domenica 26 Settembre 2021

CNR: Comunicato al personale

CNR SEDEIncontro CNR OO.SS. 18/04/2016
Come preannunciato nel nostro comunicato n.20, il 18 aprile u.s. si è svolto, di fatto, il primo vero incontro con le OO.SS. che ha totalmente disatteso le aspettative della vigilia.

Art. 53 e congedi parentale
Sono stati evasi rapidamente i primi due punti con la mera conferma di quanto concordato con i precedenti Vertici dell’ente, fissando per il 28 aprile p.v. la data per la stipula definitiva:
a) dell’accordo dell’art. 53 (gradoni);
b) dell’Intesa per la fruizione oraria del congedo parentale.
Come riportato nel nostro comunicato n. 19 del 12 aprile u.s., tali argomenti, essendo immediatamente applicativi, consentono all’Ente di pubblicare rapidamente il bando di selezione per l’attribuzione di 650 maggiorazioni economiche ed applicare la fruizione oraria del congedo parentale.

Art. 54
Gran parte dell’incontro del 18 aprile u.s. è stato, quindi, dedicato all’Art. 54, senza giungere ancora ad un testo condiviso.
La delegazione CNR, guidata dal Consigliere di Amministrazione Prof. FROSINI, con delega del Presidente, rispetto ai reiterati tre fondamentali rilevi dei Ministeri Vigilanti che prevedono il divieto:
a) dello scorrimento delle graduatorie degli idonei;
b) della decorrenza retroattiva della nuova selezione fissata al 1-1-2015;
c) della valutazione dell’anzianità di servizio con i punteggi fissati dal CCNL;
ha presentato alle OO.SS. una nuova ipotesi di accordo, senza alcuna posizione giuridica a sostegno, rinviando al 28 aprile p.v. la prosecuzione dell’incontro.
La UIL-RUA non condividendo motivatamente le posizioni dei Ministeri Vigilanti, fatte proprie dal CNR, ha inoltrato al Prof. FROSINI ed ai vertici dell’Ente la seguente richiesta:
Si fa riferimento all’incontro CNR-OO.SS. del 18 aprile u.s. rispetto al quale la UIL-RUA non può nascondere la propria delusione e preoccupazione per il futuro.
Emblematica, al riguardo, la posizione espressa dal Delegato del Presidente, che guidava la delegazione dell’Ente, rispetto ai reiterati rilievi dei Ministeri Vigilanti (F.P. e M.E.F) all’ipotesi di accordo sottoscritta il 22 aprile 2015 per l’applicazione dell’Art.54 del CCNL 21-02-02.
La delusione deriva soprattutto dal venir meno di quel valore aggiunto che ci si dovrebbe aspettare dal Delegato del Presidente, considerata la sua competenza giuridica.
Infatti non è accettabile che al posto delle attese motivazioni giuridiche, a sostegno delle sostanziali modifiche all’ipotesi di accordo che il CNR sta imponendo, vengono addotte giustificazioni quali: “lo chiede la Funzione Pubblica” o peggio ancora “è un contratto datato”.
Auspichiamo e chiediamo, pertanto, che nel programmato incontro del 28 aprile p.v. – giorno in cui vorremmo sottoscrivere l’accordo definitivo per la rapida applicazione dell’Art.54 (e riteniamo di averne il sacrosanto diritto dopo oltre 6 anni dall’ultima applicazione “datata” 1-1-2010!) – ci vengano fornite, sul piano del diritto, chiare e puntuali risposte rispetto ai seguenti punti messi in discussione dai Ministeri Vigilanti:
1) norma che impedisce lo scorrimento delle graduatorie degli idonei della precedente selezione;
2) norma che impedisce la retroattività al 1-1-2015;
3) norma che impedisce l’applicazione del comma, 5 dell’Art. 54 del CCNL 21-02-02 per l’attribuzione dei punteggi in particolare all’anzianità di servizio.

Scadenza T.D. 30/04/2016
A seguito delle reiterate richieste delle OO.SS., il CNR ha inserito al primo punto all’o.d.g. dell’incontro del 28 aprile p.v. “Informativa sui contratti a T.D.”.
In concomitanza di tale incontro avevamo programmato un’assemblea dei precari che stiamo rinviando (a data che comunicheremo) in quanto siamo venuti informalmente a conoscenza dell’ulteriore proroga di 6 mesi (fino al 31-10-2016) che sta predisponendo il CNR per tutti i 55 dipendenti con contratto a T.D. in scadenza il 30 aprile p.v. ed attualmente a carico provvisoriamente del cosiddetto fondo conto terzi centralizzato.
Nell’incontro, quindi, del 28 aprile p.v., oltre ad aspettarci la relativa conferma, verificheremo la situazione, alquanto preoccupante, del rinnovo degli altri dipendenti con contratto a T.D. a carico dei fondi esterni che per mancanza di risorse sono stati prorogati di mese in mese, anche a part time, la cui ultima proroga scade il 30 aprile p.v. pur permanendo le esigenze di servizio.

UIL RUA
Americo Maresci

stampa

Ultime news