e per il riconoscimento delle borse di studio per l’annualità 2012, ricordando che il personale attende risposte da troppo tempo a causa di ingiustificati ritardi imputabili ai precedenti vertici di Istituto.

Ancora, la UIL RUA ha ribadito formalmente la richiesta, già formulata unitariamente da tutte le sigle di Istituto, per garantire l’ultra attività dei contratti integrativi per le annualità 2011 e 2012, sottolineando che su questa materia vanno sanati i ritardi a danno del personale determinati dall’indisponibilità dei precedenti vertici ad avviare le trattative nei tempi dovuti.

Infine, facendo seguito della lettere inviate recentemente, la UIL RUA ha richiesto la convocazione di un tavolo specifico per affrontare la questione della polizza INA, in scadenza a fine anno, con l’obiettivo di definire soluzioni finalmente soddisfacenti per tutto il personale.

UIL RUA ISFOL

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news