4.5 C
Rome
giovedì 13 Maggio 2021

Università di Padova: Comunicato unitario CGIL UIL: Buoni Pasto – Esproprio Accademico

L’Amministrazione ci ha comunicato che a breve ci verranno tolti i buoni pasto cartacei e si passerà alla cosiddetta “mensa aziendale” con l’utilizzo del badge: avremo diritto di mangiare solo utilizzando il badge, nella pausa pasto, nei locali convenzionati.

Questo porterà sicuramente ad un grosso cambiamento, oltre ad una disparità di trattamento tra il personale: se non si utilizzerà il badge nella pausa pasto se ne perde il diritto, non è cumulabile quindi si possono spendere al massimo 10 euro per volta, se vuoi mangiare poco in ogni caso viene addebitata la somma di 10 euro, le opportunità di locali convenzionati che avranno i colleghi che lavorano nella zona centrale saranno di gran lunga superiori a quelle dei colleghi che lavorano nelle zone periferiche.

In sede di contrattazione, abbiamo saputo che tutto era già deciso da tempo senza possibilità di contrattarlo e che il bando di assegnazione alla ditta per la gestione del pasto prevedeva sin dall’ inizio l’eliminazione del buono cartaceo; secondo le previsioni presentateci non ci sarà alcun risparmio, se non derivato dalle rinunce al pasto che il nuovo sistema immancabilmente creerà. Le risposte sulla qualità del servizio offerta nelle varie zone sono state vaghe; il verbale del Cda del 24 gennaio 2011, che prevedeva un confronto con le rappresentanze sindacali, è stato completamente disatteso, cioè nessuna comunicazione!

Ricordiamo che l’attuale sistema dei buoni pasto cartacei (usabili come benefit) è il risultato di un accordo fatto tra le rappresentanze sindacali e l’allora parte pubblica (prof. Palumbo e il dott. Bortot) dove si decise di destinare 800.000 euro del personale Tecnico-Amministrativo a copertura di questa scelta.

Ora l’Amministrazione, con una scelta di arroganza tipica del potere accademico che in quanto tale decide sulla pelle di tutti, senza alcun confronto con le rappresentanze sindacali, decide unilateralmente che un accordo non è più valido, riappropriandosi del denaro spettante al Pta e colpendo sempre chi sta peggio. Chiaramente per il buono pasto ai docenti nessun accenno di cambiamento…

Inoltre, il mese scorso, al personale non convenzionato dell’Aera Medica, si è preclusa la possibilità di andare in mensa Ospedaliera per chi, al posto del buono Universitario, utilizzava il Buono Ospedaliero, per ragioni di necessità lavorativa e nelle more dell’applicazione dell’Azienda Integrata per il convenzionamento, con il beneficio di non gravare sui buoni Universitari. Anche qui, oltre il danno del mancato convenzionamento, la beffa della mancata utilizzazione del buono pasto aziendale.

A che gioco stiamo giocando? Chiameremo alla mobilitazione il personale tutto perché non ci sia espropriato impunemente un nostro diritto! E’ ora di finirla, chi ha delle responsabilità sarà chiamato a risponderne pesantemente!

Per discutere come rispondere a questa ennesima provocazione vi invitiamo a partecipare alle Assemblee indette il:

Lunedì 28 maggio ad Agripolis aula 20 Cà Gialla ore 11.00;
Martedì 29 maggio presso il Dip. di Fisica e Astronomia aula “Rostagni” ore 10.30;
Martedì 5 giugno aula “Nievo” palazzo del Bo dalle ore 10.30;
Mercoledì 6 giugno aula “Morgagni” Policlinico Universitario ore 10.00;

FLC-CGIL          UIL RUA

Componenti RSU: T. Bresolin, S. Bortolami, V. Callegari, O. Clementi, D. D’Alessandro, V. Da Molin, L. Francescon, D. Ligorio, G. La Biunda, MC. Marescotti, M. Scoma, P. Zago

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news