sabato 25 Settembre 2021

ENEA: Inopinata Aggressione

enea sedeLa UIL RUA denuncia l’aggressione verbale ed il tentativo di censura subiti dal Commissario ENEA, in occasione dell’incontro di trattativa sui fondi per il salario accessorio del 28 Luglio 2015.

Dopo aver ascoltato in silenzio e un po’ sbuffando, le esposizioni dei delegati di Cisl e Cgil , il prof. Testa ha reagito scompostamente alla nostra preliminare richiesta di chiarimenti sul processo di mobilità interna del personale amministrativo-gestionale che in questi giorni, il responsabile dell’amministrazione su mandato dello stesso commissario sta ultimando ad insaputa degli stessi interessati.

Ci è stato detto che non ci sarebbe stata data alcuna risposta se non avessimo prima fatto un comunicato di scuse e di rettifica di un comunicato precedente (FERMATELO! del 6 luglio u.s.), giudicato “indecente ed offensivo” nei confronti dell’ing. Pica.
In effetti il Commissario, in questi mesi, ha quasi sempre eluso le nostre richieste (vedi le numerose lettere inviate) ma mai aveva tentato sino ad oggi di censurarci.

Non abbiamo mai inteso offendere qualcuno ma si può non condividere un comunicato sindacale, farlo però da parte del commissario in riunione, ventidue giorni dopo la pubblicazione dello stesso e con i toni usati, ci sembra conferisca alla vicenda i caratteri del pretesto e dell’intimidazione.
Del resto il nostro “vertice” non è nuovo a simili “performance”, ricordiamo quella con le RSU di Frascati o con i colleghi del sindacato autonomo, rei anch’essi di “lesa maestà” a mezzo volantino.

Abbiamo tentato, comunque di ricondurre la discussione sull’ordine del giorno ma ci è stato impedito di formulare proposte migliorative al testo in quanto alla prima nostra richiesta, il commissario prima ancora di ascoltare ha rigettato la proposta in embrione con anomalo rancore.

Comprendiamo che il prof. Testa non abbia gradito le nostre critiche al “recente riordino” e che sia stato infastidito dal fatto che la UIL RUA abbia dato notizie sulla mobilità interna che dovevano forse restare “segrete”, che sempre la UIL RUA abbia raccontato della bocciatura della richiesta di rimodulazione della pianta organica da parte del MISE oppure perché sempre la UIL RUA ha chiesto l’accesso agli atti delle 15 disposizioni commissariali citate nella circ. 294/UCP applicativa del “processo di efficientamento” che risente di forti dubbi circa la sua legittimità che intendiamo verificare.
Nulla, tuttavia può giustificare il comportamento nei nostri confronti perché nel rispetto dei ruoli ci siamo sempre posti in maniera educata e propositiva e, tutti al tavolo possono testimoniarlo.

A questo punto, con rammarico, non essendoci le condizioni per un confronto sereno, abbiamo deciso di ritirare la delegazione e abbandonare il tavolo che pure aveva fatto registrare passi avanti nelle precedenti riunioni, in una trattativa su argomenti ai quali abbiamo dimostrato di tenere molto con la nostra disponibilità, con i fatti e con i comportamenti e non con le chiacchiere ed i comunicati strumentali.

In seguito all’accaduto anche USB e CGIL hanno lasciato il tavolo di trattativa dichiarando solidarietà alla delegazione della UIL RUA, li ringraziamo !

La trattativa riprenderà dopo la pausa estiva, intanto invieremo via e-mail all’ENEA le ulteriori nostre proposte che il Commissario ci ha impedito di formulare e vi alleghiamo lo “stato di avanzamento”.
Colgo l’occasione per augurare a voi ed ai vostri cari Buone vacanze estive, nella speranza che anche nel cielo ENEA possa, malgrado tutto e tutti, tornare presto il sereno.

UIL RUA
Marcello Iacovelli

stampa

Ultime news