martedì 21 Settembre 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDECon l’avvicinarsi della scadenza del C.d.A. e dei vertici del CNR riteniamo indispensabile sollecitare una accelerazione nella realizzazione delle iniziative in itinere che hanno visto convintamente impegnati oltre alle OO.SS. anche i vertici dell’Ente.
La UIL RUA, dopo la grande partecipazione alla manifestazione “Natale della Ricerca” del 21 aprile, continua con le già sperimentate “ASSEMBLEE A TEMA” ed ha pertanto organizzato per i giorni 23 e 26 giugno p.v. presso la Sede Centrale CNR – Aula Bisogno le seguenti ASSEMBLEE rivedibili su YOU TUBE:

23 GIUGNO O.d.G.:
1) PRECARIATO;
2) BENEFICI ASSISTENZIALI;
3) EX DIPENDENTI CNR IN PENSIONE.

26 GIUGNO O.d.G.:
1) PIANO DI FABBISOGNO DI PERSONALE
2)PROGRESSIONI DI CARRIERA

Piano di Fabbisogno 2015-2017

Mentre ancora non sono state avviate concretamente le procedure concorsuali per la realizzazione del Piano di Fabbisogno 2014-2016, nonostante le nostre inascoltate ed annose sollecitazioni a predisporre i testi dei bandi di concorsi riservati e pubblici, è stata presentata alle OO.SS. una bozza di ipotesi riguardante il successivo Piano di Fabbisogno 2015-2017.
Nonostante il confronto con l’Ente sia ancora alle fasi iniziali, siamo venuti a conoscenza di documenti in circolazione che stanno provocando allarmismo, confusione e disorientamento mettendo in contrapposizione tra loro rispettivamente ricercatori con tecnici amministrativi, personale a tempo indeterminato con i precari.
Da tale Piano deriva un incremento di posti rispetto al precedente Piano 2014-2016 in relazione all’incremento delle cessazioni effettive dal servizio nel 2014 rispetto a quelle preventivate ed all’inserimento nel nuovo Piano di Fabbisogno del turn over 2017 (cessazioni 2016).
A riguardo la UIL RUA effettuerà uno specifico approfondimento nell’Assemblea programmata per martedì 26 giugno p.v.

ART. 15

A seguito della sentenza del Consiglio di Stato del 26-5-2015 che riconosce la legittimità dell’espletamento dei concorsi interni per il passaggio dal III al II livello del profilo di ricercatore in applicazione dell’Art. 15 del CCNL 7-4-06 e nelle more della pubblicazione della Sentenza relativa all’udienza al Consiglio di Stato del 26 maggio riguardante il passaggio al I livello, Dirigente di ricerca, il
Presidente, sulla base del mandato ricevuto dal C.d.A., sta definendo la composizione delle relative Commissioni esaminatrici scelti in una rosa di nomi predisposta dai Direttori di Dipartimento.

Riconoscimento anzianità a T.D.

Con il susseguirsi di sentenze favorevoli al riconoscimento dell’anzianità maturata con contratto a tempo determinato dal personale assunto in ruolo con la stabilizzazione, si sta consolidando il favorevole orientamento giurisprudenziale.
Risulta invece ancora altalenante la giurisprudenza riguardo al riconoscimento della predetta anzianità maturata dal personale assunto in ruolo in quanto vincitore di concorso pubblico ovvero per scorrimento delle graduatorie degli idonei.
Al riguardo la UIL RUA ha patrocinato una diffida cumulativa, già notificata all’Ente tramite Ufficiale Giudiziario, al fine di ottenere una transazione evitando ricorsi giudiziari di esito ancora incerto.
Il CNR, pur dichiarandosi attento ad una transazione, non ha ancora mai formalmente risposto, tant’è che la UIL RUA stava organizzando con il proprio legale la proposizione di ulteriori ricorsi oltre a quelli in itinere.
Elemento di novità, è costituito dalla bozza del nuovo Regolamento del Personale, il cui confronto con le OO.SS. è iniziato il 5 giugno u.s., dove all’Art. 27 è previsto il riconoscimento dell’anzianità maturata con contratto a tempo determinato svolto addirittura anche in altri Enti di Ricerca.
Dobbiamo ora valutare se confermare il nostro orientamento a proporre nuovi ricorsi ovvero attendere il testo finale dell’articolo del Regolamento e la sua approvazione ministeriale; in quest’ultimo caso è indispensabile interrompere i tempi di prescrizione, con nuovo atto di diffida sottoscritto dai dipendenti interessati che non hanno aderito alla precedente diffida interruttiva già notificata al CNR.
Sarà nostra cura dare puntuale e tempestiva informazione sull’evolversi della situazione e sulle eventuali conseguenti iniziative da intraprendere, comunque prima della pausa estiva.

Conversione del rapporto di lavoro da T.D. a T.I.

Con il mese di maggio si è conclusa la raccolta, da parte della UIL RUA, della documentazione presentata dagli iscritti UIL RUA con contratto a T.D. interessati ad un eventuale ricorso per la conversione del rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato a seguito della Sentenza della Corte di Giustizia Europea del 26-11-2014 e delle tre note Sentenze favorevoli del Tribunale di Napoli, sezione Lavoro, del 21 gennaio 2015.
Il legale di fiducia della UIL RUA sta ora esaminando la documentazione individuale presentata per predisporre gli elenchi dei precari suddivisi per “gruppi omogenei” al fine della proposizione di eventuali ricorsi.
A conclusione dell’esame delle documentazioni individuali verrà precisato il contributo a carico di ciascun ricorrente (orientativamente intorno alle 150,00 euro). Per i dipendenti che decideranno di aderire al ricorso verranno raccolti i mandati difensivi con le sottoscrizioni dei ricorrenti.
Eventuali ritardatari interessati sono ancora in tempo per presentare la documentazione individuale, indicata nel nostro comunicato del 1 aprile u.s., da sottoporre alla valutazione del legale.

RSU CNR Milano

Dopo il doppio rinvio per il mancato raggiungimento del quorum dei votanti, finalmente anche i lavoratori del CNR di Milano hanno eletto i propri Rappresentanti Sindacali Unitari.
La UIL RUA esprime soddisfazione per il risultato ottenuto e ringrazia i candidati della propria lista e gli 80 lavoratori che con la loro preferenza hanno consentito di conquistare uno dei 3 seggi attribuiti. Buon lavoro, quindi, alla neo eletta RSU.

UIL RUA
Americo Maresci

stampa

Ultime news