3.4 C
Rome
venerdì 16 Aprile 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDEProduttività 2013-2016 – Livelli IV-VIII
In preparazione di un prossimo incontro riguardante l’erogazione della produttività al personale a T.D. e a T.I. dei livelli IV-VIII relativo agli anni 2013-2014-2015-2016 (l’ultima erogazione, infatti, ha riguardato il 2012), il CNR ha trasmesso alle OO.SS. una proposta, da noi (ma non solo) considerata irricevibile, elaborata con il determinante contributo (non passato inosservato) dell’OIV.

L’OIV, com’è noto, è l’Organismo Individuale di Valutazione composto da 3 componenti supportato da una struttura tecnica, introdotto obbligatoriamente in tutti gli Enti e Amministrazioni del Pubblico Impiego con il decreto Brunetta, tra i compiti assegnategli vi è, in particolare, la valutazione della PERFORMANCE.
Il fondo complessivo da distribuire, variabile annualmente, mediamente ammontante a circa 800.000 euro/anno, in base alla proposta è ripartito e assegnato, previa valutazione, ad ogni Struttura (Istituti, Dipartimenti ed Uffici dell’Amministrazione Centrale) sulla base del livello di performance raggiunto dal personale avente diritto ed in proporzione al periodo di servizio prestato nell’anno di riferimento.
La proposta dell’Ente contiene, inoltre, i criteri di valutazione rispetto alla qualità delle prestazioni individuali svolte in ciascun anno di riferimento 2013-2014-2015-2016, nonché le modalità e le procedure che dovranno seguire i Direttori per inserire il personale in cinque classi di merito (A-B-C-D-E). Tale classificazione, sempre secondo la proposta, dovrà avvenire sulla base di un punteggio complessivo, attribuito dagli stessi Direttori a ciascun dipendente, comprensivo di correttivi legati al profilo e al livello ricoperto da ciascuno. Facile intuire che ad essere penalizzati saranno soprattutto, e come al solito, i profili più bassi (Operatore Tecnico e Operatore di Amministrazione).
Con un algoritmo viene poi calcolato “l’importo equivalente” che, moltiplicato per il livello di performance della classe raggiunta (A-B-C-D-E), determina l’importo individuale della produttività da erogare a regime, di norma, entro il mese di aprile dell’anno successivo a quello di riferimento.
Nella dettagliata e macchinosa procedura da seguire proposta dall’Ente, compreso il ricorso gerarchico che potrà presentare il dipendente insoddisfatto della valutazione, non è mai previsto il confronto con la RSU e le OO.SS. territoriali.
Si sta in sostanza cercando di introdurre la performance di Brunetta, cnrattualizzata, senza risorse aggiuntive, senza contrattazione e senza individuazione preventiva degli obiettivi da raggiungere.
Dobbiamo comunque dare atto al CNR per il grande lavoro svolto e per l’impegno profuso nell’elaborazione di una proposta innovativa per l’erogazione della produttività, da fare invidia ai primi decreti Brunetta, anche in funzione di una valutazione di costi-benefici, visto che la somma individuale da distribuire è mediamente pari a 300 euro lordi annui.

Mentre restiamo in attesa dell’incontro con l’Ente, nel quale proporremo di confermare i criteri di erogazione tutt’ora in vigore, riportiamo di seguito gli strumenti proposti dal CNR che i Direttori dovranno utilizzare per inserire il personale nelle 5 classi di merito per l’erogazione della produttività individuale, a partire dal 2013, tenendo presente che l’inserimento nella classe E, corrispondente al livello zero di performance, determina l’esclusione, per l’anno di riferimento, dalla corresponsione della produttività:

2016 09 05 comunicato CNR All 1

 

UIL RUA
Americo Maresci

stampa

Collegamenti Rapidi

Comunicati Segreteria Nazionale

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news