7.6 C
Rome
giovedì 15 Aprile 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDEMARTEDÌ 12 MARZO 2019 CNR/OO.SS. – INCONTRO DELUDENTE – RISPOSTE ZERO

Martedì u.s. si è svolto un incontro tra il Direttore Generale CNR, il Dirigente della Direzione Centrale Gestione Risorse Umane e le OO.SS. CGIL – CISL – UIL riguardante le nuove stabilizzazioni e le inadempienze contrattuali.
Non possiamo nascondere la delusione per l’inconcludenza e per la mancanza di risposte.

Il CNR ha chiarito l’orientamento di voler rimodulare, prima di Pasqua, il Piano di Fabbisogno del Personale, da noi fortemente contestato (vedi comunicato n. 66 del 19-11-2018) limitatamente all’anno 2019, e di effettuare, in autunno, una rimodulazione più completa riguardante l’intero triennio 2019-2021.
Il Sindacato ha ribadito la necessità, non più rinviabile, di attivare un diverso sistema di relazioni sindacali improntato, come previsto dal CCNL, a principi di responsabilità, correttezza e trasparenza dei comportamenti, al dialogo costruttivo nonché alla prevenzione e risoluzione dei conflitti ed ha chiesto un calendario di incontri su argomenti specifici.

Il primo incontro, ancora da confermare, è ipotizzabile per l’ultima settimana del corrente mese di marzo, partendo proprio dalla rimodulazione del Piano di fabbisogno 2019 rispetto al quale il CNR si è impegnato ad effettuare il previsto preventivo confronto con le OO.SS..

Proprio da questa prima e parziale rimodulazione 2019 dipenderà il nostro futuro comportamento nei confronti dei vertici dell’Ente ai quali abbiamo manifestato e richiesto di utilizzare tutti gli strumenti giuridici e le risorse finanziarie a disposizione e, immediatamente utilizzabili, sia per stabilizzare il maggior numero possibile degli aventi diritto (commi 1 e 2) e sia per consentire le progressioni economiche e di carriera del personale di ruolo.

Più in particolare abbiamo chiesto di inserire dettagliatamente nella rimodulazione del Piano, che l’Ente è orientato a deliberare entro le prossime festività pasquali, le seguenti, e per noi prioritarie, questioni:

A) STABILIZZAZIONI
Applicare immediatamente la piena potenzialità per la trasformazione dei contratti da T.D. a T.I. derivanti:
1) COMMA 2:
• Dal vincolo, per lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi riservati comma 2, del non superamento del limite del 50% delle assunzioni da riservare per l’accesso dall’esterno, attualmente pari a 248 posti già approvati (96 turn over 2019 e 152 DM 163/18) immediatamente disponibili e incrementabili di 130 posti e quindi ulteriori altrettanti scorrimenti comma 2 effettuabili dopo che verrà approvato il PTA 2018-2020.
Le rimodulazioni del PTA 2019-2020 rinviate al prossimo autunno dovranno contenere, a nostro avviso, la programmazione per circa ulteriori 600 stabilizzazioni di tutti i precari aventi diritto.

2) COMMA 1
Dare immediatamente esecutività alle restanti stabilizzazioni automatiche dei precari in possesso dei requisiti di cui al comma 1 pari a complessivi 201 unità così ripartiti:
• 89 T.D. non prioritari;
• 16 T.I. CNR ed extra CNR;
• 20 T.D. ibridi extra università;
• 76 T.D. con chiamata diretta (di cui 35 primi idonei in posizione utile assumibili automaticamente con scorrimento graduatorie di concorsi a T.I.).

3) SINTESI STABILIZZAZIONI
Il CNR è nelle condizioni, con una delibera del C.d.A., di stabilizzare entro maggio p.v. con le risorse finanziarie a disposizione (13 milioni ex premiali e cofinanziamento CNR):
• 248 precari comma 2;
• 201 T.D. comma 1.
Programmare nel biennio 2019-2020 ulteriori stabilizzazioni con comma 2 pari a 130+600 unità.
B) PROGRESSIONI PERSONALE DI RUOLO
Il Sindacato ha chiesto con forza di inserire in questa rimodulazione del Piano di Fabbisogno riguardante il solo anno 2019 anche le progressioni economiche e di carriera del Personale di ruolo (vedi comunicato UIL n.4 del 15-2-2019).
In particolare:
a) Adeguato numero di passaggi di livello attribuibili con Art.54 con decorrenza 1-1-2019 e previa costituzione concordata del fondo Art.90 nuovo CCNL;
b) Adeguato numero di maggiorazioni economiche attribuibili con Art.53 (gradoni);
c) Mobilità orizzontale con cambio di profilo a parità di livello Art.65 (ricercatori e tecnologi di III e II livello) e Art. 52 (tecnici e amministrativi IV-VIII livello) con decorrenza 31-12-2018;
d) Progressioni al II e al I livello mediante:
• Scorrimento graduatorie idonei concorsi pubblici con vincitori già dipendenti CNR con contratto a T.I.;
e) Scorrimento graduatorie degli idonei della precedente selezione Art.15;
f) Nuova selezione Art.15 con decorrenza 1-1-2019.

Federazione UIL SCUOLA RUA
“Ricerca Università Afam”
Americo Maresci

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news