18.1 C
Rome
domenica 20 Giugno 2021

AFAM: Mancata Riforma penalizza studenti

COMUNICATO STAMPA

ACCADEMIE E CONSERVATORI: UIL RUA, MANCATA RIFORMA PENALIZZA STUDENTI

AD OGGI SU 6800 DOCENTI 1400 SONO TEMPO DETERMINATO E IL LORO NUMERO E’ DESTINATO A RADDOPPIARE

“La mancata conclusione della Riforma delle Accademie e dei Conservatori di Musica penalizza fortemente gli studenti: più di 80 mila in forte crescita. Le istituzioni, per la totale assenza del MIUR, non riescono ad offrire certezze sui percorsi di studio non ancora completati e messi ad ordinamento; a questo si aggiunge l’impossibilità di fare una programmazione didattica a lungo termine anche per la mancata emanazione del regolamento sul reclutamento del personale”. Lo dichiara Giovanni Pucciarmati della della UIL RUA, che aggiunge: “Ad oggi su 6800 docenti 1400 sono a contratto a tempo determinato questo numero è destinato a raddoppiare nei prossimi anni per via degli pensionamenti”.

“Si tratta di docenti con esperienza decennale che, con cadenza annuale e/o triennale si sono sottoposti a molteplici valutazioni la cui maggioranza è inserita in apposite graduatorie nazionali, stante che nel comparto AFAM il requisito per la docenza non è costituito dal titolo di studio ma dal curriculum artistico-professionale-scientifico – spiega il sindacalista -. Per questo la Uil Rua sostiene da tempo che venga attuato un piano straordinario delle assunzioni dei Docenti Inclusi nelle Graduatorie Nazionale, del personale Docente, Tecnico Amministrativo, per la copertura dei posti effettivamente vacanti e disponibili che hanno maturato i diritti in Attuazione della direttiva del Consiglio del 28 giugno 1999, n. 1999/70/CE relativa all’accordo quadro CES, UNICE, CEEP sul lavoro a tempo determinato”.

“I costi sono assolutamente sostenibili si parla di circa 1,5 milioni di euro per effetto della ricostruzione di carriera del personale con più di 4 anni di servizio – conclude Pucciarmati -. In tutto questo va considerato il contenzioso che vede regolarmente il Miur condannato oltre al pagamento delle spese legali anche al risarcimento del danno con l’adeguamento dello stipendio a favore del ricorrente pari al trattamento economico di un docente di ruolo”.

Ultime news