14.3 C
Rome
martedì 20 Aprile 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDEIL CNR CONTINUA A UMILIARE I PROPRI
RICERCATORI E TECNOLOGI
IL PRESIDENTE CNR, ANCORA NON SODDISFATTO PER:

 essere riuscito a confermare i propri ricercatori e tecnologi dei livelli I – II – III quali fanalino di coda e meno retribuiti tra tutti quelli degli Enti Pubblici di Ricerca;
 aver quasi prosciugato il fondo del salario accessorio impropriamente utilizzato per finanziare le indennità dei Direttori f.f.;
 non aver ancora erogato il conguaglio del salario accessorio degli anni dal 2010 al 2018;
 non aver bandito alcuna progressione di carriera Art.15 per il passaggio al II e al I livello;
 non aver bandito alcuna progressione economica Art.8 per anticipo di fascia;
 non aver riconosciuto l’anzianità a T.D. e la ricostruzione di carriera al personale assunto prima del 19-4-2018;
 non aver attivato alcuna indennità di responsabilità;
 non aver istituito albi professionali;
 non aver emanato il nuovo Regolamento ex Legge Merloni;
 non aver garantito il diritto di opzione.
ORA PRIMA DI ANDARSENE DALL’ENTE, PER IL TRAMITE DEL DIRETTORE GENERALE E IN VIOLAZIONE DELLA NORMATIVA VIGENTE, “SALUTA” I RICERCATORI E TECNOLOGI CON LA CIRCOLARE N.9/2019.
La UIL, infatti, venuta a conoscenza da alcuni Ricercatori e Tecnologi della circolare n.9/2019 emanata unilateralmente dal Direttore Generale riguardante chiarimenti sull’orario di lavoro dei primi tre livelli, ha inviato al Presidente e Direttore Generale la seguente nota:
Si fa riferimento alla Circolare di cui all’oggetto riguardante “applicazione dell’Art.58 del CCNL 21-02-02 – Ulteriori chiarimenti” rispetto alla quale la scrivente O.S. contesta sia il merito e sia il metodo adottato in quanto in netto contrasto con la normativa vigente.
È sempre più forte la convinzione della scrivente O.S. che la gestione del personale di ricerca e tecnico non può essere affidata esclusivamente alla dirigenza amministrativa; dirigenza che per altro sembra non essere a conoscenza delle specificità del settore e delle norme contrattuali contenute nell’ultimo CCNL 19-4-2018.

Tale CCNL individua, in maniera esplicita, nelle relazioni sindacali lo strumento improntato alla partecipazione attiva, a principi di responsabilità, correttezza, buona fede e trasparenza dei comportamenti, al dialogo costruttivo nonché alla prevenzione e risoluzione dei conflitti.
Stanti tali principi il CNR, ignorando quanto previsto dall’Art.80 del CCNL 19-4-2018 nella parte in cui si afferma che “i ricercatori e i tecnologi…..rappresentano figure professionali dotate di autonomia e responsabilità nell’espletamento della loro attività di ricerca ….”, in maniera unilaterale e in palese violazione dell’Art. 68 del citato CCNL, emana la Circolare n.09/2019.
Pertanto, anche al fine di evitare una denuncia per comportamento antisindacale, si
CHIEDE
• la sospensione dell’efficacia della Circolare n.09/2019 di cui all’oggetto;
• l’immediata attivazione del confronto con le OO.SS, nazionali e successivamente con i soggetti sindacali a livello di sede locale ai sensi dei commi 8 e 9 dell’Art.68 del CCNL 19-4-18.

Federazione UIL SCUOLA RUA
“Ricerca Università Afam”
Americo Maresci

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news