sabato 24 Febbraio 2024

ISIN – Resoconto incontro 22 febbraio 2023

Nella giornata di ieri 22 febbraio si è tenuta la riunione con l’Amministrazione ISIN con il seguente ordine del giorno:

  • Modifica regolamento benefici sociali;
  • Bozza accordo benefici sociali 2021 e 2022;
  • Criteri per l’erogazione della produttività individuale dell’anno 2021;
  • Varie ed eventuali.

In apertura di incontro l’Amministrazione, ha dato resoconto circa l’ingresso di nuovo personale e delle procedure concorsuali che sono in atto, soprattutto quelle volte a incrementare figure giuridiche visto che l’Ente ne è sprovvisto.

In apertura abbiamo chiesto aggiornamenti circa l’articolo 15 e 54.

Art. 15
L’amministrazione intende procedere ad un nuovo bando art. 15 in particolare 4 posizioni per il passaggio da III livello a II livello e 3 posizioni per il passaggio da II a I livello. Abbiamo evidenziato l’urgenza del bando da indire entro il 2023. Sui criteri del nuovo bando chiederemo di avviare un confronto costruttivo con l’amministrazione

Art. 54
Le risorse che alimentano le progressioni di livello giuridico Art. 54 derivano dal turno over del personale IV-VIII convogliate del Fondo Art. 90

Su nostra richiesta ci sono stati forniti i primi dati che risultano essere circa 5 posizioni da bandire per un numero di 6 aventi diritto. L’amministrazione si è resa disponibile a valutare una soluzione che permetta di assicurare il passaggio di livello a tutti e sei gli aventi diritto. Un impegno che fa onore ai vertici e che sosterremo. Abbiamo però fatto presente che è necessario bandire il nuovo 54 prima dell’entrata in vigore del nuovo CCNL 2019 – 2021 che prevede il passaggio ad un nuovo ordinamento professionale per non perdere l’occasione di questi passaggi giuridico economici. In alternativa è possibile addivenire ad un accordo stralcio tra amministrazione e OO.SS. che stabilisca di bandire entro il 2023. Anche su questo argomento così a cuore per i lavoratori interessati l’amministrazione si è resa disponibile e concorde.

Posizioni Organizzative
Circa questo tema riteniamo che vada avviata una sua revisione solo in presenza di un accordo tra parte datoriale e OO.SS. Da tempo chiediamo il riconoscimento di alcune indennità che in Ispra ora sono erogate.

Criteri per l’erogazione della produttività individuale dell’anno 2021
Due sono i punti controversi su questo tema. L’amministrazione ha deciso di destinare per il 2021 alla performance individuale euro 3000,00 che però comprendono anche la premialità di cui all’articolo 20 del CCNL 2016-2018. Una soluzione a nostro avviso positiva perché dal nostro punto di vista “sterilizza” gli effetti perversi e penalizzanti della attuale legge iniqua n. 150 cd Brunetta. Abbiamo invece manifestato preoccupazione laddove per il 2022 le risorse dovessero essere fortunatamente maggiori visto un numero minore di lavoratori IV -VIII destinatari dell’accessorio 2022 (gli aventi diritto sono 21) rispetto al limite imposto dalla legge 218 madia che prevede il limite al 2017 (per ISIN vale il 2019 anno di costituzione dell’Ispettorato – nel 2019 il personale ISIN IV-VIII era di 28 unità). Per il 2022 quindi da parte della UIL sarà data particolare attenzione al tema della premialità e della performance.

L’altro elemento a nostro avviso è il Sistema di valutazione.

Per il 2021 le esigue risorse per la performance individuale non preoccupano al punto da dover bloccare sine die in una trattativa estenuante con gli organi vigilanti e in particolare FP e MEF l’erogazione in busta paga di quanto dovuto ai lavoratori. L’articolo 68 del Ccnl 2016-2018 prevede espressamente che i criteri per la valutazione dei lavoratori IV-VIII è materia di contrattazione. Valuteremo dunque il sistema di valutazione al momento della contrattazione per il 2022.

Da subito però abbiamo chiesto l’eliminazione della soglia pari a 0 nei criteri di ripartizione delle risorse per la produttività individuale che determinava una esclusione di quei lavoratori che venivano valutati negativamente. Come abbiamo sempre sostenuto in tutti i tavoli di contrattazione in tutti gli EPR dove la Uil è presente con proposte e idee il merito non si premia togliendo ad alcuni lavoratori per dare ad altri ma investendo anche in ricorse economiche aggiuntive a favore dei lavoratori. Non si fanno quindi le nozze con i fichi secchi! Anche su questo punto abbiamo registrato una positiva disponibilità dell’amministrazione sui punti detti. Si è quindi concordato che le fasce di merito saranno con coefficienti 2 – 1,5 – 1 – 0,5.

Ulteriori accorgimenti saranno oggetto di nostre proposte quindi nel 2022 per garantire l’integrità delle buste paga dei lavoratori Isin TUTTI dagli attacchi di Funzione Pubblica.

Benefici Assistenziali
Si è poi passati a discutere del nuovo testo di bozza del regolamento benefici sociali 2021-2022. Abbiamo fatto nostre le osservazioni che la Rsu Isin ha voluto trasmettere all’amministrazione e che consistono sinteticamente in alcune richieste di integrazione o modifica di alcuni articoli che qui sintetizziamo.

  • Art 5 comma 1 è stato inserito il sostegno allo studio fra i contributi erogati in base all’ISEE (prima non era così);
  • Analogamente all’art 5 comma 6 manca il sostegno allo studio fra le spese non soggette a limiti reddituali;
  • Art 28 comma 1 si chiede di eliminare il termine anziani. Su questo punto l’amministrazione ha chiarito che ne dà una interpretazione estensiva allargando la platea a quei familiari anziani autosufficienti.
  • Art 28 comma 1 punto b aggiungere dopo legge 104/92 si chiede di chiarire se si parla di art 3 comma 3 o anche comma 1;
  • Art 35 si suggerisce di inserire “Cure fisioterapiche”. L’amministrazione ha convenuto sulla opportunità di modificare in senso positivo inserendo cure fisioterapiche non legate alle cure domiciliari;

Relativamente alla opportunità o meno di utilizzare il criterio ISEE la UIL ha proposto di alzare le fasce attuali di cui all’articolo 5 del regolamento in modo da ampliare la platea dei beneficiari. Anche su questo punto l’amministrazione si è resa disponibile ad una valutazione della nostra proposta poi fatta propria anche da altre OO.SS. presenti al tavolo.

Proposta UIL
Fasce Isee Importo erogabile ==> Fasce Isee Importo erogabile
Fino a € 35.000,00 Importo intero Fino a € 45.000,00 Importo intero
Da 35.000,00
e fino a 45.000,00
90% dell’importo
massimo
Da 45.000,00
e fino a 55.000,00
90% dell’importo
massimo
Da € 45.000,00
e fino a 55.000,00
70 % dell’importo
massimo
Da € 55.000,00
e fino a 65.000,00
70 % dell’importo
massimo
Da € 55.000,00
e fino a 65.000,00
50% dell’importo
massimo
Da € 65.000,00
e fino a 75.000,00
50% dell’importo
massimo
Oltre € 65.000,00 30% dell’importo
massimo
Oltre € 75.000,00 30% dell’importo
massimo

Rimaniamo a vostra disposizione per ogni segnalazione o richiesta di chiarimento.

Dai forza alla UIL iscrivendoti!

Federazione UIL SCUOLA RUA
“Ricerca Università Afam”
ISIN
Martina Imperi e Fabrizio Monteleone

stampa

Collegamenti Rapidi

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news