domenica 1 Agosto 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDEIl Presidente CNR nel pomeriggio dell’11 maggio u.s. ha rinviato a data da stabilire l’incontro con le OO.SS. e contestualmente ha fatto trasmettere formalmente alle stesse OO.SS. una nuova ipotesi d’accordo sull’Art.54, da noi ritenuta provocatoria e che potrebbe dare spazio a ricorsi da parte di candidati che non risulteranno vincitori, mentre non ha dato alcuna comunicazione riguardo ai T.D. licenziati.
Come già congiuntamente comunicato il 19 MAGGIO p.v. alle ORE 9.30 in concomitanza del C.d.A., FLC CGIL e UIL RUA hanno organizzato una ASSEMBLEA – MANIFESTAZIONE nella sede centrale CNR su PRECARIATO – PROGRESSIONI DI CARRIERA – SALARIO ACCESSORIO oltre che sul tema, che sta a monte delle RELAZIONI SINDACALI.
SI SOLLECITA TUTTO IL PERSONALE, DI RUOLO E PRECARIO, A GARANTIRE LA MASSIMA PARTECIPAZIONE.

Precariato
Non avendo avuto alcun confronto con l’Ente, ancora non sono stati revocati i 3 licenziamenti di Capo Granitola, dove nella riunione dell’11 maggio u.s. con i precari il Responsabile della medesima Sezione ha preannunciato di non poter prorogare, alla loro scadenza, altri 12 T.D. e quindi ulteriori 12 licenziamenti nei mesi correnti.
La situazione quindi, da non sottovalutare, si sta facendo sempre più preoccupante, anche alla luce delle indiscrezioni che circolano, tutte da verificare, sull’orientamento che i vertici dell’Ente avrebbero espresso di portare a scadenza i contratti a tempo determinato e di lasciarli scadere tutti, con particolare riferimento ai 64 e ai 130 T.D. che gravano sul “conto terzi” centralizzato.
Tale orientamento sembrerebbe non trovare opposizione nei Direttori di Dipartimento “anch’essi precari” in quanto in scadenza (sei su sette scadono tra il 19 novembre p.v. e il 1 febbraio p.v.), ma prorogabili.

Art.54
La nuova ipotesi d’accordo trasmessa dal CNR è da noi ritenuta illegittima in quanto, sostituendosi all’ARAN, il CNR modifica unilateralmente quanto previsto dal comma 5 dell’Art.54 del CCNL 21-02-02.
In sintesi la nuova ipotesi d’accordo si può così sintetizzare:

1) nessuno scorrimento di graduatorie di idonei.
Tutti i 417 posti sono ricopribili con selezione:

2016 05 17 comunicato CNR All 1

2) modifica dei criteri generali della graduazione dei punteggi previsti dal CCNL sottoscritto con l’ARAN e proposta di uniformare i punteggi di tutti i profili:

2016 05 17 comunicato CNR All 2

3) verifica positiva o negativa dell’attività svolta effettuata dal Direttore sulla base di 4 indicatori:

2016 05 17 comunicato CNR All 3

4) decorrenza giuridica ed economica dal 1 gennaio dell’anno in cui si sottoscrive l’accordo. Quindi la decorrenza non potrà essere anteriore al 1-1-2016, considerando che se anche oggi sottoscrivessimo la nuova ipotesi d’accordo, la stessa dovrebbe essere approvata in C.d.A. (sino a ieri non convocabile per la scadenza dei componenti del Collegio dei Revisori) e successivamente inviata ai Ministeri Vigilanti per poi sottoscrivere l’accordo definitivo con le OO.SS.
Rispetto alla situazione sopra descritta, la UIL RUA è disponibile a valutare e sottoscrivere una nuova ipotesi di accordo a condizione che il CNR:
a) dimostri l’illegittimità dello scorrimento delle graduatorie degli idonei e preveda per gli stessi un punteggio particolare;
b) elimini i 4 indicatori previsti nella verifica dell’attività svolta;
c) incrementi il numero dei 417 posti da bandire, sulla base del personale cessato dal servizio nell’anno 2015 qualora la decorrenza venisse fissata al 1-1-2016.

Salario Accessorio Liv. IV-VIII
Il Direttore Generale f.f. ha trasmesso alle OO.SS. la prevista informativa avente per oggetto “nuova determinazione del Fondo per il trattamento accessorio per il personale dipendente del CNR livelli IV-VIII – anni 2014 e 2015” da sottoporre al Consiglio di Amministrazione.
Com’è noto la determinazione del Fondo è di competenza dell’Ente che è tenuto a dare l’informazione preventiva al Sindacato per il quale costituisce una “presa d’atto”, nonché un’occasione di verifica della corretta costituzione; sarà invece oggetto di contrattazione l’utilizzo e la ripartizione del Fondo tra le varie voci del salario accessorio (turni, straordinari, indennità, produttività, ecc.).
Di seguito riportiamo la tabella sottostante elaborata dal CNR e trasmessa alle OO.SS.

2016 05 17 comunicato CNR All 4

Dalla suddetta tabella si evince chiaramente che la differenza 1.108.804,39 rappresenta il taglio del 10% dell’importo disponibile per la contrattazione, rapportato ai 2.876 unità di personale a tempo indeterminato destinatari nel 2014.
Da tale taglio deriva una decurtazione media individuale pari a circa 359 euro annui che ciascun dipendente appartenente ai livelli VI-VIII subirà nella propria busta paga in occasione del pagamento della produttività (essendo un importo annuale e variabile la cosa potrebbe passare inosservata).
Tale riduzione si applica automaticamente anche a tutto il personale a tempo determinato.
Rispetto a questa situazione il Sindacato sta con forza chiedendo (ma sino ad ora senza successo vista l’opposizione dell’Ente) di incrementare il fondo del salario accessorio 2015 di un importo almeno pari al taglio subito, dando applicazione all’Art.4, comma 3 del CCNL 21-02-02 ovvero all’Art.19 del CCNL 7-4-2006.
Questo è ciò che si sta facendo negli altri Enti di Ricerca in considerazione del fatto che le varie leggi finanziarie in vigore consentono di incrementare il salario accessorio solo in occasione della determinazione del fondo per il 2015 con effetto trascinamento anche per gli anni successivi.
La suddetta applicazione consentirebbe di incrementare anche il fondo dei ricercatori e tecnologi, livelli I-III, con effetti nell’indennità per oneri specifici, attualmente pari a 25 euro/mese, la più bassa del Comparto.
Ciò rappresenta quindi un’opportunità da non perdere e per l’appunto è stata inserita, insieme al precariato e alle progressioni di carriera tra le rivendicazioni dell’ASSEMBLEA-MANIFESTAZIONE del 19 maggio p.v.
Quanto fin qui trattato non ha nulla a che vedere con la PERFORMANCE, che qualora attivata, senza le modifiche del Sindacato comporterà una ulteriore riduzione media individuale di 300 euro mensili.
Per quanto sopra riportato, e considerato il contratto di lavoro scaduto da 7 anni, è indispensabile dare un forte segnale di protesta, al CNR e al Governo, partecipando attivamente agli appuntamenti di:

FLC-CGIL e UIL-RUA

19 MAGGIO ORE 9.30
ASSEMBLEA – MANIFESTAZIONE
CNR – SEDE CENTRALE

20 MAGGIO ORE 9.30
SCIOPERO NAZIONALE
CONCENTRAMENTO – SEDE MIUR
VIALE TRASTEVERE

UIL RUA
Americo Maresci

stampa

Collegamenti Rapidi

Enti Pubblici di Ricerca

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news