martedì 21 Settembre 2021

CRA: La UIL contesta i risultati per l’errata composizione della base elettorale

cra firenzeIn data 20 gennaio u.s. si sono svolte le elezioni per il RLS “in tutte le sedi CRA”.
A tal proposito si rileva che l’accordo stipulato in data 14/10/2013 così recitava: “tutti i lavoratori sia a tempo indeterminato che determinato potranno partecipare alle elezioni ed esprimere la propria preferenza (elettorato attivo)”

Nell’accordo non era stato volutamente indicato il comparto di appartenenza, vista la presenza in ente di personale operante nelle strutture con il contratto a tempo determinato ed indeterminato stipulato ai sensi del CCNL ricerca, nonché a tempo determinato stipulato ai sensi del CCNL agricolo.
Il diritto al voto per gli RLS è stato incomprensibilmente negato agli operai, lavoratori dipendenti dell’ente operanti a pieno titolo e ormai con pienezza di prerogative in conseguenza di specifici interventi normativi, fortemente voluti dal CRA e destinati a legittimare l’utilizzo del contratto agricolo in un ente di ricerca.
Altrettanto invece non è stato fatto per personale che non appartiene ai ruoli dell’ente, ovvero è stato consentito di votare al personale con contratto di somministrazione lavoro, personale non dipendente dall’ente, e ciò nonostante una mail di richiesta di revisione dell’elettorato, inviata all’amministrazione il giorno 20 u.s. dalla scrivente O.S.
La assoluta discrezionalità con la quale questa amministrazione ha provveduto ad interpretare unilateralmente un accordo sindacale, stravolgendo di fatto l’intesa, evidenzia a nostro avviso un problema ricorrente in merito alla gestione del personale, al centro di criticità ricorrenti, in cui si mescolano ruoli e funzioni, e si mette in luce la superficialità e l’approssimazione con la quale vengono gestite – se non tutte – moltissime tra le questioni che attengono al personale.
Con la presente chi scrive intende ribadire l’estrema contrarietà nella gestione delle questioni inerenti il personale, segnalando altresì che continuano a non esserci referenti ufficialmente accreditati per la gestione delle controversie finalizzate alla prevenzione dei conflitti, e trovandoci spesso a doverci relazionare con dipendenti a cui vengono fornite scarse informazioni e bassi livelli di autonomia.
Ancora una volta peraltro si riscontra la mancanza di informazione alle OO.SS.: non ci è stata preventivamente fornita nessuna informazione né rispetto agli aventi diritto al voto – cosa che avrebbe consentito di scoprire tempestivamente la singolare interpretazione dell’accordo da parte dell’ente – né soprattutto rispetto alle sedi in cui si sono effettivamente svolte le elezioni.
Non è stato ancora comunicato quanti RLS sono stati eletti nè in quali sedi, e si resta in attesa.
In attesa di capire se e come si svilupperanno contenziosi, si chiede di provvedere con la massima immediatezza a procedere ad inserire il personale con contratto agricolo nell’elenco dei votanti almeno in quelle sedi, come CRAPCM e CRA-RPS, dove il personale è chiamato ad una seconda votazione, stante la parità alla prima elezione.

Si resta in attesa di conferma.

UIL RUA – Sonia Ostrica

stampa

Ultime news