24.1 C
Rome
domenica 20 Giugno 2021

Congedo parentale ad ore – Circolare INPS n. 40 del 23 febbraio2016. Ulteriori precisazioni

La circolare n. 40 diretta alle aziende e alle amministrazioni pubbliche iscritte alla Gestione Dipendenti Pubblici, fornisce le indicazioni utili a valorizzare, tramite il flusso Uniemens, la contribuzione figurativa a fini pensionistici relativa al congedo parentale fruito a ore.
Ricordiamo che L’Inps, con il messaggio n. 6704 del 3 novembre 2015, ha fornito alcune precisazioni in merito all’incumulabilità del congedo parentale ad ore con altri permessi o riposi disciplinati dal D.Lgs. 151/2001 di cui vi abbiamo dato chiarimenti con nota del 15 novembre u.s.

Anche con questa circolare l’INPS conferma che in base al disposto di cui all’art. 32, comma 1 ter, in caso di nei casi di mancata regolamentazione, da parte della contrattazione collettiva, anche di livello aziendale, la fruizione su base oraria è consentita in misura pari alla metà dell’orario medio giornaliero del periodo di paga quadri settimanale o mensile di fruizione del congedo parentale su base oraria. Ne consegue quindi che la contrattazione collettiva, anche di livello aziendale, nel definire le modalità di fruizione del congedo parentale, può prevedere tra l’altro anche criteri differenti rispetto a quelli definiti dal citato comma 1 ter dettagliati con il messaggio.
Vi segnaliamo, con viva soddisfazione, che grazie alla costanza e tenacia delle nostre delegate RSU dell’Università di Torino, l’Ateneo ha consentito la fruizione del congedo parentale ad ore anche inferiore alla “mezza giornata” ma comunque non inferiore a un’ora, in considerazione del fatto che la dizione “congedo parentale a ore” vada intesa in via di miglior favore. Questo risultato supporta quanto da noi sostenuto ossia la possibilità “concordare” nelle sedi opportune diverse modalità di fruizione del congedo parentale.
Certi che l’obiettivo raggiunto dalle nostre delegate sia perseguibile anche in altre sedi, vi invitiamo a richiedere alle vostre amministrazioni la fruizione del congedo parentale fino (e non pari) alla metà dell’orario medio giornaliero, portando come buona prassi l’accordo raggiunto con l’Università di Torino.
Fraterni saluti,

 

Il Segretario Generale                                           La coordinatrice Pari Opportunità

Sonia Ostrica                                                                Fabiana Benrabei

 

Allegato: Circolare n. 40

stampa

Ultime news