17 C
Rome
martedì 15 Giugno 2021

A rischio le specificità di Università Ricerca e Afam

MadiaCOMUNICATO STAMPA

SINDACATO: UIL RUA, CON ATTO INDIRIZZO MADIA A ARAN A RISCHIO SPECIFICITA’ UNIVERSITA’, RICERCA E AFAM

“Mentre il CNR ci dice che nel nostro Paese ci sono ogni anni tremila cervelli che fuggono da un’Italia che non saprebbe cosa farne, l’atto di indirizzo inviato dal ministro Madia all’ARAN (Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni) dimostra che Università, Ricerca e Alta formazione artistica e musicale continuano ad essere settori non prioritari nell’azione del governo”. Lo dichiara il segretario generale della UIL RUA Sonia Ostrica.

“La scelta di non riconoscere l’autonomia dei settori Ricerca, Università e Alta Formazione in sede di rinnovo contrattuale significa da un lato non riconoscere la specificità di questi settori, fondamentali per il progresso dell’Italia, e dall’altro mettere ancora più a rischio la possibilità di trovare soluzioni alla condizione dei precari, da troppi anni in attesa – spiega la sindacalista -. Come UIL RUA riteniamo che insistere su un progetto che non garantisce una soggettività specifica per Università Ricerca e Afam sia una ipotesi inaccettabile”.

“Nonostante si continui a parlare di ‘salvaguardia dei settori a forte specificità’, come ad esempio quelli rappresentati dalla UIL RUA, è difficile immaginare come si possa “garantire la specificità” e nello stesso tempo cercare ‘l’uniformità nei nuovi comparti’ – conclude Sonia Ostrica -. La soluzione esiste, e la proponiamo da tempo: un comparto unico per i tre settori, e ove i quattro attuali non consentissero tale soluzione, istituire un quinto comparto, in grado di valorizzare la specificità dell’Università, della Ricerca e dell’Alta formazione”.

Ultime news