4.6 C
Rome
venerdì 16 Aprile 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDEERA ORA….
DOPO PRESSIONI, MOBILITAZIONE, IMPEGNI ARRIVANO LE MANIFESTAZIONI D’INTERESSE
CON SCADENZA 7 NOVEMBRE 2018

Dopo mesi e mesi di reiterate nostre richieste e dopo la grande manifestazione unitaria del 10 u.s., in zona “Cesarini”, nella Gazzetta Ufficiale n.84 del 23 ottobre u.s. è stato pubblicato il tanto atteso Avviso di manifestazione d’interesse riguardante la comunicazione dell’avvenuta pubblicazione sul sito internet CNR (www.urp.cnr.it) dello “Avviso di manifestazione d’interesse per l’assunzione a tempo indeterminato presso il CNR rivolta al personale in possesso dei requisiti di cui all’Art.20, comma 1, del D. Lgs.75/17”.

Contestualmente a tale comunicazione il CNR ha pubblicato sul proprio sito internet due distinti Bandi di “Avviso di manifestazione d’interesse” (codice bando AMMCEN n. 0069311/2018 e n. 0070301/2018) entrambi con scadenza il 7 novembre p.v. .
La mancata presentazione della domanda di manifestazione d’interesse, entro la data di scadenza, costituisce di fatto l’autoesclusione dalle procedure finalizzate all’assunzione a tempo indeterminato presso il CNR.
I due bandi di Avviso riguardano rispettivamente le seguenti due tipologie:

COMMA 1 CON SELEZIONE
Il bando consente la partecipazione (con presentazione delle domande esclusivamente con la procedura informatica Selezioni on line) a tutto il personale precario in possesso di tutti e tre i requisiti del comma 1, assunto a T.D. tramite procedura concorsuale.
Sono quindi ricomprese nella procedura oltre alle due tipologie T.D. PURI PRIORITARI e T.D. MISTI PRIORITARI già recepite nella circolare CNR n. 18/2018 e inserite negli elenchi All.1 (740 unità) e All.2 (343 unità) anche cinque delle sette tipologie relative alle diffide patrocinate dalla UIL (vedi com. n.51/18 del 17 settembre) riguardanti T.D. e misti con anzianità maturata anche in altri Enti, prioritari e non prioritari.

2018 10 28 comunicato CNR all 1
Il nostro impegno è ora rivolto a dare soluzione sia alle assunzioni a TD per “CHIAMATA DIRETTA” (come dettagliatamente riportato nel punto successivo del comunicato) e sia al personale assunto o in fase di assunzione a tempo indeterminato come di seguito riportato.
A) PERSONALE IN SERVIZIO A T.I.
Il Bando di Manifestazione prevede una ingiustificata e, a nostro avviso, illegittima esclusione del personale in possesso di tutti i tre requisiti del comma 1 attualmente in servizio con contratto a T.I. al CNR ovvero in altra amministrazione pubblica stabilizzabile in profilo/livello superiore corrispondente all’attività svolta nel periodo di precariato.
Situazione questa (già oggetto della nostra diffida n.7) che abbiamo nuovamente denunciato nell’incontro con il Presidente CNR la sera del 25 ottobre u.s. rimasta irrisolta.
Non resta quindi che proporre IMMEDIATAMENTE con estrema urgenza, da parte del personale interessato, ricorso individuale al TAR Lazio vista la ristrettezza dei tempi a disposizione. A tale riguardo seguirà un nostro specifico comunicato con l’indicazione dei documenti da presentare e del contributo da versare.
Nel frattempo entro la data di scadenza del 7 novembre p.v. fissata dal CNR, il personale interessato dovrà presentare nello stesso format domanda di manifestazione di interesse, compilando il testo predisposto per la domanda in via telematica levando alla voce d) delle DICHIARAZIONI la parola “non” dichiarando quindi di essere titolare di un contratto a tempo indeterminato presso una Pubblica Amministrazione. Non potendo utilizzare l’applicazione informatica Selezioni on line, la presentazione della domanda dovrà avvenire via PEC ovvero tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.
Consigliamo inoltre di presentare domanda con la medesima procedura sopra riportata anche al personale in servizio presso il CNR con contratto a tempo indeterminato assunto in qualità di vincitore di concorso (ovvero con scorrimento di graduatoria) in possesso anche dei requisiti per la stabilizzazione (nel medesimo profilo e livello) il cui concorso è oggetto di ricorso al TAR tuttora pendente.
B) SCORRIMENTO IDONEI DA ASSUMERE
Il Personale che ha ricevuto la comunicazione ufficiale dall’Ente con promessa di essere assunto a T.I., con presa di servizio nel mese di dicembre p.v. (anticipabile al 30 novembre p.v.), a seguito di scorrimento della graduatoria degli idonei in un livello/profilo inferiore ovvero in un diverso profilo di pari livello a quello attribuibile con la stabilizzazione, deve, a nostro avviso, anch’esso manifestare il proprio interesse presentando entro la scadenza del 7 novembre p.v. la relativa domanda. Tale personale non essendo ancora a T.I. potrà regolarmente utilizzare l’applicazione informatica Selezioni on line come richiesta dal bando.
C) “IBRIDI”
Ancora non è risolto il problema dei cosiddetti “Ibridi”, cioè dei precari che raggiungono il requisito dei 3 anni con l’attività prestata presso altre Istituzioni di ricerca (università, ecc.) diversi dagli EPR.
Al riguardo il Presidente, dichiarandosi favorevole, ha chiesto al MIUR uno specifico parere evidenziando la necessità di un rapido riscontro anche in considerazione che le commissioni dei concorsi del comma 2 hanno accantonato, in attesa di indicazioni, le relative domande presentate.
Considerata tale situazione nella quale non è ancora ben definito se l’attività svolta presso l’Università o altri Istituzioni è ricompresa nella dizione “altri enti e istituzioni di ricerca” nell’incertezza si potrebbe valutare l’opportunità di presentare comunque domanda di manifestazione di interesse alla stabilizzazione ai sensi del comma 1.

