domenica 25 Luglio 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDELettera alla Ministra
Facendo seguito al nostro comunicato n.19 del 4 aprile u.s. e come precedentemente annunciato ai Vertici del CNR e agli Organi di controllo interno con le nostre note del 2-2-2017 e del 10-3-2017, rimaste nei fatti inascoltate, la UIL RUA ha inviato al Ministro della Ricerca, della Funzione Pubblica, del Tesoro e al Presidente dell’ANAC (anticorruzione) la seguente nota:
In qualità di soggetto istituzionalmente preposto alla vigilanza del Consiglio Nazionale delle Ricerche si porta a conoscenza la S.V. della delibera assunta dal C.d.A. il 28 marzo u.s. riguardante l’attribuzione dell’incarico per la copertura della terza carica del CNR (Direttore della Direzione Centrale Gestione Risorse Umane).

Questa in sintesi la situazione come anche risultante dal sito CNR.
Dal 1-3-2010 la Direzione Centrale di livello Dirigente Generale I fascia è ricoperta ad interim, senza alcun compenso aggiuntivo, dal Dirigente di II fascia del Servizio Stato Giuridico e Trattamento Economico del Personale con incarico Art.19 comma 6 del D. Lgs. 165/01.
Il 25-1-2017 il Direttore Generale pubblica due Avvisi interni per manifestazione d’interesse per l’affidamento dell’incarico di Dirigente Generale di I fascia delle due Direzioni Centrali (Direzione Centrale Gestione delle Risorse Umane e Direzione Centrale Supporto alla Rete Scientifica e Infrastrutture). L’Avviso è congegnato in modo tale da limitare la partecipazione per l’attribuzione dei due incarichi a solo 3 dipendenti interni al CNR di cui 2 con due anni di anzianità nella qualifica di Dirigente di II fascia decorrente dal 12 gennaio 2015 e con meno di due anni di anzianità di direzione di un Ufficio dirigenziale di II fascia. Si è preclusa così la partecipazione agli attuali dipendenti che ricoprono da oltre 7 anni a titolo gratuito tali posizioni nonché ai potenziali ricercatori e tecnologi dell’Ente in possesso delle specifiche professionalità richieste dal comma 6 dell’Art.19 del D. Lgs 165/01.
Il 3-2-2017 la UIL RUA denuncia dettagliatamente ai Vertici dell’Ente e agli Organi di controllo interno evidenziando i motivi di inopportunità e di illegittimità riscontrati.
Il 13-3-2017 il Presidente e Direttore Generale presentano alle OO.SS. la bozza di modifica dello Statuto del CNR all’interno della quale vengono esplicitamente soppresse le due Direzioni Centrali con conseguente risparmio per l’Ente a regime pari a circa 400 mila euro/annui.
Il 27-3-2017 RAI 3 manda in onda il servizio di Report “CNR ricercatori e ricercati”.
Il 28-3-2017 il C.d.A. del CNR, vista la relazione del Direttore Generale ed il parere espresso dal Collegio dei Revisori dei Conti, delibera l’attribuzione dell’incarico di Dirigente di I fascia della Direzione Centrale Gestione delle Risorse Umane.
LETTERA ALLA MINISTRA
2
Il 30-3-2017 il Direttore Generale conferisce il predetto incarico con decorrenza 1 aprile, con l’attribuzione del trattamento economico previsto per il Dirigente Generale di I fascia (incremento costi pari a circa 50 mila euro/annui).
La UIL RUA aveva già evidenziato la propria perplessità ai Vertici dell’Ente, agli Organi di controllo interni nonché al Responsabile della prevenzione della corruzione (anch’esso potenziale candidato) con due note del 2-2-2017 e del 10-3-2017 che ad ogni buon fine si allegano alla presente.
Nel frattempo non vengono rinnovati, per mancanza di fondi, 2 precari con contratto a tempo determinato da oltre 3 anni in servizio a Capo Granitola (v. Report RAI 3) negando loro la potenziale opportunità di stabilizzazione derivante dall’emanando Decreto “Madia” relativo al Testo Unico per il Pubblico Impiego.
Il nostro auspicio è che qualsiasi siano le scelte conseguenti, queste non costituiscano l’ennesimo “attacco esterno” al nostro Ente.
In ogni caso ci auguriamo che da parte del MIUR sia avviata una particolare attenzione sulle scelte adottate dal massimo ente di ricerca italiano per evitare ulteriori effetti che rischiano di essere solo depressivi e non migliorativi.
Inadempienze CNR
In data 29 marzo u.s. la UIL RUA ha inviato al Presidente CNR la seguente nota:
La scrivente O.S. segnala che non è ancora stata data soluzione agli impegni assunti e reiterati anche nell’ultimo incontro con le OO.SS. del 13-3-2017.
Più in particolare:
a) non risultano ancora prorogati alcuni contratti a tempo determinato recentemente scaduti mettendo a rischio l’obiettivo di consentire a tutti le opportunità che potranno derivare dal decreto “Madia” per i precari che sono in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto;
b) non sono state avviate le procedure per la selezione Art.54 (passaggi di livello per tecnici e amministrativi);
c) non sono state nominate le commissioni per la selezione Art.53 (maggiorazioni economiche);
d) non è definito l’incremento del salario accessorio di tutto il personale dei livelli dal I all’VIII;
e) non è definito alcun calendario di incontri con le OO.SS. sulle altre numerose inadempienze contrattuali.
L’auspicio che come UIL RUA si formula è quello che non si renda necessaria l’ennesima mobilitazione del Personale per dare corso a quanto su esposto.

UIL-RUA
Americo Maresci

stampa

Collegamenti Rapidi

Enti Pubblici di Ricerca

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news