sabato 28 Maggio 2022

Università La Sapienza – Finalmente dopo 25 anni firmato il nuovo accordo sulla produttività compresi i residui degli anni precedenti e raggiunta una pre intesa sulle progressioni orizzontali

Esprimiamo grande soddisfazione per la sottoscrizione di un nuovo accordo sulla produttività, che supera su questo punto definitivamente l’accordo del 1997 che comunque ha consentito per più di 20 anni di affrontare sfide difficili a partire da quella drammatica che da quasi due anni vede impegnato in maniera straordinaria il personale. Si arriva dopo quasi un anno di trattativa e di confronto serrato, a sottoscrivere un’intesa necessaria che fosse corrispondente alle norme in vigore.

Il nuovo accordo permette inoltre un incremento economico annuo per tutti i lavoratori in quanto consente l’utilizzo completo dei fondi del salario accessorio.

Le modalità di erogazione della produttività hanno due criteri di riferimento: la categoria contrattuale e la tipologia oraria. Il sistema distribuirà le risorse ai lavoratori in base ai risultati della performance organizzativa al 70%, mentre il restante 30% verrà dato in base alla performance individuale (scheda di valutazione). La distribuzione sarà garantita su nove mensilità annue, tra acconti e saldi.

Ci siamo riservati una prima fase di sperimentazione per correggere eventuali difetti del nuovo sistema e perfezionamento dei dettagli. Nelle prossime settimane ci faremo carico di tenere costantemente informati i lavoratori, nelle forme più idonee.

Altro motivo di soddisfazione per noi è la stipula contestuale dell’accordo aggiuntivo che prevede la distribuzione a tutto il personale universitario del comparto dei residui dei fondi del salario accessorio relativi all’anno 2019 e 2020, Queste somme, dovute alle lavoratrici e ai lavoratori saranno erogate per il 60% dell’importo complessivo nel mese di febbraio 2022 e per il restante 40% probabilmente nel mese di giugno.

Abbiamo inoltre concordato sulla necessità di proseguire da subito la trattativa sul contratto integrativo che riguardi innanzitutto le seguenti materie:

  • Progressioni economiche per il personale avente diritto (fasce) da concludersi entro i primi mesi dell’anno in corso
  • Regolamento su conferimento e revoca incarichi
  • Orario di lavoro e regolamento mobilità
  • Articolo 86 (indennità di disagio)
  • Accordo su code contrattuali.

Oggi si è scritta una pagina importante nel rapporto tra lavoratrici, lavoratori, azienda e università e ci auguriamo che questa nuova stagione prosegua in modo proficuo. Dopo 25 anni, abbiamo creato le condizioni per mettere in sicurezza, rispetto ad eventuali rilievi degli organi di controllo, le retribuzioni del personale. Il senso di responsabilità delle OO.SS. scriventi unita ad un ruolo propositivo dell’azienda e dell’università hanno consentito il raggiungimento di questo primo risultato. La strada è ancora lunga ma le premesse per percorrerla assieme ora ci sono tutte.

FLC CGIL
Claudio MUSICO’
CISL FSUR
Livio ORSINI
Fed. UIL SCUOLA RUA
Marco COMMISSARI
SNALS/CONFSAL
Beniamino ALTEZZA

stampa

Collegamenti Rapidi

spot_img

Il Punto del Segretario Generale

Ultime news