15.1 C
Rome
domenica 20 Giugno 2021

Assemblea Costitutiva del Coordinamento Pari Opportunità e politiche di genere UIL RUA Regione Lazio

pariopportunitaLo scorso 3 marzo si è tenuta a Roma l’Assemblea Costitutiva del Coordinamento Pari Opportunità e Politiche di Genere UIL RUA Regione Lazio.

La costituzione dei coordinamenti regionali pari opportunità è stata deliberata a livello Confederale prevedendo all’art. 4 dello Statuto l’inserimento di tali strumenti in ogni articolazione dell’Organizzazione Sindacale con l’obiettivo di individuare, verificare e attuare le politiche di genere.

Il Coordinamento Pari Opportunità UIL RUA a livello regionale, in linea con la struttura di livello nazionale, è composto da referenti provenienti da ognuno dei tre settori della categoria, ovvero Ricerca, Università, AFAM, appartenenti ai diversi profili professionali (per la Ricerca: tecnici/amministrativi/ricercatori/tecnologi; per l’Università: docenti/personale amministrativo; per AFAM: docenti/personale tecnico e amministrativo). Tra i referenti è individuata una Coordinatrice che è anche componente di diritto del Coordinamento Nazionale Pari Opportunità UIL RUA.

Il Coordinamento Pari Opportunità e Politiche di Genere, nel contesto della complessiva azione sindacale della UIL, ha i seguenti scopi e adempie ai seguenti compiti:

• diffondere la cultura di genere a tutti i livelli dell’Organizzazione, in tutti gli ambiti di lavoro, in tutte le realtà categoriali, regionali e territoriali, dei servizi, in tutte le sedi formative, mediante attività mirate, indagini, ricerche e analisi sulla condizione della donna, in coerenza con le indicazioni provenienti dall’Europa e dagli Organismi Internazionali;
• promuovere e realizzare politiche ed “azioni positive” per garantire pari opportunità nel lavoro, nella vita e nello studio, combattendo ogni forma di molestia e violenza in ambito lavorativo e di vita;
• concorrere ad eliminare le disparità di fatto di cui prevalentemente sono oggetto le donne nella formazione scolastica e professionale, nell’accesso ai servizi e al lavoro, nella progressione delle carriere, nelle retribuzioni e nei trattamenti previdenziali;
• contrastare le forme di discriminazione, dirette o indirette, che ostacolano la piena realizzazione delle pari opportunità in tutti gli ambiti di vita, di attività, di lavoro e di studio e proporre le iniziative necessarie per la conoscenza e l’informazione delle suddette forme di discriminazione e per la loro rimozione, relazionandosi con tutti gli organismi di Parità – Pari Opportunità nazionali ed internazionali;
• promuovere ed elaborare specifiche politiche legate alle nuove necessità e ai nuovi bisogni dei lavoratori e delle lavoratrici, dei pensionati e delle pensionate, connesse alle politiche di genere, ponendo particolare attenzione alla multiculturalità, alle politiche sociali, ai diritti vecchi e nuovi che vanno tutelati e negoziati;
• favorire l’assunzione di compiti, ruoli e responsabilità da parte delle donne in ogni ambito e ad ogni livello dell’Organizzazione, anche al fine della piena realizzazione della strategia da ultimo definita nell’VIII Conferenza di Organizzazione e dei Servizi (“Gli Organi di voto ed esecutivi di tutte le strutture Uil devono essere composti in equilibrata rappresentanza di genere commisurata, di norma, al numero delle persone iscritte della struttura”, dal Regolamento di Attuazione dello Statuto)
• concorrere alla definizione delle politiche sindacali da parte dell’Organizzazione, affinché queste siano sempre declinate in un’ottica di valorizzazione e tutela di tutte le diversità e, in particolare, le diversità di genere.

All’Assemblea costitutiva sono intervenuti Alberto Civica, Segretario Generale UIL RUA, Sonia Ostrica, della Segreteria Nazionale e Coordinatrice Nazionale pari Opportunità UIL RUA, Roberto Papi, Segretario Regionale UIL RUA. Erano presenti circa trenta partecipanti provenienti da diversi Enti di Ricerca e dalle Università, di cui la maggior parte componenti di parte sindacale dei Comitati Unici di Garanzia istituiti presso gli organismi di appartenenza.

L’incontro è stato anche occasione per uno scambio proficuo di riflessioni ed esperienze sul ruolo dei CUG da cui sono emerse sia le criticità da affrontare e risolvere sia diversi spunti per l’avvio di iniziative nell’ambito del nascente Coordinamento Regionale.

I lavori dell’Assemblea si sono conclusi con l’istituzione del Coordinamento e la nomina di Rossella Colletta dell’ENEA come Coordinatrice e di un esecutivo ristretto costituito da lavoratrici del CNR, dell’ISFOL, dell’Università RomaTRE e Tor Vergata, dell’ISS e dell’ISPRA.

Il testo integrale del Regolamento Pari Opportunità e Politiche di Genere è reperibile sul sito http://www.uil.it/pari_opportunità/default.asp.

Il Coordinamento Pari Opportunità e Politiche di Genere
UIL RUA Regione Lazio

stampa

Ultime news