COMMA 1 CHIAMATA DIRETTA
Il bando prevede la partecipazione del personale interessato assunto per chiamata diretta a T.D. in possesso dei requisiti del comma 1, presentando domanda esclusivamente per posta elettronica certificata.
Rispetto all’Avviso pubblicato, il Sindacato ha evidenziato nel corso del citato incontro con il Presidente del 25 c.m. che il bando, così come strutturato, è rivolto al solo personale assunto per chiamata diretta ai sensi dell’Art.20, comma 3, del D.Lgs. 127/2003 (decreto di riordino CNR).
Resterebbero quindi esclusi i dipendenti che sono stati assunti per chiamata diretta ai sensi anche di altre normative di Legge quali Art.23 del DPR 171/91 e Art. 36 della Legge 70/75 (come previsto dall’Art.9 del vigente Regolamento del Personale del CNR di cui al DPCNR del 25 maggio del 2005).
A tale riguardo il Presidente, mantenendo l’impegno assunto in tale incontro, ha diramato una nota di chiarimenti del relativo Avviso di manifestazione di interesse che comprende tutte le tipologie di assunzione per chiamata diretta sopra elencate.
Abbiamo inoltre suggerito l’opportunità di inserire tra i dati richiesti anche l’eventuale possesso di idoneità conseguite in procedure concorsuali per contratto a T.D. ovvero a T.I. ovvero per superamento di CALL europee nei bandi ERC, ecc. situazioni che si consiglia ovviamente di evidenziare nel curriculum allegato alla domanda.
Il Presidente, con l’obiettivo di portare a soluzione tale problematica, ha dichiarato la volontà di far assumere dal C.d.A. del 30 ottobre p.v. una delibera riguardante le chiamate dirette ipotizzando uno spacchettamento delle varie situazioni e, laddove necessario, attivare da subito, per chi non rientra nelle situazioni sopra evidenziate, una procedura concorsuale, tipo quella del comma 2, da espletare rapidamente per consentire la stabilizzazione entro il 2018.

PROROGABILITA’ CONTRATTI A T.D.
Nel corso dell’incontro su richiesta del Sindacato il Presidente ha nuovamente dichiarato che:
a) tutti i precari con contratti a T.D. stabilizzabili verranno prorogati, alla loro scadenza, fino alla stabilizzazione;
b) porterà all’attenzione del prossimo C.d.A. del 30 ottobre p.v. la possibilità di prorogare, alla loro scadenza, i contratti a T.D. che non hanno i requisiti per la stabilizzazione, utilizzando i fondi di progetti diversi dal progetto che ha originato l’assunzione e che si è nel frattempo concluso.

ASSEGNI DI RICERCA
Il Direttore Generale ha comunicato che è stato superato il blocco e che tornerà quindi regolare il pagamento degli assegni di ricerca del personale in servizio negli Istituti soppressi.

Federazione UIL SCUOLA RUA
“Ricerca Università Afam”
Americo Maresci

stampa

 

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news