3.4 C
Rome
venerdì 16 Aprile 2021

CNR: Comunicato al personale

ART. 54 DEC. 1-1-2010

Il Presidente CNR, dopo lunga attesa del parere dei Ministeri Vigilanti, ha finalmente firmato il bando di concorso interno (bando n.364.110 tutt’ora in fase di pubblicazione nel sito www.urp.cnr.it, sezione lavoro), per complessivi 545 passaggi di livello per tecnici ed amministrativi con decorrenza giuridica ed economica dal 1 gennaio 2010 banditi ai sensi dell’ex Art. 54.

Infatti solo in data 22 dicembre u.s. il MIUR, esprimendo il proprio parere sul piano di fabbisogno del personale ed avendo verificato il rispetto della selettività “brunettiana” (una quota limitata di dipendenti), ha sbloccato la situazione.

Quindi, in questa tornata concorsuale, il numero dei posti banditi per ogni profilo è pari mediamente al 65%, e non più al 100 %, degli aventi diritto. E’ pertanto indispensabile curare bene la preparazione della domanda, con particolare riferimento al curriculum vitae autocertificato che, non potendo produrre ulteriore documentazione (oltre alla relazione triennale e all’atto di verifica), costituirà l’elemento decisivo per la formazione della graduatoria.

Per memoria riportiamo i requisiti di ammissione, ormai noti:
1. Essere in servizio con contratto a tempo indeterminato alla data del 1-1-2010 ed essere ancora in servizio alla data di pubblicazione delle graduatorie;
2. avere maturato un’anzianità nel livello del profilo ricoperto, alla data del 1-1-2010, di almeno 4 anni per i profili tecnici e di almeno 3 anni per i profili amministrativi.

A tal fine è anche valutato:
a) il servizio prestato presso il CNR con contratto a tempo determinato nel medesimo profilo;
b) il 20% delle anzianità di servizio eccedenti quelle necessarie alla partecipazione a precedenti selezioni Art.54 ed Art 53 (è quindi urgente superare l’attuale contenzioso sull’interpretazione delle modalità di calcolo del 20%).

Riteniamo, infine, utile ricordare che:
a) in caso di mobilità orizzontale (Art. 52) l’anzianità riconosciuta nel medesimo livello del profilo di provenienza è pari al 100%;
b) la data di scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 28 FEBBRAIO 2011.

Questa la ripartizione dei posti suddivisi per profilo e livello con il numero presunto degli aventi diritto:

ART: 54 DEC. 1-1-2010

LIV

PROFILO

PASSAGGIO
DA→A

N° POSTI

AVENTI
DIRITTO

IV

CTER

V→IV

92

142

FUNZ. AMM

13

21

V

CTER

VI→V

108

167

COLL. AMM

78

108

VI

COLL. AMM

VII→VI

109

156

OPER. TECN

80

117

VII

OPER. TECN

VIII→VII

30

40

OPER. AMM

35

46

TOTALE

545

797

PROROGA INCARICHI DIRIGENZIALI

Rispetto alla proroga di tutti gli incarichi dirigenziali deliberata dal C.d.A., la UIL-RUA ha inviato al Presidente ed al Direttore Generale la seguente lettera:

Oggetto: Proroga incarichi dirigenziali

Con riferimento alla delibera n° 263 del 15-12-2010 con cui si prorogano, fino alla riorganizzazione degli Uffici dell’Amministrazione Centrale e comunque non oltre il 31-12-2011, tutti gli incarichi di livello dirigenziale in essere, la scrivente O.S. invita le SS.LL. a non estendere tale proroga alle Strutture i cui incarichi sono ricoperti “ad interim” e procedere alla nomina dei rispettivi Responsabili.

Ciò al fine di non concentrare su poche unità incombenze, carichi di lavoro e responsabilità che con il tempo, oltre a logorare lo stesso dirigente, rischiano di determinare la paralisi delle attività.

BUONO PASTO

Dopo la sottoscrizione dell’incremento del buono pasto, la UIL-RUA, al fine di garantire parità di trattamento ha inoltrato al Presidente e Direttore Generale la seguente nota:

Oggetto: Elevazione valore buono pasto.

A seguito dell’avvenuta sottoscrizione definitiva dell’accordo che eleva, con decorrenza 1-12-2010, il valore del buono pasto ad 8,00 euro, la UIL-RUA ritiene indispensabile che codesto Ente impartisca direttive che garantiscano l’uniformità di trattamento per tutto il personale ed in tutte le Strutture dell’Ente.

Si ritiene necessario riportare ad omogeneità le varie gare d’appalto che autonomamente si stanno svolgendo in modo differenziato in varie sedi che sembrano non tutelare al meglio il Personale CNR.

Giova ricordare che l’Art.11 del DPR 509/79 e le successive disposizioni in materia sopravvenute, prevedono la corresponsione del “buono pasto” a tutti i dipendenti aventi diritto che svolgono un determinato orario di lavoro indipendentemente dalla presenza della mensa; la mancanza di un adeguato servizio mensa consente all’Ente di attivare convenzioni per la utilizzazione dei buoni pasto.

E’ indubbio, quindi, che tutti i dipendenti hanno diritto a percepire un buono pasto del valore nominale pari ad 8,00 euro; si dovranno poi definire le modalità di utilizzo del buono pasto che potrebbero essere differenziate, ma non penalizzanti, laddove sia funzionante un ADEGUATO servizio mensa, con la possibilità, ad esempio, in caso si usufruisca di un pasto ridotto, di utilizzo parziale del buono pasto.

Ciò premesso la UIL_RUA ritiene utile la convocazione urgente di un incontro tecnico in materia.

UIL – RUA
Americo Maresci

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news